Heroes of Land, Air & Sea: antemprima Essen 2016

Anteprime
Giochi
Giochi collegati:
Heroes of Land, Air & Sea

La segunte antemprima è basata sulla sola visione di questo video e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione.

La segunte antemprima è basata sulla sola visione di questo video e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione.

Dopo gli innumerevoli Tiny Epic, Scott Almes ci riporva con quella che sembra una versione espansa delle sue ultime "tiny" fatiche.

 

IL GIOCO

Heroes of Land, Air & Sea è un tipico 4 X game della durata di 60-90 minuti. Il base dovrebbe essere per 4 giocatori, ma aggiungendo nuove fazioni sarà possibile arrivare fino a 6. Le fazioni del base saranno i classici Orchi, Umani, Elfi e Nani, ovviamente in guerra per la supremazia dei continenti, ma c'è da aspettarsi che la campagna di crowdfunding (che dovrebbe iniziare a gennaio 2017 su Kickstarter) ne sbloccherà parecchie altre.

Ognuna di esse avrà 20 miniature con 5 diversi modelli (uno per i guerrieri, uno per i lavoratori e tre diversi per ognuno dei tre diversi tipi di Eroe), ma dovrebbero esserci anche dei "vascelli" di acqua e di aria (da qui il nome del gioco), diversi per ogni fazione (ad esempio il vascello volante degli orchi sarà un drago).

Qui a fianco potete vedere quello che è chiaramente un prototipo del gioco. Ogni giocatore avrà davanti a sé una plancia che rappresenterà la propria Capitale e nella quale vedrà riepilogate tutte le azioni possibili: 9 in tutto, divese fra Azioni della Capitale (Addestrare, Edificare, Ricercare, Commerciare) e Azioni di Conquista (Marciare, Invadere, Salpare, Volare, Lanciare Incantesimi). La Capitale, costituita da diversi edifici come la Caserma, la Torre del Mago o il Molo, parte dal livello 1 e potrà essere espansa fino al 3, cosa che espanderà anche gli edifici permettendo azioni più incisive. La Capitale stessa sarà rappresentata sulla mappa da un modello 3D (probabilmente in cartoncino) che potrà essere modificato ogni volta che si fa l'upgrade.

La sequenza di gioco è estremamente semplice: al proprio turno il giocatore dovrà usare uno dei suoi lavoratori per eseguire una delle azioni; nel turno degli altri potrà invece decidere di spendere uno dei suoi lavoratori non ancora usati per "seguire" le azioni di qualcun altro. Quando tutti hanno esaurito i propri lavoratori, ognuno guadagna risorse in base a dove si trovano sulla mappa: vedete, infatti, che ci sono aree di diverso colore, ognuna legata ad una particolare risorsa (Mana, Cibo e Minerali). Poi si riprende con la fase delle Azioni.

La fine del gioco può essere attivata da una delle quattro condizioni poste, corrispondenti alle 4 X:

  • quando un giocatore ha espanso la propria Fazione fino ad avere tutti i propri lavoratori disponibili;
  • quando tutti i Token Esplorazione sono stati presi (sono i tassellini bianchi che vedete nel prototipo, che rappresentano piccoli bonus come rinforzi, risorse, eventi e sono ottenuti dal giocatore che per primo entra nella ragione che li contiene);
  • quando un giocaotre invade e distrugge la Capitale di un avversario;
  • quando un giocatore ha costruito tutte e tre le sue Torri.

A questo aggiungete i tre diversi Eroi disponibili per ogni fazione, ognuno con le sue particolari abilità e anch'essi potenziabili quando si espande la Capitale, un Mazzo degli Incantesimi che possono essere aquisiti ed usati in varie e diverse occasioni (dallo spostamento alla guerra) e un Mazzo Tattica.
Proprio il Mazzo Tattica determinerà l'andamento delle battaglie. Questo mazzo, identico per ogni giocatore, è costituito da sette carte tutte diverse fra loro, che avranno un certo costo in risorse e che permetterà di compiere particolari azioni e combinarsi fra attaccante e difensore. Ad esempio, la carta Barricate è usabile solo dal difensore e se viene giocata contro una Carica darà un bonus di +3; ma se l'attaccante avesse giocato la carta Assedio, avrebbe avuto lui un bonus di +3 contro la Barricata. Dal momento che le carte sono giocate in segreto, simlutaneamente, sono uguali per tutti e le risorse di tutti sono sempre visibili, sarà facile sapere cosa potrà o non potrà giocare l'avversario e questo orienterà sicuramente la strategia prima e durante la battaglia.
 

CONCLUSIONI

Le informazioni sono sicuramente molto poche per trarre delle reali conlusioni, ma a prima vista Heroes of Land, Air & Sea appare un gioco solido, sicuramente non innovativo (prendendo a piene mani non solo dal genere, ma anche dai vari Tiny Epic Games dello stesso autore), con un motore semplice ma ricco di opzioni differenti. Pronostico che parte del successo sarà dovuto anche alle miniature e all'effetto collezione proprio dei possessori dei precedenti Tiny Epic Games. La possibilità di arrivare a sei giocatori lo renderà sicuramente più appetibile, ma temo molto l'allungarsi dei tempi di gioco per un titolo che, in quanto a complessità, dovrebbe restare su una fascia al massimo media.
Per saperne di più però, non resta che aspettare gennaio.