ESTE in GIOCO 2006

Manifestazioni

Si è conclusa la Conevention nella Bassa Padovana con soddisfazione dei partecipanti e degli Organizzatori...piccole CON crescono !!

Si è conclusa la Conevention nella Bassa Padovana con soddisfazione dei partecipanti e degli Organizzatori...piccole CON crescono !! "Stanotte andrò a letto col sorriso sulle labbra". Queste poche parole, pronunciate da un master distrutto da due giorni di attività ininterrotta, riassumono tutto quello che i ragazzi del Sentiero dei Draghi potrebbero dire a proposito di Este in Gioco 2006.
Un successo? Beh, è una parola grossa ma potremmo anche arrischiarci ad usarla visto che tutto è andato come da programma, senza una sbavatura, senza un'incertezza e con un afflusso di pubblico tutt'altro che trascurabile. Questa è la cronaca più o meno puntuale di un fine settimana... molto intenso, quello del 29 e 30 aprile 2006.
Quest'anno il Comune di Este ci ha concesso il nuovissimo Paleste (il palsport cittadino) e la cosa ci ha gonfiati d'entusiasmo come dei palloncini: uno spazio enorme, razionale, perfettamente illuminato, facilmente agibile e dotato di ampi parcheggi. Un sogno. Ma per sfruttare uno spazio del genere ci vuole un'organizzazione puntuale ed efficente e, soprattutto, un programma ricco. Ecco allora che ai tradizionali tornei di D&D, RisiKo! e Magic, si affiancano quelli di Warhammer e Confrontation e la pingue ludoteca de "Il Sentiero dei Draghi" diventa protagonista inaspettata assieme ad ospiti come Teo Mora ed i ragazzi del "Memento Mori". Infine non manca un esperimento, il primo concorso letterario targato "Sentiero dei Draghi", il cui tema, manco a dirlo, è il Fantastico.
Ma... andiamo con ordine?
Andiamo con ordine.
La sfacchinata inizia il venerdì dopo cena: ci sono i tavoli da pulire, le panche da sistemare, bisogna individuare gli spazi per D&D e per il torneo di Magic, il linoleum da stendere... linoleum da stendere? Volete dirmi che quei cosi sono rotoli e non le colonne di sostegno delle gradinate? Oh, mio Dio... per fortuna siamo in 12.
Poco alla volta la cosa prende forma: arrivano le bacheche per la mostra di miniature, i tavoli per i tornei di Confrontation e Warhammer e le coloratissime scatole dei giochi della ludoteca del Circolo.
Dopo una notte di meritatissimo riposo, la mattina dopo il Paleste e pronto e, ad allietare l'attesa, arriva Teo Mora che propone ai ragazzi dell'organizzazione la sua divertentissima "Carovana del Graal" (due sessioni di gioco consecutive sono indice di gradimento, no?).
Ma per i master del torneo di D&D non c'è requie ed il lavoro inizia subito: già il sabato mattina c'è la prima quadra da mettere alla prova e Vertère spicca il volo. Il resto della giornata trascorre tranquillo e nel pomeriggio, tra alti e bassi, altre tre squadre si danno il cambio ai tavoli del torneo Raven Cup di D&D. La sera, Teo Mora allieta i presenti con un live che tiene impegnati diversi coraggiosi fino a notte fonda, mentre altri (meno audaci o più coscienziosi?) decidono di abbandonarsi all'abbraccio di Morfeo per prepararsi al "tour de force" della domenica.
La domenica inizia con la ressa alla segreteria per il torneo di Magic che quest'anno è tappa ufficiale della Lega VIP: tra i tavoli girano pezzi grossi e carte il cui valore complessivo probabilmente farebbe felici tutti coloro che hanno un mutuo da pagare.
Alla spicciolata arrivano anche gli appassionati di Confrontation e Warhammer che sciamano tra i tavoli e si sbrigano a disporre sui campi di gioco i loro eserciti in miniatura, pronti a dar battaglia a suon di metro e carte dai disegni vivaci e dai nomi pittoreschi.
Sul fronte D&D cominciano a vedersi i nomi più famosi della macroregione e facce più o meno note, piacevolmente sorprese (alcune oseremmo dire "impressionate") dalla cornice in cui si svolge l'Este in Gioco di quest'anno.
Il programma viene rispettato nei minimi dettagli ed alle 20.30 tutti gli eventi sono conclusi.
Il torneo di RisiKo! vede trionfare Paolo Romito che precede Manuel Merlin e Filipo Zanovello, mentre in coda troviamo Flavio Capuzzo, una vecchia conoscenza.
Sul fronte delle miniature Pietro Bello conquista il primo gradino del podio di Warhammer, precedendo Nicola Zanetti e Lorenzo Marchetti; le battaglie di Confrontation vedono vittorioso Luca Lazzarin che precede Marco Brigo e Giuliano Scattolin e Alessandro Candeo, appaiati al terzo posto.
Dal lunghissimo certame di Magic emergono vincitori Matteo Callegari, che si aggiudica il primo posto, seguito da Alessandro Ferrarelli e M. N. S. Larcher.
Il combattutissimo torneo di D&D, valido per la Raven Cup (il campionato nazionale dei giochi di ruolo), incorona quest'anno i ragazzi dell'Antro del Drago Jr, seguiti dai Revelsh Blind Beholders (vincitori del torneo dello scorso anno) e dai Lupululì Lupululà.
Alla fine non ne rimase nessuno...
Alle 21, il Paleste era vuoto. E dopo un brindisi liberatorio eravamo rimasti solo noi organizzatori e... 14 pesantissimi rotoli di linoleum da arrotolare e sistemare.

I Ragazzi dello staff de "Il Sentiero dei Draghi" che hanno organizzato e realizzato la fenomenale edizione di "Este in Gioco 2006" sono:
Lorenzo, Simone "Bubi", Alice, Riccardo, Giacomo, Filippo, Ivan "Cassa 6"; accosciati, da sinistra: Max, Davide, Gabriele "Kairos", Marta ed Ivan.
Un grazie anche ad Enrico, che non ha potuto partecipare ma il cui contributo è stato assolutamente determinante, a Tiziana, a Carlo, ad Alessio, a Manuel, ad Elisa e a tutti quelli che abbiamo dimenticato !

Arrivederci al prossimo anno.
"Este in Gioco 2007" sarà ancora più bella, più grande e più divertete. È una promessa.

Autore: 
kairos2005