Catan: Il miglior giocatore del mondo

Argomento Articolo: 

Diego Allegrini.
Domenica 21 Ottobre 2007 - Il migliore giocatore del Catan Worlds, il campionato mondiale de "I coloni di Catan" è italiano.
Per un disguido si è classificato quinto, e non ha disputato la finale al tavolo. Luciano Bertone, già campione italiano, s'è classificato 38esimo con un percorso denso di infinite difficoltà.

Sul podio in basso la Finlandia, seconda l'Inghilterra e al posto primo posto il lettone Arnis Buka. Al di la' dei facili giochi di parole, resta un po' l'amaro in bocca a tanto così dalla posizione più ambita.

Diego Allegrini ha condotto una performance impressionante, tre vittorie e un secondo posto da nove punti nei gironi di qualificazione, secondo solo ad uno dei polacchi, dietro di pochissimi centesimi di percentuale di punti vittoria.
Benché non approdi in finale, complessivamente nella semifinale è il giocatore con più vittorie, più punti e la percentuale di punti vittoria più alta, dominando la Malesia immediatamente dietro di lui e l'intera classifica.

Insomma è un po' come quando si perdono le elezioni con la percentuale di votanti più alta. E' un gioco, nel quale la fortuna può avere una buona parte, ma dove l'interazione tra i giocatori spesso livella tutto.
Diego Allegrini ha dato il meglio di se': dalle sue considerazioni si deduce la cura con cui pianifica nei dettagli le azioni. Prima conduce un analisi psicologica, poi considera la situazione al tavolo e le possibili strategie a breve termine. Infine perfeziona con le considerazioni del momento. Una vera macchina da gioco che macina punti. Seguendo le sue partite ti accorgi che ha messo a punto la capacità di appianare i momenti di sfortuna con i dadi e le situazioni difficili. La sorte è riuscita a piegarla all'insù per se'. Ma il gioco non permette di far nulla contro un quattro che esce costantemente.

Dal sito ufficiale del campionato le classifiche: classifica

Un campionato davvero di buon livello, per tutti gli appassionati che hanno partecipato, e anche per noi.
Bravi Diego e Luciano.
Allenatevi, e anche voi che leggete, perché nei prossimi DUE anni il titolo dovrà essere nostro!