E' tutto oro ciò che luccica?

Autore: 
Argomento Articolo: 

Le spieltage di Essen. Non c'è niente di paragonabile al mondo.  <?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

Magnifico, commevonte, siamo tutti d'accordo.

Però 'sta cosa delle classifiche sui giochi, sempre più importanti agli occhi di molti, mi lasciava un po' perplesso. E siccome sono un discreto spacca-calderoli, sono andato a vedere.

IL META-GIOCO DEL GAMER<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

Tu passi davanti allo stand di boardgamesgeek e vedi lo schermo gigante che aggiorna di continuo le classifiche dei giochi con i migliori voti dei visitatori. Wow, pensi, che figata! Così so subito orientare al meglio le mie scelte, vado in cerca dei giochi con i voti più alti. E così fanno tanti altri "gamer".

Che figata 'sta cippa lippa!

E' il posto dove le lobby di questo o quel gioco spingono il loro prodotto, in modo che comparendo tra i primi nello schermo possano orientare le scelte di altri.

Non ci volevo credere.

E allora ho provato; mi sono seduto a uno dei terminali e mi hanno dato subito un codice, senza chiedere il mio nome, senza interessarsi se io avessi conflitti di interesse con qualche gioco in competizione e del tutto indifferenti al fatto che io avessi effettivamente giocato i giochi che intendevo votare.  E così ho messo alcuni voti (pochi), anche a giochi che non avevo mai sentito nominare e il tabellone ne è stato subito influenzato.

Poi mi hanno pure invitato a tornare più tardi per votare di nuovo.

La cosa tragica è che questi voti casuali (anzi, casuali 'sta cippa lippa, perché le varie lobby ben sapevano quello che stavano facendo) influenzavano davvero le scelte del pubblico.

Mahhh. A questo punto ci siamo posti una sorta di "questione morale"; ma del resto, che c'è di sbagliato? Se la regola del meta-gioco del rating è questa, basta seguirla. E' la regola in sè ad essere sbagliata! Magari l'anno prossimo si potrebbe mettere su una bella lobby che sfruttando al meglio, senza peraltro mai trasgredirle, tutte le possibilità offerte dal sistema (e di possibilità ce ne sono tante) influenzi gli esiti come ci pare a noi.

Proprio un bel gioco!

Non ho indagato invece - e quindi non mi pronuncio - sulla classifica di Fair Play, ma a occhio c'era più controllo sui votanti. Per certo questa classifica influenza i gamer anche più dell'altra...

 

dario de toffoli

 

altre piccole cronache da Spiel'11 su www.studiogiochi.com