[Anteprima] Melee

Anteprime
Giochi
Giochi collegati:
Melee

E’ l’alba di un nuovo anno. Il vecchio re è appena morto senza lasciare eredi e il nuovo successore deve essere deciso entro la fine dell’anno. Nei panni di un barone o di una contessa locali hai il diritto di rivendicare il regno, quindi è tempo di prendere il trono. I tuoi pari capiscono solo la forza, e i tuoi sudditi capiscono solo l’oro. Riunisci i tuoi uomini, paga i tuoi cavalieri e fai valere il tuo diritto. Tutti riconosceranno nel più forte e nel più ricco il legittimo monarca.

E’ con questa avvincente descrizione che Melee si presenta al pubblico

INTRODUZIONE:

E’ l’alba di un nuovo anno. Il vecchio re è appena morto senza lasciare eredi e il nuovo successore deve essere deciso entro la fine dell’anno. Nei panni di un barone o di una contessa locali hai il diritto di rivendicare il regno, quindi è tempo di prendere il trono. I tuoi pari capiscono solo la forza, e i tuoi sudditi capiscono solo l’oro. Riunisci i tuoi uomini, paga i tuoi cavalieri e fai valere il tuo diritto. Tutti riconosceranno nel più forte e nel più ricco il legittimo monarca.

E’ con questa avvincente descrizione che Melee si presenta al pubblico. Il nuovo gioco di Rikki Tatha, l’autore che si è fatto conoscere nel 2012 con il fortunato gioco di carte Coup, prodotto dalla stessa casa editrice, la “La Mame Games”. Anche in Melee le carte saranno il motore del gioco a cui si affiancano token e tabellone in un gioco che propone meccaniche di asta, bluff e controllo del territorio. Il gioco è per 2-4 giocatori dai12 anni in su e la durata stimata è di soli 20 minuti.

MATERIALI E SET UP:

La dotazione di ciascun giocatore si compone di 10 unità (token nei 4 colori) raffiguranti 2 cavalieri, 3 soldati, 2 catapulte, 3 campi e le 3 carte azione principale. Abbiamo inoltre le 20 carte abilità speciale, la carta primo giocatore e la carta stagione con il segnalino per l’avanzamento dei turni, le monete in cartone e le mappe per 2, 3 e 4 giocatori.

All’inizio della partita, stabilito il primo giocatore, ciascuno posiziona un soldato del proprio colore all’interno del proprio castello, riceve 15 monete e le tre carte azione principali. Dopodiché si passa ad una fase di costruzione iniziale che può essere semplificata, per le prime partite, o completa, con l’introduzione delle carte abilità speciale. Nel setup completo si rivelano tanta carte abilità speciale quanto il numero di giocatori più una e si inizia con la fase di preparazione in cui ogni giocatore può:

  • fare un’offerta per un abilità speciale, offrendo un minimo di una moneta d’oro, si possono ottenere anche più carte abilità speciale;
  • costruire un’unità, pagandone il costo in denaro e piazzandola o nel castello o in una delle regioni adiacenti);
  • passare, terminando il proprio turno.

IL GIOCO

Quando tutti i giocatori hanno passato, terminando così il setup si inizia il primo dei 4 round (primavera, estate, autunno, inverno) in cui si svolgono i seguenti passi

  1. Asta per il giocatore iniziale: asta secca con offerta simultanea e segreta, vinta da chi offre più monete d’oro.
  2. Scegliere una carta azione: ciascun giocatore simultaneamente sceglie una carta azione principale (due carte in inverno)
  3. Risolvere le azioni: partendo dal primo giocatore si rivela la carta scelta e si compie l’azione associata:​
  • Tasse: si ricevono tre monete d’oro;
  • Costruire unità: nel castello, in una regione adiacente al castello senza unità nemiche, o un regioni con almeno una tua unità;​
  • Muovere e attaccare: vengono mossi, nell’ordine che si preferisce, i soldati di una regione e i cavalieri di quante regioni si vuole e se si entra in una regione occupata da un’unità nemica la si attacca.
  1. Redditi: ogni giocatori riceve una moneta per ogni campo, una moneta per ogni regione col simbolo (+1) e eventuali monete dalle carte abilità speciale.
  2. Inizio nuovo turno: si sposta il segnalino sulla carta stagione e inizia un nuovo turno.

Analizziamo come funziona la fase di attacco: abbiamo visto che possono muoversi e attaccare solo i soldati e i cavalieri, mentre le catapulte non si muovono ma possono attaccare unità nelle regioni adiacenti.

Quando si attacca con un soldato o un cavaliere si deve tenere nascosta nella mano una somma di denaro (minimo 1) e l’avversario ha un tentativo per indovinare l’esatta cifra. Se indovina l’attacco viene respinto e la pedina distrutta, se sbaglia l’attacco è riuscito (in ogni caso viene spesa l’intera somma). Se nella regione attaccata è presente più di un’unità nemica si deve ripetere questo attacco per ogni unità. Se l’attacco va a buon fine le unità attaccanti si muovono nella regione conquistata eliminando dal gioco cavalieri e soldati e catturando le catapulte e i campi che vengono sostituiti da nostre unità.

La catapulta attacca una volta sola tutte le unità in una regione distruggendo tutto. Le catapulte non hanno difesa quindi quando una regione con una catapulta viene occupata automaticamente la catapulta viene catturata.

Ci sono poi alcune modifiche a seconda che della regione attaccata. Se si attaccano unità che si trovano in regioni montuose o all’interno del castello, il difensore ha due tentativi per indovinare la somma nascosta nel pugno dell’attaccante.

Il gioco finisce immediatamente quando un giocatore conquista un castello nemico o alla fine dell’inverno chi controlla più aree sulla mappa

PRIME IMPRESSIONI:

Il gioco fa della rapidità il suo punto di forza. Vengono giocate in tutto 5 carte azione e si deve sempre essere sicuri di non spendere troppi soldi. Onestamente non ci fa impazzire il modo di risolvere gli attacchi anche se è in effetti l’elemento più particolare del gioco.

Non sono visionabili le carte abilità speciale e le mappe per 2-3 giocatori, da quel che si può vedere su bgg la mappa per 4 giocatori sembra bilanciata e lo saranno anche le altre, anche se ci rimane il dubbio che con poche azioni disponibili non si riesca a dare realmente fastidio a tutti gli avversari e o ci si scannerà per assediare il castello del più debole o si procederà al “bash the leader”. Punto di forza sarà sicuramente la durata veritiera di 20 minuti, anche se per ora non ci ha colpito neppure per questo.