Comunicato ufficiale

Notizie
Tana dei Goblin

 

Comunico che a decorrere dal 31/07/2014 non ricoprirò più la carica in firma in rappresentanza de La Tana dei Goblin; questa esperienza unica e coinvolgente è stata per me occasione di crescita e stimolo nel mio hobby e ringrazio tutte le persone che in questi due anni mi hanno affiancato.

Comunico che a decorrere dal 31/07/2014 non ricoprirò più la carica in firma in rappresentanza de La Tana dei Goblin; questa esperienza unica e coinvolgente è stata per me occasione di crescita e stimolo nel mio hobby e ringrazio tutte le persone che in questi due anni mi hanno affiancato.

La mia decisione è purtroppo dovuta a certe dinamiche che, e parlo ovviamente a titolo del tutto personale, hanno fatto in maniera che la distribuzione dei compiti fosse disomogenea e andasse a gravare su alcuni (pochi) di noi in maniera da richiedere un impegno quasi costante del mio tempo libero.  

Sono consapevole che avrei potuto, essendo un hobby, prendere il mio impegno con meno "serietà" alleggerendo i carichi nella più becera e italiana delle maniere, ma in questo modo sarei stato costretto ad andare contro al mio modus operandi che da sempre mi contraddistingue nel bene e nel male, andando ad intaccare la mia "professionalità" e il marchio che con orgoglio ho rappresentato per anni anche come presidente di affiliata (ruolo che intendo continuare presso LaTana dei Goblin Forlì Cesena).

Non trovando un punto concreto di svolta, dal quale partire nuovamente a valorizzare al meglio le risorse, ho deciso di prendere le distanze e rinunciare all' incarico finora svolto.

Nel tempo ho dovuto cercare il compromesso tra il confrontarmi con persone che hanno poco tempo, e per vari e indubbiamente giusti motivi si rapportavano all'istituzione TdG come ad un hobby e non ad una organizzazione, e la mia necessità di raffrontarmi con chi invece del mondo del gioco ci vive, magari anche per mantenere la propria famiglia come gli editori o gli store, e la situazione ha finito per creare un disagio crescente.

Il mio eventuale lassismo avrebbe potuto arrecare "danni"a realtà imprenditoriali oltre che di immagine a Tana dei Goblin.

In questi ultimi due anni, dei quasi 10 trascorsi come TdG, avevo in mente un disegno ben preciso: un'organizzazione strutturata come le più grandi realtà no profit d'Italia, come C.R.I. o Round Table, per citare due esempi celebri.
La Tana dei Goblin ha questi numeri e poteva (e può) permettermi di credere che questo progetto fosse realizzabile.
Tuttavia, come ogni progetto ben studiato, il bisogno di solide fondamenta e nuova linfa vitale era impellente e necessario, ma ahimè ... le fondamenta richieste erano le persone, vitali sia per quanto riguarda la parte on line, che quella più tangibile di affiliazioni sul territorio nazionale. 
Persone che avrebbero dovuto investire risorse in termini di tempo ... tempo che ai nostri giorni è sempre poco ... Il tutto unito alla mancanza di sinergia e organizzazione di uno staff troppo spesso poco presente.

Un compromesso per raggiungere l'obbiettivo è quindi risultato impraticabile; o si ha un team affiatato, oppure si ha un gruppetto di tante persone che seppur valide, hanno una distribuzione dei compiti disomogenea e discontinua nelle normali funzioni fisiologiche che ha una no profit di questo profilo.

In queste condizioni avrei dovuto ridimensionare questo mio "sogno nel cassetto" facendolo diventare qualcosa di più piccolo e mediocre, rispetto a quanto mi ero ripromesso: chi mi conosce sa che, in virtù dell' idealista e sognatore che sono, non mi è possibile accettare questo tipo di compromesso e preferisco quindi lasciare la situazione ad altri con scopi più percorribili, sulle basi della reale potenzialità che ha Tana.

Chiedo perdono per avervi impegnato per così tanto in una così lunga lettura, ma mi sentivo in dovere di fornire delle spiegazioni chiare sulla mia scelta.

Tutto quanto sopra con il rispetto dovuto alla Tana dei Goblin, che non abbandono come affiliazione nel forlivese e che ringrazio per l'opportunità datami, pur non riuscendo da parte mia a valorizzarla come era richiesto.

Ai miei "collaboratori" ( non ho altro termine con cui indicare le persone meravigliose con cui ho avuto a che fare ) a cui va la mia stima più alta.

Un grazie anche a chi di voi ha creduto nel mio progetto ed in Tana e ci ha supportato come poteva nelle nostre attività di divulgazione.

Saluti
 
Poggi Simone, responsabile rapporti editori e realtà commerciali per La Tana dei Goblin