Giocatore dell'anno 2005

Siti

Venezia, 11 aprile 2005
Il romano RAIMONDO NASO [Goblin e componente della squadra di Giocofollia, NDA] ha vinto il  GIOCATORE DELL'ANNO 2005 valido quale CAMPIONATO ITALIANO di GIOCHI di TAVOLIERE  che si è svolto all’Hotel Mosella di Chioggia-Sottomarina (VE) dall’8 al 10 aprile.
A Naso, uno dei favoriti della vigilia e già più volte in passato nelle posizioni di vertice, va dunque il titolo di Giocatore dell’Anno 2005.

Venezia, 11 aprile 2005
Il romano RAIMONDO NASO [Goblin e componente della squadra di Giocofollia, NDA] ha vinto il  GIOCATORE DELL'ANNO 2005 valido quale CAMPIONATO ITALIANO di GIOCHI di TAVOLIERE  che si è svolto all’Hotel Mosella di Chioggia-Sottomarina (VE) dall’8 al 10 aprile.
A Naso, uno dei favoriti della vigilia e già più volte in passato nelle posizioni di vertice, va dunque il titolo di Giocatore dell’Anno 2005.

Serrata la lotta per i posti d’onore: alle spalle di Raimondo (31 punti), il campione locale Alessandro Bellemo (30,5), al terzo il massese Giacomo Zucchelli (30), quindi perfettamente appaiati al quarto posto Fausto Gubinelli di Tivoli (RM) e Andrea Ardizzon di Chioggia (30).
Solo sesto e settimo i vicentini Riccardo Zulian e Maurizio Chiumento, crollati alla distanza dopo che la conquista del titolo sembrava fosse una sfida tutta berica.
Molto avvincente pure la lotta per il titolo a squadre: dopo le prime prove sembrava non esserci storia perché il vantaggio accumulato dai Magno Gato di Vicenza non dava spazio a ragionevoli possibilità di rimonta.
Grazie ad uno stato di forma eccezionale, Naso invece ha preso per mano e trascinato la squadra Giocofollia di Roma: prima dell’ultimo dei giochi in programma le due squadre erano perfettamente affiancate punti e grazie ad una prestazione corale migliore i romani Raimondo Naso, Pierpaolo Turitto Giacomo Mearelli e Valerio Salvi della GIOCOFOLLIA si sono imposti 109-107 sui comunque bravissimi Riccardo Zulian, Maurizio Chiumento, Enrico de Bono e Fabio Caldieraro di Vicenza.
Per dare un’idea della prestazione, basti pensare che nessuna squadra fino a ieri nelle precedenti edizioni della competizione aveva mai totalizzato 107 punti! Emozionante pure la lotta per le posizioni di rincalzo con il Tibur Lubens di Tivoli che solo all’ultimo gioco ha superato la squadra locale del Clodia Ludens: purtroppo il fattore campo non è stato determinante visto che anche nell’edizione corrente la squadra non ha tenuto alla distanza dopo esser stata a lungo la principale antagonista dei Magno Gato.
Da segnalare infine che la compagine romana Giocofollia, cui ora spetterà l’ arduo compito di difendere i colori azzurri al Campionato Europeo di Giochi di Tavoliere in ottobre ad Essen (Germania), era sempre salita sul podio (ma non ancora sul gradino più alto) nelle precedenti edizioni del campionato.
In concomitanza alla manifestazione s’è disputata una selezione valida per il 5° Campionato italiano de I Coloni di Catan che con i suoi 56 partecipanti è stata la più numerosa di sempre e dato il livello dei partecipanti può essere definita come una vera e propria “prova generale” per la finale.
In questa selezione s’è imposto Alessandro Bellemo di Chioggia (lo stesso che è giunto 2° al campionato italiano di giochi di tavoliere) capace di vincere ben 6 partite su 6! Nella finale il campione di Chioggia ha messo in riga Devan Maggi di Milano (il campione italiano di giochi di tavoliere uscente), Diego Crivellaro di Piove di Sacco (PD) e Fabio Caldieraro di Vicenza (VI).
Gli altri premi della manifestazione: Sabrina Bertellloni-Giacomo Zucchelli di Massa il titolo di Miglior coppia; Giacomo Zucchelli di Massa il titolo di Miglior debuttante; Alessandro Bellemo il titolo di Miglior giocatore chioggiotto; Carlo Castino di Roma il Premio Fair Play; alla squadra A.R.K.A. di Cagliari Squadra Novità.
La kermesse ha visto la partecipazione di 76 concorrenti provenienti da molte città italiane.
Come già nella scorsa edizione in 9 diversi giochi dai più “classici” ai più nuovi, tra i quali un inedito per tutti: Stop and Go! di Silvano Sorrentino.
La manifestazione inoltre è stata l’occasione per il lancio in Italia di Ticket to ride Europa di Alan R. Moon (Days of Wonders/KDS), la nuova versione del gioco Spiel des Jahres 2004.
Gli altri 7 giochi erano: Acquire di Sid Sackson (Avalon Hill/Hasbro International), Carcassonne di Klaus-Jürgen Wrede (Hans im Glück/Venice Connection), Colossal Arena di Reiner Knizia (Fantasy Flight/Nexus), Domaine di Klaus Teuber (Editrice Giochi), Druids di Leo Colovini (Kidult Game), I coloni di Catan di Klaus Teuber (Tilsit), Rummikub di Efraim Hertzano (Ravensburger/Lemada).
Nonostante la maggior parte dei giochi prevedesse una cospicua componente di fortuna, il fatto che ai primi due posti ci siano Naso e Bellemo (rispettivamente 3° e 4° nell’edizione del Giocatore dell’ Anno disputato a Jesolo), testimonia quanto alla lunga la strategia di un buon giocatore paghi più di qualche pescata di carta felice!
Risultati completi e foto sul sito www.studiogiochi.com.
 
Ulteriori informazioni:
studiogiochi
S.Polo, 3083 - 30125 VENEZIA
tel. 0415211029
fax 0415240881
info@studiogiochi.com
Ringraziamo per il sostegno all’iniziativa l'Hotel Mosella e le case editrici daVinci, Editrice Giochi, KDS, Kidult Game, Nexus, Ravensburger, Tilsit Italia, Unicopli, Venice Connection.