28 Maggio: Giornata Mondiale del Gioco 2014

Articoli
Giocatori

La Giornata mondiale del gioco 2014 vuole sottolineare l'importanza del gioco come strumento per migliorare la qualità della vita

Articolo di Mariangela Campo, Fonte http://www.wakeupnews.eu

Il 28 maggio si celebrerà il World Play Day, la giornata mondiale del gioco 2014. Nata da un’idea di Freda Kim, presidentessa dell’ITLA (International Toy Library Association), l’Onu ha accettato con entusiasmo la richiesta di mettere nel suo calendario l’evento e ha fissato la Giornata Mondiale del Gioco nella data del 28 maggio. La giornata mondiale del gioco vuole affermare il diritto al gioco sancito dalla Convenzione Internazionale sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

L’IMPORTANZA DEL GIOCO – «L’uomo è pienamente tale solo quando gioca» diceva Schiller, perché ritrova se stesso e la propria identità. Soprattutto durante l’infanzia, ogni bambino dovrebbe avere il diritto di giocare, perché il gioco è prima di tutto un bisogno che corrisponde ad esigenze esistenziali, psicologiche, affettive ed emotive di ciascun bambino.

Tuttavia, oggigiorno moltissimi bambini non possono giocare: da una parte l’urbanizzazione selvaggia degli ultimi decenni ha limitato molto gli spazi a loro disposizione, sia all’interno delle abitazioni che fuori, dove gli spazi verdi sono sempre più ridotti. Dall’altra, i bambini moderni sono costretti a una quantità di “cose da fare” che non sempre rispettano la loro natura “giocosa”, nonostante le buone intenzioni: il tempo pieno a scuola, uno o due sport, il corso di lingue, il giardinaggio, i laboratori di cucina, di disegno, di lettura… Poi, a casa, le cose non vanno meglio: molti di loro, infatti, vengono letteralmente piazzati davanti alla tv, che apparentemente sembra avere un approccio ludico, ma di fatto immobilizza, blocca, inibisce, ruba il tempo che il bambino vivrebbe giocando.

LA GIORNATA MONDIALE DEL GIOCO – La giornata mondiale del gioco, formalizzata dalle Nazioni Unite a partire dal 1999, intende sensibilizzare i cittadini, i genitori, gli educatori, gli insegnanti e quanti si occupano di bambini e adolescenti sulla fondamentale importanza del gioco come attività essenziale per la formazione e lo sviluppo di ogni bambino, come importantissimo strumento di espressione culturale e possibile punto di incontro tra culture diverse. Come essenziale fattore di socializzazione, aggregazione e inclusione sociale e come elemento primario di benessere utile per il miglioramento della qualità della vita.

Ogni anno in questa occasione i centri culturali per il gioco, le ludoteche e le associazioni nazionali propongono decine di proposte che si sviluppano sul territorio cittadino, coinvolgendo scuole, famiglie, turisti e appassionati; occupando spazi urbani che vengono restituiti al gioco e al piacere di stare insieme.

EVENTI IN ITALIA – Nel nostro Paese l’iniziativa è stata raccolta dal Centro Internazionale di Documentazione Ludoteche di Firenze e dall’Associazione Nazionale delle Città in Gioco (GioNa). L’obiettivo è quello di promuovere e raccordare il coinvolgimento di tutte le città, gli enti impegnati a proporre iniziative, le feste di piazza e le occasioni ludiche.

In particolare, a Torino i Centri di Cultura per il Gioco di ITER propongono quest’anno alle famiglie e ai cittadini due giornate ricche di eventi e di giochi, venerdì 30 maggio e domenica 1 giugno: venerdì in piazza Carignano, piazza Carlo Alberto e via Cesare Battisti coinvolgendo le classi di scuole provenienti da tutte le province del Piemonte con il progetto 150 giochi di ieri per domani; domenica nelle piazza Carignano e Carlo Alberto lo Spazio Ludo-Piccoli per i più piccini e gli InSEDIAmenti ludici con giochi della tradizione, di abilità e di destrezza, sfide con gli scacchi giganti, giochi da tavolo e di percorso all’insegna del piacere di stare insieme, in collaborazione con associazioni e aziende. Per consultare il programma completo delle due giornate dedicate al gioco, basta visitare il sito www.comune.torino.it.

A Udine, invece, la giornata mondiale del gioco verrà celebrata sabato 31 maggio e domenica 1 giugno, quando le vie e le piazze del centro storico daranno vita a molteplici attività diversificate per fasce d’età. Saranno oltre venti le aree del centro cittadino interessate dalla manifestazione, con un ricco programma di appuntamenti e proposte che sottolineano la dimensione ludica ed educativa del gioco sano come momento di formazione per l’individuo e strumento per migliorare la qualità della vita. Per informazioni più dettagliate sulle associazioni e le città italiane che aderiscono alla Giornata mondiale del gioco visitate la pagina web www.ludens.it.

Articolo di Mariangela Campo, fonte http://www.wakeupnews.eu