Cronaca di una Epopea

Autore: 
Argomento Articolo: 

Il sole oramai stava calando dietro i colli, stava lentamente celandosi, stava stancamente chiudendo gli occhi. La notte avrebbe preso velocemente il sopravvento e il calore del giorno si sarebbe perso, la fulgida luce sarebbe stata dimenticata e i penetranti raggi del sole non avrebbero più protetto dalle tenebre.

Calme e puntali, le tenebre, scendevano e coprivano tutto. E l’oscurità fu. Dovunque la malinconia e la tristezza di aver chiuso un altro giorno, la consapevolezza anzi il gelo della solitudine colpiva prendeva e teneva. Dovunque. Tranne che in quell’anfratto, in quella porzione di mondo semplice e così calda. Li! Vicino a Grosseto presso Roccastrada, nell’agriturismo San Guglielmo. Ed è qui che inizia la nostra storia. Una storia che verrà tramandata ai posteri come l’Epopea della Sorella Gemella……

Fiburga, Sargon, Patrick MS, Kromium, Dera, Jones, Zollone, Laurina, Dimarco70 e moglie si sono ritrovati nell’agriturismo San Guglielmo per poter fare solo due cose…. Giocare e mangiare e vi assicuro abbiamo fatto entrambe alacremente e spessatamente… L’incontro era di tipo massonico, solo goblin in Toscana, ma nulla vieta che si possa rifare un giorno estendendo anche ad altri il privilegio… forse… vediamo…

<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" /> 

 

La nostra avventura inizia venerdì 10. Dopo le solite paturnie della sorte malevola riusciamo a ritrovarci all’agriturismo che aspetta noi per buttar giù la pasta… e vi assicuro che ne butterà assai, abbiamo mangiato (in generale nei 3 giorni) come delle bestie nane sapide e sagaci. Dopo un pasto che avrebbe fiaccato i più ma non certo noi goblin di Pisa, veri animali da cortile (alcuni) e da savana (la maggior parte), abbiamo cominciato a svuotare le valigie dei giochi e, senza colpo ferire, abbiamo iniziato a giocare. I giochi a disposizione erano davvero tantissimi e dei più vari, ma per la maggiore sono andate le novità di Essen. Ma procediamo con calma. Il pasto (scena tratta da un film horror) non ci risparmia le consuete amenità tra cui segnalo, non senza qualche lacrima, il tradimento di Zollone che dichiara di preferire Patrick MS a me… delusione… e da quel momento, da quel preciso momento gli argini si sono rotti. Nei pasti Zollone dopo un tentativo mal riuscito di conciliazione (sedendosi vicino a me) si distanziava sempre più, Patrick MS che invece faceva il ritroso nascondendosi dietro le grandi e generose mani di Zollone, Dera che continuava a tirar fuori uova anche sul desco e, mai signori, mai, vi prego, chiedetemi da dove uscivano…. So solo che il mio Eiertanz è ridotto una ciofeca… sigh. Laurina che oramai è stata ampiamente corrotta dal mio maledetto mefitico nonché irriverente modo di stare a tavola… Jones che condivide con me la sana abitudine di star lontano dai formaggi ci deliziava con notizie dall’interno, Kromium che si disinteressava di tutto e pensava al fuoco celando la sacra verità… e dulcis in fundo lui il migliore: Fiburga l’uomo che riesce a reggersi in piedi con la sola forza del naso, uomo talmente sempre in ritardo da aver addirittura saltato la prima cena… si era presentato con sole 3 ore di ritardo che per chi lo conosce non sono poi neanche tante…

 

La serata finisce con pavidi accordi per il mattino dopo mai rispettati, visto che mi paleso alle 9,00 nella zona che ospitava i più svegliandoli e invogliando i recidivi a iniziare la giornata con caffè biscotti e SCANDINAVIA!!!!! Un must (per me) per chi ama i wargame, giocato con le regole base può risultare difficile, ma con le avanzate impossibile…. La partita si protrae fino a pranzo mentre il resto della truppa si diletta con GraveRobbers dell’ottimo Carlo Rossi, gioco velocissimo ma con delle interessantissimi meccanismi di punteggio. Non vi sto a dire cosa è successo a pranzo ci mancava solo di tirare il cibo… Zollone sempre più lontano da me e Kromium celava a tutti la verità governando il fuoco sussurrandogli parole dolci ma decise. Quindi sessione pomeridiana di gioco, credo si stato giocato quasi tutto. Da Imperial a Ubongo, da Project X a Daimyo. Tutti sempre frementi e incontentabili. Perfino Zollone ha dovuto alzare bandiera bianca appena prima della cena, riposandosi. La cena è stata un delirio visto che malauguramente per lei si è palesata la bellissima sorella di Laurina (ma ribadisco io preferisco Laurina decisamente più accattivamente…). Signori dovevate esserci per crederci…. Solo orecchie maggiorenni, ma di molto maggiorenni e soprattutto molto svezzate. Si lo ammetto ho dato il peggio di me, ben coadiuvato da Fiburga, Zollone e Patrick MS… Ci siamo giocati per tutta la vita la sorella di Laurina (Paola) ma ne abbiamo guadagnato in paradisio se è vero che si guadagna divertendosi. Dopo cena cosa di meglio di Eiertanz? Coinvolgendo non solo Paola ma anche le ragazze dell’agriturismo che non hanno potuto resistere al fascino perverso delle uova gialle… nessuno può resistere al loro charme, tanto forte quanto maledetto… 6 partite sapide e violente, specie quella della finalissima dove la suddetta Paola forse per rifarsi della cena ha fatto conoscere la punta delle sue scarpe (stivaletti prego…) direttamente alle mie papille gustative… colpendo ripetutamente e violentemente la mia bocca… ma signori cosa faccio io alle donne???? Quindi la serata si chiude per me con una partita ad Emira dove vi consiglio di prendere sempre e comunque la migliore di tutte, provata ed approvata…. La cammellara, quella che da sconti per l’acquisto dei cammelli, inutile per lo più, ma la migliore… a dispetto di altre che attenzione vanno solo da chi ha il palazzo più grosso e questo non è carino per chi ha problemi personali… comunque Zollone che non mi ha ancora fatto capire QUANDO SI GIOCANO LE CARTE SPECIALI!!!!!!! Per la cronaca ha vinto proprio lui, il più grande ammaliatore di donnine facili… io ero il più ricco sempre e comunque producevo solo soldi e di conseguenza solo le più esose venivano da me… ma io pensavo alle carovane e ai cammelli mica alle donne…delirio anche qui, visto che Dera che giocava con noi si trovava  nella spiacevole situazione di doverci spiegare perché faceva incetta di donnine discinte e sensuali…. Mah signori non indagherei molto…  Ricordo solo Kromium che finisce l’ennesima partita a Gheos (gran bel gioco forse un po aleatorio ma più ci si gioca più è facile trova la mossa migliore) incappucciato come l’Imperatore di Star Wars… ancora tace la verità.

 

 

Domenica si aprono le danze con Yspahan e mega torneone a Pichtcar, dove trionfa l’oscuro e taciturno Kromium, con il nostro campione Dera nettamente in declino… Ci si prende del tempo per visitare il posto, davvero molto bello, davvero. Ci son ruderi di vecchie costruzioni e una abbazia, perfino una cripta, molto evocativa del XI secolo. E poi la natura ha reso incantevole quei luoghi. Tra driadi e naiadi danzanti davvero molto pittoresco. Insomma avrete capito il posto era favoloso e per di più si mangia anche benissimo, ricordo con malinconia i ravioli al ragù della domenica, o la scioglievolezza del pollo di venerdì… senza contare l’olio più fragrante della storia. E i dolci fatti in casa insomma divino. Ma tra le fronde degli alberi che nascondono i tronchi, proteggendoli quasi dagli sguardi indiscreti, consci della loro nudità pieni di pudore, lui, l’Imperatore, il signore del Male, Kromium preso da turbine di passione, ci svela la verità: lui ha UNA SORELLA GEMELLA!!!!! (Obi Wan ha fatto bene a nasconderla a me…). E dunque da quel momento in poi innamorato del suono di queste parole l’ho torturato fino alla fine, povero lui, giocatore convinto e tenace. Ma il tempo è tiranno c’è solo il una giro di clessidra per una partita a Space Dealer… (un gioco di parole continuo questa affermazione…), per me spassosissimo ma per Zollone da bruciare, ma si sa io e lui abbiamo litigato….

 

Un grazie davvero sentito e commosso a tutti quanti hanno partecipato, a tutti quelli che si sono prodigati affinché tutto fosse perfetto. Grazie all’agriturismo che ci ha sopportato per 3 giorni e vi assicuro che non era affatto semplice. Non abbiamo avuto pietà… GRAZIE DI CUORE e alla prossima perché io ho già nostalgia…