[Guide Strategiche] Il Trono di Spade in 12: introduzione e link

Guide Strategiche
Giochi
 [Guide Strategiche] Il Trono di Spade in 12: l'evoluzione della mappa e del gioco
 
Questa storia parte da lontano.
Scoperto il Trono di Spade come alternativa al RisiKo, ci rendemmo conto che esisteva un mondo di giochi da tavolo con un livello di game design decisamente superiore a quello dadi&carte a cui eravamo abituati. Il Trono forniva lo stesso livello di scontro di RisiKo con una profondità e una strategia decisamente superiori, limitando moltissimo l'invadente fattore fortuna a cui eravamo nostro malgrado abituati.
 
Penso giocammo al Trono e solo al Trono (prima edizione + espansione) almeno per un anno di fila.
[Guide Strategiche] Il Trono di Spade in 12: l'evoluzione della mappa e del gioco
 
Questa storia parte da lontano.
Scoperto il Trono di Spade come alternativa al RisiKo, ci rendemmo conto che esisteva un mondo di giochi da tavolo con un livello di game design decisamente superiore a quello dadi&carte a cui eravamo abituati. Il Trono forniva lo stesso livello di scontro di RisiKo con una profondità e una strategia decisamente superiori, limitando moltissimo l'invadente fattore fortuna a cui eravamo nostro malgrado abituati.
 
Penso giocammo al Trono e solo al Trono (prima edizione + espansione) almeno per un anno di fila.
Grande fu la sorpresa e la gioia quando in rete trovammo questo 
con tanto di mappa, regole e carte casata per giocare fino a 9. 
Certo trovare 9 persone non era cosa semplice e le partite che facemmo includevano novizi che inevitabilmente alteravano un po' il tutto. Ma era comunque un gran divertimento. 
Purtroppo la mappa era decisamente stretta, con pochi territori, in 9 diventava presto una royal rumble e si rischiava seriamente di uscire dalla partita molto presto. Inoltre la variante prevedeva un quarto mazzo di carte Westeros dagli effetti davvero troppo pesanti.
 
Uscita poi la seconda edizione, un utente russo di BGG ha disegnato questa:
che includeva anche una parte di Essos, dando alla mappa una “storia” più aderente al libro, nonché un migliore aspetto grafico.
 
Quello che non convinceva, nella mappa del russo, era la divisione di alcuni territori, in particolare dei mari lato est, alcune casate un po' troppo sacrificate, l'assenza di porti con fortezze in punti cruciali. 
 
Grazie all'aiuto di vari utenti, tra cui non posso dimenticare Aledrugo e Ciurlo, la mappa si è evoluta fino allo stato attuale. 
Per prima cosa sono stati risistemati i mari in modo da rendere la situazione più chiara e dinamica, come maggiori connessioni tra Westeros ed Essos e uno scorrimento più rapido a est, in senso verticale. Alcuni confini sono stati risistemati e lo stesso è avvenuto con le distribuzione di castelli, fortezze, corone, botti. Sono stati tolti segnalini neutrali che in 9 avevano poco senso.
 
 
In seconda istanza si è provveduto a limare la posizione del Greyjoy che partiva con Pyke e il suo porto a contatto di due mari, risultandone così troppo avvantaggiato. 
 
In terzo luogo si è provveduto a dotare i porti strategici di una fortezza al posto del castello, per dare loro un senso e permettere di contrattaccare con efficacia a un embargo navale (che è poi lo scopo principale dei porti).
 
Infine c'è stata ancora una ridistribuzione degli elementi di gioco, per dare valore a certe zone e rispecchiare meglio gli equilibri.
 
Parallelamente si è lavorato sul setup, bilanciando ambientazione e posizioni strategiche. Le casate centrali partono con un punto in più rispetto alle periferiche (che hanno almeno un fianco coperto) e quelle senza navi (le navi hanno un ruoli strategico fondamentale nel TdS) hanno un ulteriore punto. 
Ecco perchè, ad esempio, il Tully – centrale e senza navi – parte con 7 punti di truppe rispetto allo Stark che ne ha 5. 
 
Infine, per partire più spediti e iniziare lo scontro già nel vivo (in 9 i tempi si allungano ed è meglio accellerare un po'), il setup è stato ampliato aggiungendo un punto per casata, con un nuovo territorio a testa. Suggestiva anche la nuova sistemazione Targaryen che parte con 3 draghi, i quali, come da libri, aumentano progressivamente la loro forza: 1 al primo turno, 2 al secondo e infine 3 dal terzo in poi (l'idea è di Spartan). 
 
Dopo le prime tre partite online, fatte condiverse utenti, ha dato un grosso contributo anche Lorunks e dopo diverse discussioni e prove, siamo giunti a questa nuova e ultima mappa, che vedete comprensiva di setup.
Sono stati riuniti alcuni territori a Essos e a Nord, aggiunta una nave al Targaryen, modificato qualche equilibrio al centro della mappa (castello a Blackwater) e potenziato il Tully, spostandone il baricentro verso Harrenal, a spese di Seagard che, nelle partite online, ci siano resi conto essere più dannosa che altro, come fortezza.
 
Ultime partite online e ultime modifiche (ponte a Harrenal, chiusura del Golden Sound)
 
 
Le regole speciali della mappa sono le seguenti:
 
1) Se attacchi il Moat Caylin attraversando un confine verde-palude, hai -1 alla Forza finale complessiva di combattimento.
2) +1 in Forza finale complessiva quando combatti nel tuo territorio madre (sia in attacco che in difesa), ovvero quello con lo scudo casata disegnato a inizio gioco. Il bonus vale solo se il combattimento avviene nel territorio, non partendo da esso.
3) I confini neri (montagne) e azzurri (fiumi) sono invalicabili, a meno di ponti (solo per i fiumi) o draghi.
4) Ogni giocatore sulla mappa grande ha a disposizione un totale di 12 fanti, 8 navi, 5 cavalieri, 3 macchine d'assedio, 25 segnalini potere. Su Beyond the Wall i giocatori hanno 8 fanti, 4 cavalieri (gli Estranei ne hanno5); Bruti e GdN anche 3 giganti/catapulte. I segnalini potere a disposizione sono 20.
5) Il Targaryen ha a disposizione 3 draghi. Questi sono pezzi unici: una volta persi, non si possono più rifare. Un drago ha Forza 3 sia in attacco che difesa, da adulto. I 3 draghi iniziano il gioco da cuccioli e hanno Fo1 al primo turno, Fo2 al secondo e Fo3 dal terzo turno in poi. I draghi volano: ignorano le restrizioni date dai confini di fiume, montagne o palude. I draghi possono attaccare, supportare e sfiaccolare in un mare adiacente alla terra in cui si trovano ma, al termine della battaglia, devono tornare in un'area di terra che sia o quella di partenza o un'altra appartenente ai Targaryen. 
6) Se si gioca senza Carte Obiettivo, la vittoria arriva con 7 castelli/fortezze o anche solo con 6 di valore complessivo = o > 9 (es: 3 fortezze e 3 castelli)
 
La mappa la trovate qui
Il setup invece qui
Qui le carte casata per Tully e Targaryen
Per la casata Arryn sono utilizzate quelle ufficiali contenute nell'espansione Il Dominio della Regina.
Altre carte dei mazzi sono state sostituite con queste.
 
Purtroppo la prima partita online effettuata non è andata benissimo (era stata fatta con la mappa 6.0, ancora da limare parecchio), sia per alcune posizioni poco bilanciate che per la lentezza dei giocatori. Per cui ci siamo arenati sul 4° turno, impossibilitati a concludere. 
 
Ma la cosa non è finita lì. 
Ben quattro nuovi moduli sono stati aggiunti al sistema.
 
- Il primo (suggerito da Aledrugo e sviluppato poi da me e LupoSolitario), prevede le alleanze tra più casate, su modello del gioco Fief. Si po' vincere in alleanza, tradire i propri compagni, utilizzare i ponti di barche degli alleati, ecc.
 
- Il secondo utilizza, invece della classica vittoria a castelli/fortezze, un sistema a punti vittoria mutuato dall'espansione ufficiale Il Dominio della Regina, riadattato alla mappa a 9.
In pratica ogni giocatore un obiettivo pubblico di casata e degli obiettivi segreti che gli forniscono PV (lo scopo è sempre arrivare a 7). Inoltre ciascuno ha un diverso obiettivo pubblico di Vittoria Istantanea che gli consente di vincere immediatamente la partita.
e vi servirà anche questo, con le zone di influenza per le varie casate, utilizzate per un obiettivo di Vittoria Istantanea.
 
- Il terzo modulo è stato il più ambizioso. Anche questa idea è partita da Spartan, che mi ha proposto di realizzare una mappa oltre la barriera e introdurre in qualche modo le fazioni dei Guardiani della Notte, dei Bruti e degli Estranei. Il sistema di gioco doveva essere al contempo legato alla mappa di Westeros e alle 9 casate, ma anche svincolabile per essere giocato da solo, in una partita a 3 giocatori oltre la Barriera. 
Così, scaricando qualche mappa da internet, mi sono messo al lavoro con i potenti mezzi tecnologici che ormai padroneggio (= Paint). 
La mappa è stata creata, rifinita sulla base della geografie e delle esigenze belliche. Il regolamento steso, provato, testato, modificato, fino alla forma finale. Stessa cosa per il setup, che ha richiesto questa volta molto più tempo, specie per la particolare condizione dei Bruti. 
Anche le carte casata hanno subito parecchie modifiche, prima della forma attuale.
Quello che volevamo ottenere era:
- forte differenziazione tra le tre fazioni, più che nel gioco base. Questo è stato ottenuto facendo dipendere con tutta una serie di regole. Ad esempio, per i rifornimenti in botti i GdN dipendono essenzialmente dalle casate di Westeros, mentre i Bruti sanno procurarsi risorse sul territorio e gli Estrenei non ne hanno proprio bisogna ma aumentano progressivamente la propria forza. Per gli arruolamenti, i GdN dipendono ancora in buona parte dalla generosità di Westeros e minimamente dalla carta Yoren; i Bruti e gli estranei arruolano in base ai territori controllati ma i primi possono concentrare le proprie truppe dove vogliono, i secondi no. Gli Estranei non hanno bisogno di controllare i territori: i loro morti viventi spuntano letteralmente come funghi. Inoltre l'assenza di navi faceva calare drasticamente il livello tattico, al quale si è ovviato in parte introducendo unmazzetto parallelo di carte Tides of Battle, utilizzato da ogni fazione con le stesso modalità di ricircolo del mazzo Casata.
In definitiva ne è risultato uno scenario particolare, con i GdN che devono giocarsi molto bene le prime mosse, per poi rimanere progressivamente schiacciati verso la barriera. I bruti hanno il ruolo più difficile, dato che sono tra due fuochi, ma hanno anche la partenza più esplosiva. Infine gli Estranei crescono piano, progressivamente e inevitabilmente, premendo inesorabili a sud come una slavina che parte da una piccola palla di neve e fa franare una intera parete. 
e le carte per:
 
qui potete ammirare la sintesi delle due mappe (Westeros e Beyond The Wall) ad opera di Lorunks:
 
ed ecco il link a questa mappa completa
e al suo setup 
 
- Un'ultimissima variante - consigliata solo a giocatori esperti - è quella, creata da Spartan, che consente un inizio sempre diverso, con un differente setup personalizzato delle casate e anche delle scale di potere.
con la mappa annessa da utilizzare, per i territori di reclutamento delle singole casate.
 
La seconda partita online è stata fatta con la mappa definitiva (anche se col setup depotenziato) e tutti e tre questi moduli. Devo dire che, grazie ad alcune piccole correzioni in corsa e soprattutto alla professionalità e disponibilità dei giocatori, né è risultata una partita coinvolgente e piacevole, aperta quasi fino alla fine a molti esiti. E dopo ci sono state molte altre partite che hanno dato vita a queste progressive rifiniture.
 
È anche grazie a loro che do inizio a questa serie di articoli per illustrare meglio caratteristiche, strategie e tattiche di questo Trono di Spade a 12 giocatori. 
 
NOTA IMPORTANTE: ANCHE DOPO LA STESURA DI QUESTO ARTICOLO E DEI SUCCESSIVI DELLA GUIDA, ABBIAMO CONTINUATO A FARE PICCOLE MODIFICHE E AGGIUSTAMENTI ALLA MAPPA E AI MAZZI. I LINK RIMANDANO SEMPRE AL FILE PIù AGGIORNATO, MA TENETE PRESENTE CHE ALCUNE IMMAGINI O CONSIDERAZIONI DELLA GUIDA, A PARTIRE DA QUESTO ARTICOLO, POTREBBERO NON CORRISPONDERE PIU' ALLO STATO ATTUALE DELLE COSE. PER MAGGIORI INFORMAZIONI, CHIEDETE NEL FORUM "GIOCHI ONLINE" OPPURE DIRETTAMENTE A AGZAROTH, SPARTAN O LORUNKS.
 
Un ultimo esperimento è stato quello di rimuovere completamente il Tully ed inserire il Bolton. La mappa è stata ripensata e rivista, lo stesso il setup e tutte le carte delle casate sono state rifatte da capo, dando a ciascuna una forte connotazione tematica. Tutto il materiale nuovo e ultimo lo trovate a questo link -> TRONO DI SPADE RELOADED
 
Buon divertimento e buon gioco ;)

Commenti

Salve! Avreste qualche consiglio su come stampare in 3D le pedine per le casate in più e giocare a 12?

esiste un modo per procurarsi le pedine ?

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare