[Biografie] La Tana dei Goblin: chi siamo - Agzaroth

Autore: 
Categoria Articolo: 
Argomento Articolo: 
La biografia di oggi è dedicata a Agzaroth, responsabile della redazione del sito.

Buona lettura!

 

Come per molti, i primi giochi da tavolo sono RisiKo, Monopoli, L'isola di Fuoco, Ludus, Hotel, Taboo, Brivido e tanti altri. Anzi, se guardo ancora più indietro ricordo distintamente tante partite in famiglia a Forza 4, Scarabeo e Frogger. 
L'amore sboccia con HeroQuest, forte anche della mia passione per il fantasy, nata grazie allo Hobbit e al Signore degli Anelli. Il gioco viene letteralmente consumato e lo stesso avverrà col cugino StarQuest. Parallelamente si scopre il gioco di ruolo, con la scatola rossa di Dungeons & Dragons prima, con l'Advanced poi, occasione in cui nasce anche il nick Agzaroth, da un mio png. 
 
sulle colline attorno a Oslo...
 
Tra gli ultimi anni delle superiori e l'università, il gioco viene parzialmente accantonato, a favore di un altro sport più allettante. 
 
La passione però, sebbene sopita, non muore e ogni tanto qualche partitella o campagna di D&D (siamo arrivati ora alla 3.0 e 3.5) ci scappa, così come continuano gli esperimenti di giochi inventati.
Proprio da uno di questi (un gioco di ruolo onestamente molto clone di D&D) nasce l'idea di costruire un castello in legno per fare un gioco sugli assedi, che sono un altro nei miei pallini ludici fissi. 
Il castello prende vita: un mostro di legno con porte scorrevoli, mastio e merlature, di 1 metro x 1 metro alla base, alto 50 cm. E per le miniature? Veniamo a conoscenza di quelle della Games Workshop e le compriamo. E di lì a comprare anche il regolamento il passo è breve. In poco tempo, col mio gruppo e riuscendo a coinvolgere anche qualche altro amico, mettiamo assieme praticamente tutti gli eserciti di Warhammer Fantasy e di Warhammer 40k, ciascuno con un'ampia collezione di pezzi, tutti colorati ed enorme possibilità di customizzazione, tanto da giocare anche diverse campagne ad Apocalypse.
Nel frattempo, oltre al gioco e al fantasy, nascono anche le mie altre due passioni: il metal - in particolare il black metal - e la storia militare.
Birreria in Lettonia, assime al grande Nassi, per una trasferta a scopi umanitari...
 
Per Warhammer giriamo anche per l'Italia partecipando a molti raduni amichevoli e qualche torneo, ma non ci piace giocare troppo “tirato” perché se ne va buona parte del divertimento. Questo per un po' di anni, finché non ci rendiamo conto (in realtà lo avevamo sempre saputo) che a Warhammer ti diverti per i giocatori, non per il gioco, che è sbilanciato, esoso e un centinaio di altri aggettivi negativi a piacere. La molla della consapevolezza nascosta scatta con l'uscita dell'ottava edizione del Fantasy, la più ignobile e assurda mai realizzata. Di lì, si vende tutto e si cambia indirizzo (quando ho fatto i conti degli eserciti per rivenderli a metà prezzo, mi è venuto un colpo...). 
 
Il passo verso la riscoperta dei giochi da tavolo è spontaneo e come una illuminazione ci rendiamo conto di essere rimasti indietro anni luce e che non solo esistono giochi belli e fatti bene, ma anche con regolamenti cristallini, bilanciati, profondi, con poche regole, zero eccezioni ma tanta complessità, che lasciano nelle mani del giocatore l'esito della vittoria e della sconfitta. 
É una antitesi totale rispetto a quello a cui ci aveva sottoposto Warhammer, una catarsi. 
 
Agzaroth, Liuuuk, Joker, Stonewall, Spartan
 
Ci buttiamo bulimicamente su tutto ciò che è gioco da tavolo, in particolare sui german che tanto ci colpiscono per pulizia delle meccaniche e soddisfazione di gioco. 
Il modo migliore per scoprirli è proprio la Tana, alla quale mi iscrivo, dopo un anno di lurking, nel 2009 e grazie alla quale riesco a fare mio un mondo che prima non sospettavo esistere. 
 
La collaborazione da passiva diventa presto attiva e ora cerco, nel mio piccolo, di dare una mano e fare per altri quello che a suo tempo la Tana dei Goblin fece per me. 
 

Commenti

TeOoh Ven, 24 Apr 2015 - 10:36

Se si stampassero tutte le recensioni scritte da Agz e si mettessero i fogli così ottenuti uno a fianco all'altro sulla linea dell'equatore, molti di essi sarebbero probabilmente pucciati nell'oceano.

Trovi le mie entusiasmanti e mirabolanti Recensioni Minute su [url=https://www.youtube.com/channel/UCNZmHbyFonlPjETd3Oc8mVw]YouTube[/url]!

linx Ven, 24 Apr 2015 - 15:53

Dalle foto scopro di non essere il solo ad aver scelto un avatar che lo invecchia e lo fa incazzoso, in aperto contrasto con un visino angelico :)

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

kenparker Ven, 24 Apr 2015 - 18:09

Stima e invidia per chi riesce a fare, brillantemente, ciò che vorrei riuscir a fare pure io: supportare e contribuire ad accrescere i contenuti della tana dei goblin con idee, contenuti, articoli e coordinando il tutto! Peccato tu sia mio avversario in Adv Civilization altrimenti saresti perfetto!

ho appena giocato a: IMAGE(http://boardgamegeek.com/jswidget.php?username=ottobre31&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1) ">http://www.phpbb.com/][img]http://boardgamegeek.com/jswidget.php?usernam...

Ritratto di TheTaliesin TheTaliesin Sab, 25 Apr 2015 - 00:54

...." il gioco viene parzialmente accantonato, a favore di un altro sport più allettante. "...."Birreria in Lettonia, assime al grande Nassi, per una trasferta a scopi umanitari..." sarà che io sono stato 4 volte a Monaco di Baviera a fine settembre ( prima di sposarmi ed avere prole come il ns. eroe del giorno ) ,
ma non sarei mai riuscito a definirlo una cosa tipo : " arricchimento cul-turale " :-) :-) :-) :-)

Fantastico Agz! ;-)

In diretta dal paese delle streghe!

ema77 Sab, 25 Apr 2015 - 16:58

grande agz, non ci parli della tua vita privata come gli altri "biografati", ma ci parli di te giocatore. E allora avrei due domande sul agz giocatore: qual'è stato, se lo ricordi, il gioco della catarsi? nel passaggio ai gestionali spinti come li chiama dado intendo? lo ricordi? c'è n'è uno in particolare? inoltre, come riesci a coniugare il tempo che dedichi al gioco nel senso più ampio del termine con la vita di tutti i giorni? usi la notte? soprattutto visto l'incredibile ed apprezzato impegno che dedichi a noi che ti leggiamo.
infine faccio i complimenti anche per i giochi sul nostro tavolo, dove scrivi molto e bene insieme anche a pinco11 alias fabio ed agli altri.

[color=#000040]...il mondo è diviso in due categorie, chi gioca ai gestionali e chi scava....[/color]

Ritratto di Agzaroth Agzaroth Sab, 25 Apr 2015 - 17:52

come giochi fondamentali per il mio ritorno ai boardgames ne ricordo essenzialmente tre: il Trono di Spade che ci ha traghettato nei giochi moderni di tipo american; Puerto Rico che ha schiuso le porte dei german; infine Indonesia che è stato il primo Splotter Spellen e probabilmente quello che risponde alla tua domanda.

Il tempo lo trovo nei ritagli sul lavoro, per strada (leggo mentre cammino), anche la notte. E naturalmente in bagno :)

(noi) non indulgemmo né a noi stessi né ad altri
IMAGE(<a href="http://i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)">http://i.imgur.com/Sad4cBu.jpg[/img]

Boba Dom, 26 Apr 2015 - 10:19

Ringrazio il Supremo Agza per i tanti consigli/preview/review che condivide con noi, per le tante scimmie trasmesse e per altre fortunatamente soppresse. Sì perchè il giudizio di Agza è garanzia, per conto mio.

La mia storia ludica è molto simile alla sua, nato american e divenuto poi onnivoro ma tendente al german.

Sempre un piacere incontrarti dal vivo, spero in una giocata pure prossimamente. ;)

Grazie per il lavoro+passione svolti sul portale.

Ritratto di predator75 predator75 Dom, 26 Apr 2015 - 21:51

Grande Agzaroth!
Il tuo lavoro in Tana è imprescindibile!
Continua così ;)

www.ideeludiche.blogspot.com , il blog che promuove il gioco da tavola!