[Anteprima Essen 2015] The King is Dead

Autore: 
Categoria Articolo: 
Argomento Articolo: 
 
Edito da Osprey Games, ripropone l'ormai raro King of Siam di Peer Sylvester: gioco di maggioranze card driven, per 2-4 giocatori, da 40 a 60 minuti di durata.
 
 
Il regolamento è praticamente lo stesso del vecchio gioco: in ognuna delle 8 regioni della mappa si pescano 4 cubi casuali delle tre fazioni rivali. 
Ogni giocatore pesca anche due cubi iniziali per se stesso.
Ad ogni turno, un giocatore può giocare una delle 8 carte che ha in mano oppure passare. Si può anche rientrare un gioco dopo aver passato.
Quando tutti passano consecutivamente, si risolve la prima regione dalla fila di 8 tessere che simboleggiano le varie regioni della mappa, disposte casualmente a inizio partita. La fazione che ha la maggioranza dei cubi, prende possesso della regione con un suo simbolo.
 
Le 8 azioni delle carte, identiche per tutti i giocatori, consentono di aggiungere e spostare cubi in vario modo. Ogni volta che si gioca una di queste carte azione, va anche tolto un cubo a piacere dal tabellone e conservato nella propria riserva. 
A fine partita vince chi ha più cubi della fazione che ha conquistato il maggior numero di regioni (con vari sistemi di spareggio). 
C'è anche una sorta di quarta fazione che entra in gioco quando in una regione non c'è maggioranza e può far terminare anzitempo la partita, regalando la vittoria a chi ha più tris completi di cubi delle tre fazioni. 
Da segnalare che il regolamento è scritto molto bene e le carte sono spiegate meglio che nella vecchia versione.
 
 
DIFFERENZE CON KING OF SIAM e PRIME IMPRESSIONI
 
1) I due cubi con cui ciascun giocatore inizia sono casuali. É possibile quindi averne anche due identici (ma due giocatori non possono averne 4 identici).
Non è una differenze trascendentale ma dona più variabilità alle partite.
 
2) La mappa ha le regioni distribuite in modo diverso. Se prima c'era la fazione blu un po' troppo isolata e quella gialla troppo al centro, ora le cose sono probabilmente distribuite meglio, in modo più omogeneo, pur mantenendo asimmetricità. Tra le due mappe, a naso preferisco questa nuova. 
 
 
3) Variante Mordred. Questa è opzionale e totalmente nuova rispetto al vecchio gioco. C'è un intero nuovo set di cubi neri. Un cubo nero viene piazzato in due regioni a inizio partita e nuovi ne vengono aggiunti ogni volta che una regione viene risolta. I giocatori non possono aggiungere direttamente o togliere cubi neri sulla mappa, ma possono spostarli tramite le azioni delle carte. Se i cubi neri dovessero vincere la maggioranza in una regione, la partita termina immediatamente con le solite modalità, ma se lo spareggio classico non porta a nessun vincitore, vincerà semplicemente chi ha più cubi sommati, di qualunque fazione essi siano.
Molto interessante e consigliata solo ai giocatori esperti, questa semplicissima variante aggiunge un altro strato di complessità e profondità a questo gioiellino, mantenendone lo stile e lo spirito.
 
In definitiva, sento di poterlo consigliare a chi cercava senza successo King of Siam, perché il gioco è quello, ma anche i possessori del precedente gioco potrebbero farci un pensierino. Io ad esempio lo prenderò :) 
 

Commenti