Dove acquistano i Goblin? I Risultati!

Autore: 
Argomento Articolo: 

Ottima affluenza di voto in relazione al tempo di permanenza in home page!

Dove acquistano i Goblin?

Vediamo e commentiamo i risultati!


In Italia, online 37 %37 %37 % 37.61% (82)
All'estero, online 22 %22 %22 % 22.02% (48)
Negozio specializzato, di persona 25 %25 %25 % 25.23% (55)
Grande distribuzione, di persona 0 %0 %0 % 0.00% (0)
Gioco coi giochi degli altri 0 %0 %0 % 0.92% (2)
Autoproduco i giochi 0 %0 %0 % 0.92% (2)
Nel Mercatino della Tana, online 0 %0 %0 % 0.92% (2)
Alle convention, di persona 2 %2 %2 % 2.29% (5)
Nessuna preferenza: dove capita 10 %10 %10 % 10.09% (22)

 

Accorpiamo i dati secondo le due macro famiglie ONLINE e DI PERSONA

L'acquisto ONLINE supera il 60% delle preferenze, risultanto il canale principe di acquisto

mentre DI PERSONA si attesta sul 27%.

Di rilievo un 10% che di volta in volta acquista a seconda dei casi mentre chi dichiara di autoprodurre e giocare coi giochi altrui si avvicinano ciascuno a un simbolico 1% scarso.

 

Andiamo nel dettaglio.

Abbiamo un grande sconfitto, di certo.

Si tratta della Grande Distribuzione che chiude con un infame 0%. Siamo ancora lontani dai canoni standard di bene di consumo di massa per i GdT. Cosa che tuttavia sappiamo bene.

Inoltre abbiamo anche un grande vincitore: la vendita ONLINE

Sorprende e può dar da riflettere che il dato degli acquisti ONLINE all'ESTERO sia paragonabile all'acquisto DI PERSONA nei NEGOZI SPECIALIZZATI (22% e 25%). Nonostante le spese di spedizione e in certi casi i dazi doganali quasi 1 goblin su 4 si rivolge a siti esteri. Forse per la voglia di primizie o forse per reale risparmio. Inoltre si può supporre che l'hard gamer non ambisce certo alle localizzazioni o perlomeno primariamente valuta il prezzo finale.

L'acquisto ONLINE in Italia è il canale principe con oltre il 37%, ovvero oltre 1 goblin su 3. La Rete fa bene al commercio? Pare di sì.

Considerazioni oltre i numeri possono portare a valutare una certa predilezione della maggioranza per il risparmio immediato e il gradimento per le primizie. Uno zoccolo duro del 25% apprezza e sostiene il tradizionale negozio specializzato e il relativo valore aggiunto della "prova su strada" dei giochi prima dell'acquisto.

A ciascun consumatore il proprio canale di vendita insomma.