The Arrival: anteprima Essen 2016

Anteprime
Giochi

La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione


Regolamento inglese: https://www.boardgamegeek.com/filepage/134929/arrival-rules

La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione


Regolamento inglese: https://www.boardgamegeek.com/filepage/134929/arrival-rules

IL GIOCO

Gioco di Wallace che ricorda nella sua mappa un po’ il suo vecchio Mordred. I giocatori sono dei Capo tribù che cercano di sconfiggere il nemico comune Fomori e contenere contemporaneamente l'ardire degli avversari al tavolo.  La mappa è divisa in province ed ogni provincia è divisa in locazioni. Il turno si divide in 2 fasi: la prima dove si raccolgono risorse e la seconda dove si svolgono delle azioni che costano risorse. La fase di raccolta si basa su carte risorsa: queste carte riportano sul retro un simbolo che indica vagamente quali siano le risorse concesse dalla carta stessa. Le risorse sulle carte sono divise in 3 fasce, ogni fascia riporta sia risorse differenti che quantità differenti: punti fama, punti costruzione, punti spada, punti scudo e punti fomori. Nella fase di raccolta si pescano 4 carte a testa: la prima e la seconda vengono girate e si indica 1  fascia da cui NON si prenderanno risorse, poi si gira la terza e si seleziona un'altra fascia da cui NON si prenderanno risorse ed infine si gira la quarta carta e si prendono le risorse su tutte e quattro le carte nella fascia rimasta libera. Nella seconda fase si possono effettuare azioni: costruire fortificazioni usando i punti costruzione, piazzare scudi utilizzando i punti scudo, piazzare fomori utilizzando i punti fomori e respingere i fomori utilizzando i punti spada. Le fortificazioni rendono più difficile attaccare una locazione, gli scudi proteggono le province dagli attacchi dei fomori, i fomori vengono posizionati nelle locazioni degli avversari utilizzando tanti fomori quanta è la difesa del territorio +1 (ad esempio con 3 dischi di fornicazione, 2 scudi, si devono piazzare 6 fomori). Per respingere i  fomori presenti in locazioni adiacenti a proprie libere locazioni si devono utilizzare tante spade quanta forza dei fomori +1 (ad esempio 2 Monghfinn con forza 3 ognuno, si dovranno spendere 6 spade). In generale non sono ammessi pagamenti parziali quindi o riuscite nell'attacco (coi Fomori o contro i Fomori) oppure non potete svolgere l'azione. Il gioco finisce quando si è raggiunta una certa quota di corruzione (ovvero quanti Fomori presi con le risorse) oppure dopo un determinato numero di round. Chi ha più punti fama (risorse, attacchi contro i fomori, province etc.) vince.

PRIME IMPRESSIONI

Il gioco non brilla per originalità, sembra anzi di vederci molti giochi, Mordred, Vinci (o Small world se volete), Mare Nostrum... La raccolta delle risorse è interessante, ma credo del tutto priva di una vera pianificazione, come posso stabilire quali risorse prendere se non ho informazioni complete? Temo sia più fortuna che altro, occorrerebbe vedere la reale distribuzione delle risorse nelle carte e nelle fasce. L'eventualità che sia davvero una raccolta semirandomica sorge quando si legge che il retro della carta dà un'indicazione sommaria delle risorse presenti nella carta e che le carte risorsa vengono divise, nel setup, in tre mazzi distinti: insomma sembra un tentativo di dare tattica ad una fase un po’ troppo determinata dal caso. Da vedere. La fase delle azioni ha un sapore tutto wallaciano però manca qualcosa di tattico, tutto sembra condensato nella singola difesa o nel singolo attacco, non pare esserci molto di più. Da verificare come gira la divisione in locazioni (ci sono anche porti), però non vedo impedimenti, come montagne o altro, tali da permettere considerazioni strategiche (forse i porti?).

 

Autore: 
SARGON