FirenzeGioca 2010

Autore: 
Argomento Articolo: 

Che dire di FirenzeGioca 2010?



Sul litorale pisano si direbbe che "s'è fatto ruzzare anco le sèggiole!", ossia "abbiamo fatto giocare anche le sedie", giusto per sottolineare il fatto che nella due giorni fiorentina dedicata al gioco non c'era un angolo del teatro Saschall che non fosse invaso da giocatori e famiglie intenti a gustarsi qualche prodotto ludico immersi nel clima di festa che da sempre contraddistingue la manifestazione del capoluogo.



Volete saperne di più? Continuate a leggere!


Il numero di presenze è stato impressionante, tanto da mettere a dura prova la capacità della struttura ospitante: la doppia ludoteca, in parte gestita dai ragazzi della Tana dei Goblin Pisa e per quanto riguarda i giochi più "classici" dal Gruppo Ludico "Chi Non Gioca :. Di Non Tocca" (non è un refuso, si chiamano proprio così!) ha invaso ogni tavolo, ogni sedia, ogni angolo di pavimento, per le 22 ore di apertura al pubblico.

Ogni espositore aveva i suoi tavoli da gioco, in cui provare le ultime novità o conoscere successi ormai consolidati; buona l'affluenza ai tornei, che di sabato si sono protratti fino a mezzanotte, e sicuramente positivo il clima di collaborazione fra diverse realtà che si sono "unite" per far giocare la Toscana.

Gare di cubi di rubik, giocolieri, gli immancabili e bellissimi giochi dell'Ingegneria del Buon Sollazzo, sessioni di giochi di ruolo, duelli a colpi di spade di lattice, partite di playtest a fianco di hardgamers impegnati in epiche battaglie: a FirenzeGioca giocavano davvero tutti!



Come Creatori di Divertimento ci teniamo a ringraziare gli editori che come sempre collaborano a Giochi con l'Autore e che supportano la BoardGameLeague, che anche stavolta ha portato in fiera tre tornei di alto livello dedicati a tre successi internazionali (Vasco Da Gama, Kingsburg e Jerusalem); gli ospiti di Giochi con l'Autore, Roberto di Meglio e Michele Mura; l'instancabile Nicola Castellini e la Tana dei Goblin di Padova che, all'interno dell'area dedicata a anteprime e playtest hanno offerto al pubblico due giorni di "Lezioni di Astratti"; i ragazzi di Narrattiva che hanno macinato demo di giochi di ruolo a fianco di giovani autori emergenti... e ovviamente tutti gli altri, dai volontari ai giocatori, che hanno reso FirenzeGioca quello che è: una grande festa, in cui ci si diverte davvero!



La crescita dell'evento è evidente, sia per l'affluenza davvero massiccia (a breve qualche foto a sostegno del mio entusiasmo), sia per il grande affiatamento fra tutte le realtà coinvolte, che ha visto lavorare spalla a spalla i divulgatori e i sostenitori di ogni tipo di gioco, dai duelli di LARP al gioco da tavolo, dagli appassionati di rompicapo agli autori di giochi.

I Creatori di Divertimento sono onorati e felici di aver potuto contribuire, anche se solo in minima parte, alla riuscita dell'evento: un grazie speciale a Mirella e a tutti gli altri organizzatori, che hanno trasformato l'idea di far giocare Firenze in una divertentissima realtà.

Trovate altre foto su Facebook, alla pagina di FirenzeGioca, e su www.creatorididivertimento.com


Al prossimo anno!



Marco "Iz" Valtriani