[Affiliate in Gioco] TdG Grosseto: Bang!

Autore: 
Categoria Articolo: 
Argomento Articolo: 
Gioco: 
Autore: 
Casa editrice: 
 Bang!
 
BANG! non ha bisogno di grosse presentazioni. Ancora qualche anno e sarà presente nella memoria delle nuove generazioni come lo sono per molti ex-giovani (ora 40enni) RisiKo!, Monopoli e Il Labirinto Magico. Allo stesso modo, il gioco che Emiliano Sciarra ideò nel 2002, non può essere considerato un gioco per gamers, ma è stato e lo è sempre più spesso, la porta di accesso privilegiata per il mondo del gioco da tavolo…. Almeno a Grosseto.
 
Negli scorsi articoli è stato sottolineato come il venerdì sera di “BANDUS! Tana dei Goblin Grosseto” sia ormai una tradizione, un appuntamento che è entrato di diritto nel venerdi sera di molti ragazzi che spesso invitano i loro amici. Anche questa volta, i protagonisti di questo racconto non sono giocatori navigati, ma semplici ragazzi che per la prima volta, forse, si affacciano al mondo del gioco da tavolo…. O almeno nel modo in cui NOI lo intendiamo….
 
 
E’ inutile dilungarci su BANG!: basta dire che 12 anni sugli scaffali, decine di edizioni in tutto il mondo e l’inconfondibile pallottola, lo rendono la scelta privilegiata per giocatori occasionali, inoltre il gioco è semplice e in una serata si possono fare diverse partite. I commenti dei ragazzi coinvolti potranno sembrare banali.
 
Gabriele, è da qualche tempo una presenza in BANDUS!. Anche lui, come molti è una “vittima” dell’università. E’ stato il promotore della serata a cui questo articolo fa riferimento. Queste sono le sue parole: “Per me Bang è un grande gioco che non possiamo collocare nè tra gli "american" nè tra i "german" (forse un "italian"?). Questo lo rende unico. Amo moltissimo il sistema di gioco basato sui posti a sedere che si occupa nel tavolo e l'ambientazione western, che è molto rara ritrovare nei giochi da tavolo (NdR: in realtà non è così, ne abbiamo parlato in seguito  ). Il grande difetto per me è il fatto che il gioco base da solo non è sufficiente per le partite in 6 o 7 giocatori il che mette in condizione di acquistare altre espansioni”. 
 
 
Tra gli amici di gioco di Gabriele, Simone dice di gradire il gioco perché è “è un gioco veloce, semplice adatto a tutti.....ottimo per passare una serata con amici”, mentre Ottavia trova anche interessante la ricerca di “una tattica per non far scoprire il proprio ruolo agli altri giocatori” e ritiene che “l'unica cosa che piace meno è che se un personaggio viene eliminato nei primi turni non può giocare per il resto della partita. E’ comunque un gioco che consiglio a tutti, per divertirsi con gli amici e passare una serata tranquilla e piacevole.” Infine Elisa: “A me piace perché è facile da capire, ingegnoso e divertente per passare una serata diversa in compagnia.” Al tavolo di Gabriele erano presenti altre persone che hanno portato il numero a 6 giocatori.
 
I commenti possono sembrare banali, ma si tratta prima di tutto persone con una esperienza ludica probabilmente molto limitata. La semplicità delle loro parole parla di divertimento ed ingegno, il primo passo in direzione del nostro hobby.
 
 
La fortuna di BANG! in TdG Grosseto nasce nel 2009 quando una neonata BANDUS!, non ancora affiliata, partecipa alla manifestazione “Nuvole in Toscana” a Casal di Pari paese natale di Aurelio Galeppini, mitico autore di Tex Willer. In quell’occasione mettemmo in piedi un torneino, ma ino-ino, di BANG! e l’autore venne a trovarci. Da Vinci Games per l’occasione ci inviò qualche scatola base per premiare i vincitori…. È stata la nostra prima esperienza del genere e da allora BANG! ha preso piede barile dopo barile.
 
Umberto Todini
TdG Grosseto 19/nov/2014