Board of dreams - Lo strepitoso gioco da tavolo sul baseball di Marco Pieri

Autore: 
Argomento Articolo: 

Un tabellone, due squadre, due dadi e 9 inning, cosa vuoi di più?
Basta creare un lineup, lanciare la palla, battere fuoricampo e vincere la partita.
Poche semplici regole per una grande passione, il baseball!<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />


Si può sintetizzare così "Board of Dreams", l’italianissimo gioco da tavola sul baseball ideato ed autoprodotto dal toscano Marco Pieri!

 

Un tabellone, due squadre, due dadi e 9 inning, cosa vuoi di più?
Basta creare un lineup, lanciare la palla, battere fuoricampo e vincere la partita.
Poche semplici regole per una grande passione, il baseball!<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

 

Si può sintetizzare così Board of Dreams, l’italianissimo gioco sul baseball ideato dal toscano Marco Pieri (Grossetano di nascita, Lucchese di adozione), ex giocatore di serie C del Massa, un ragazzo che ho avuto la fortuna di conoscere a settembre in Area Autoproduzione, una fucina che sforna sempre più talenti, aiutandoli ad emergere e supportandoli con preziosi consigli!

 

Un gioco che parla di baseball in Italia potrebbe sembrare un azzardo ma la realtà è che in meno di due anni, grazie alla grande passione ed alla professionalità profuse dal giovane autore, il progetto ha riscosso molto successo sia nelle mostre fumetto che in varie manifestazioni e, con l’ultima edizione di Lucca Games 2012, il gioco ha preso anche una sua forma più strutturale, con una fantastica scatola in cartone rigido (il fondo della quale può essere utilizzato come tabellone di gara!).

 

Ma parliamo un po’più approfonditamente delle caratteristiche di Board of Dreams:

 

Il gioco (per 2 giocatori, durata 40/90 minuti) si sviluppa su un ballpark in cui sono presenti il diamante ed il campo esterno, il tutto suddiviso in settori lungo cui viaggia la palla lanciata del pitcher in attesa della risposta del battitore.
Nel gioco la difesa e l’attacco svolgono le loro azioni in modo alternato; in questi turni le azioni di entrambe le parti possono portare la partita ad un livello di gioco molto realistico. Board of Dreams, proprio come in una sorta di Subbuteo (per fare un esempio alla portata di tutti!), permette di avvicinarsi, a furia di “batti e rispondi”, all’ ottenimento di una run o di un out. Il gioco risulta ben bilanciato nonostante sia previsto l’uso di carte e dadi, che sono però fondamentali per dare la giusta dinamicità ed imprevedibilità ad ogni azione.

C’è anche una parte manageriale non indifferente che rende la simulazione completa e soddisfacente anche ai palati più raffinati.

Board of Dreams permette, con la sua dinamica di gioco, l’avvicinamento al baseball anche a chi  non conosce le tante regole di questo sport bellissimo e questo è un grandissimo pregio per un gioco da tavolo sportivo, soprattutto se ispirato ad uno degli sport che non vanno per la maggiore in un paese prettamente di stampo calcistico come l’Italia.

 

Ed ora la parola all’autore:

 

Riferendosi all’ultima edizione di Lucca Games, Marco la definisce un’esperienza più che positiva: “Dire che sono entusiasta di come è andata non rende al massimo la soddisfazione che ho avuto durante questi quattro giorni. Ci sono persone che mi hanno scritto prima, per essere sicure di poter acquistare in fiera il gioco e che poi sono venute appositamente per questo. Ad un certo momento – dice con un pizzico di soddisfazione – il coordinatore dell’area mi ha detto che ha contato 19 persone intorno al mio tavolo per vedere le partite che si stavano giocando. Non mi aspettavo una presenza così massiccia”. (da: fibs.it ).

 

Dove si può reperire Board of Dreams?

 

L’autore spiega che “per quanto riguarda la vendita nei negozi per adesso bisognerà accontentarsi della vendita online, i classici canali di distribuzione ragionano con numeri e profitti ed i giochi di simulazione sportiva storicamente non danno i risultati che i distributori classici vogliono, ma un distributore meno “classico” mi ha già contattato, chissà se il 2013 porterà anche questa sorpresa al popolo del gioco da tavolo”.(da: baseballmania.it ).

 

Inoltre, per chi fosse interessato ad un incontro live, sabato 15 dicembre 2012 si terrà a Nettuno una giornata evento interamente dedicata a questa Real Baseball Experience, il “Board of Dreams Day”.
Marco, che avrà al suo fianco come testimonial ufficiale il campione d’Europa Paolino Ambrosino e tanti altri ospiti del mondo del baseball nettunese, aspetta tutti gli appassionati nella Libreria Fahrenheit <?xml:namespace prefix = st1 ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:smarttags" />451, in Via Carlo Cattaneo 33.

Durante questo evento si potrà approfondire lo strepitoso sistema di gioco creato da Marco, con cui si potrà simulare una vera partita di baseball. Naturalmente ci saranno le scatole complete di Board of Dreams con già alcune espansioni che sono state presentate per la prima volta a Ludica Roma 2012 la scorsa settimana.
L’evento “Board of Dreams Day” è organizzato in collaborazione con la redazione di Baseballmania.it che seguirà da vicino tutta la giornata, in cui si disputerà anche il primo torneo ufficiale di Board of Dreams.

 

Idee Ludiche non può che congratularsi con l’amico Marco Pieri per il crescente successo di Board of Dreams, un gioco capace di affascinare grandi e piccini, trasformandoli da semplici curiosi ad appassionati di uno sport che, nel paese in cui il calcio la fa da padrone, meriterebbe davvero maggiore visibilità!