Of Dreams & Shadows: anteprima Essen 2016

Anteprime
Giochi

La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione.


Regolamento inglese: https://www.boardgamegeek.com/filepage/132831/dreams-shadows-rule-book

Of Dreams & Shadows mi aveva attirato subito per la sua natura di collaborativo fantasy. Gioco di Gordon Alford, autoprodotto, vanta un 2-6 giocatori per 120-180 minuti, 14+ d'età. 

In realtà è un Pandemia in salsa fantasy con tanti tiri di dado.

La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione.


Regolamento inglese: https://www.boardgamegeek.com/filepage/132831/dreams-shadows-rule-book

Of Dreams & Shadows mi aveva attirato subito per la sua natura di collaborativo fantasy. Gioco di Gordon Alford, autoprodotto, vanta un 2-6 giocatori per 120-180 minuti, 14+ d'età. 

In realtà è un Pandemia in salsa fantasy con tanti tiri di dado.

IL GIOCO

Il tabellone è simile a quello di Pandemic, con città collegate da una rete e movimento punto-a-punto. Ogni giocatore sceglie un eroe e le rispettive carte equipaggiamento di partenza, poi un cattivone e vari mazzi Scenario ed Evento. 

La partita è divisa in due fasi: Atto I e Atto II. Ogni Atto dura 5 round e alla fine del primo arriva sulla mappa il cattivone di turno. Lo scopo degli eroi è ucciderlo prima della fine della partita.

Il round di gioco è diviso in 4 fasi:

  1. Azioni. Gli eroi fanno tre azioni a testa, anche ripetute, tra viaggiare (una casella per azione), riposare e recuperare vita, lanciare un incantesimo, spendere risorse per acquistare oggetti, scambiarsi roba con un altro eroe nella stessa casella, rimuovere un segnalino ombra dalla mappa, fare la propria azione speciale. Ci sono a volte dei test da superare, sempre fatti tirando un dado e sommandolo alla propria caratteristica interessata: il valore deve superare la soglia indicata dal test. 
  2. Combattimento. Se un eroe è nella stessa casella con un mostro, lo attacca, sempre sommando il suo attacco più i vari bonus al tiro di un dado, vs il valore fisso di difesa del mostro. Se il mostro non muore, contrattacca con un valore fisso contrapposto a quello di difesa più dado dell'eroe. Ci sono alcune opzioni come farsi aiutare da un compagno vicino, ritirarsi, ecc. Se si muore durante l'Atto I, semplicemente si rientra con un altro eroe, invece nell'Atto II si è eliminati dal gioco.
  3. Scenario. Ogni giocatore pesca una carta scenario e la dà a un compagno che la risolve. Spesso ci sono test da affrontare, scelte da prendere, altri nemici da combattere.
  4. Evento. Si pesca una carta evento comune e la si risolve.

L'Atto II è identico al I, con la differenza che c'è il cattivone da ammazzare in campo e che le fasi 3) e 4) vengono saltate. 

PRIME IMPRESSIONI

Come dicevo, Pandemic Fantasy condito con personaggi, equipaggiamento, caratteristiche abilità, oggetti magici e tanti mostri. Pesca carte – eliminato il sistema di epidemie alla Pandemic, sul quale si potevano fare calcoli – e tanti tiri di dado aumenteranno esponenzialmente il fattore fortuna in questo gioco che pare prendere il peggio di Pandemia (la base astratta) per infarcirlo di una trita ambientazione fantasy e complicarlo inutilmente senza aggiungere profondità di gioco, semmai levandone. Se poi la durata si rivelasse veritiera, avremmo 2-3 ore di questo vagare e tirare dadi... vedete voi, ma io penso che di Talisman ne basti uno. 

Autore: 
Agzaroth