I Giochi presentati dall'editore: Calciotto

Autore: 
Argomento Articolo: 

Per la rubrica "I Giochi presentati dall'editore" proponiamo questa anteprima, redatta dall'editore Serfer Giochi: gentile pubblico, ecco a voi Calciotto! 

N.d.R.: la rubrica offre articoli che propongono la presentazione o anteprima dei giochi direttamente dalla voce dell'editore. Sebbene La Tana dei Goblin non consenta recensioni ufficiali redatte da autori o editori, è possibile proporre le proprie anteprime in questa rubrica.  


Calciotto
Autore: Sergio Fersini Ambientazione: Sportivo

Editore: Serfer Giochi  Meccaniche: Tira e muovi, Card driven
Giocatori: 2+ Link regole: n.d
Durata: 45 minuti Link recenione: Calciotto
Tipologia: GdT Difficoltà: Media

 

I giocatori dispongono 8 calciatori in campo (compreso il portiere) in base alle proprie scelte tattiche scegliendoli dai 13 a loro disposizione.

Ogni calciatore ha un ruolo (attaccante: A; centrocampista: C; difensore: D; ala-terzino: T; portiere: P) e una forza di contrasto/tiro e movimento diversi (la scritta alla base della miniatura "4A2 " indica che quel calciatore è un attaccante (A) che ha una forza di contrasto/tiro di base due (2) e si muove di massimo quattro caselle (4)).

I calciatori si muovono sul piano di gioco solo in orizzontale e/o verticale, mentre i passaggi/tiri possono essere fatti solo in linea retta orizzontale o verticale o diagonale. Il piano di gioco è diviso in 5 zone (da linee tratteggiate scure) e cioè 1 zona difesa, 1 centrocampo, 1 attacco (corrispondente alla zona difesa dell'avversario) e 2 ali (le fasce laterali).

Se un calciatore si trova fuori dalla propria zona di competenza (esempio: C deve stare nella zona centrocampo,ecc.) non può utilizzare i propri punti base contrasto/tiro indicati sulla base della miniatura.


Fase SPOSTAMENTO: Per spostare i calciatori si lanciano i due dadi e si ottiene un punteggio totale di spostamento che può essere utilizzato liberamente per tutti i calciatori della propria squadra per eseguire i movimenti (ogni calciatore ha un punteggio massimo di movimento sfruttabile indicato sulla base della miniatura) e/o il passaggio del pallone da un calciatore ad un altro di 1 casella per ogni punto spostamento utilizzato per il passaggio.

Fase CONTRASTO: Per contrastare il calciatore con possesso palla occorre arrivare con un proprio calciatore sulla casella contigua, non diagonale, a quella del calciatore avversario che ha il pallone. Si attiva così la fase di contrasto: il giocatore che attacca lancia i due dadi e somma il punteggio ottenuto al proprio punteggio base di contrasto/tiro indicato sulla base della miniatura; il giocatore che si difende (con possesso palla) fa la stessa cosa; in caso di parità si rilanciano i dadi; se il giocatore che attacca realizza un punteggio maggiore conquista il pallone ed ha il diritto di eseguire la mossa successiva per la fase spostamento; se il giocatore che si difende realizza il punteggio maggiore mantiene il possesso palla ed ha il diritto ad eseguire la mossa successiva per la fase spostamento.

TIRO: Per eseguire il tiro in porta occorre trovarsi col calciatore che ha possesso palla nella propria zona attacco (coincidente con la zona difesa dell'avversario) il tiro può essere eseguito da tale zona se si è nella fase spostamento utilizzando i punti a propria disposizione, ottenuti dal lancio dei due dadi, anche per far arrivare il tiro in una delle 4 caselle della zona porta (il tiro è come il passaggio e quindi può essere eseguito in orizzontale o in verticale oppure in diagonale). Se il pallone arriva in porta si attiva la fase

PARATA/GOL: il giocatore che tira lancia i due dadi e somma il punteggio ottenuto al proprio punteggio base di contrasto/tiro indicato sulla base della miniatura; il giocatore che si difende (col portiere) fa la stessa cosa; in caso di parità si rilanciano i dadi; se il giocatore che tira realizza un punteggio maggiore segna un GOL, palla al centro e si ricomincia; se il giocatore che si difende realizza il punteggio maggiore si ha la PARATA, il portiere mantiene il possesso palla ed ha il diritto ad eseguire la mossa successiva per la fase spostamento (cioè rilancia il pallone: si lanciano i due dadi e il punteggio ottenuto viene raddoppiato per poi essere utilizzato per rilanciare il pallone e anche volendo per spostare i calciatori). Se il tiro arriva sulla casella del portiere, il calciatore che ha tirato perde i suoi punti contrasto/tiro indicati sulla base della miniatura (quindi la fase PARATA/GOL viene eseguita dal calciatore che tira col solo punteggio dei 2 dadi); se il tiro arriva sulla casella adiacente al portiere (di fianco) entrambi i giocatori utilizzano anche i rispettivi punti contrasto/tiro indicati sulla base della miniatura; se il tiro arriva sulla seconda casella di fianco al portiere, il portiere perde i suoi punti contrasto/parata (gli stessi come contrasto/tiro dei calciatori) indicati sulla base della miniatura (quindi la fase PARATA/GOL viene eseguita dal portiere col solo punteggio dei 2 dadi).

All'inizio del gioco vengono distribuite 5 carte Calciotto ad ogni giocatore. Queste possono essere pescate dal mazzo durante il proprio turno se si fa un 6 col dado rinunciando però al punteggio di tale dado. Per ogni 6 ottenuto dai dadi si può pescare una carta. Cioè se per esmpio in fase spostamento il giocatore di turno realizza coi due dadi 6+4 (10 punti spostamento) può scegliere di rinunciare a 6 punti spostamento per pescare una carta e quindi la sua fase si spostamento verrà proseguita con soli 4 punti spostamento. La stessa scelta può essere fatta in fase di contrasto o in fase di tiro.

Le carte Calciotto possono essere utilizzate da ogni giocatore solo prima del lancio dei due dadi da parte del giocatore di turno, per ogni fase contrasto, spostamento o tiro. Nel mazzo Calciotto ci sono vari tipi di carte che servono per incrementare lo spostamento, per fare dribbling o tackle, per eseguire punizioni o rigori, per ammonire o espellere un calciatore, ecc... cioè i vari eventi che possono capitare in una partita e che se si è degli ottimi allenatori bisogna saper gestire.

Conclusioni

In sostanza con CALCIOTTO si gioca veramente a calcio sia come calciatore che come allenatore. E' un gioco sul calcio avvincente e diverso da tutti i giochi di calcio esistenti nei quali si tenta di giocare a calcio ma alla fine si finisce per giocare a qualcosa che somiglia agli scacchi oppure al solito lancio, col dito o altro, in modo fortuito del pallone. CALCIOTTO si discosta da queste tipologie di giochi poiché riesce a combinare in modo sinergico la strategia tattica con l'azione in campo e con il rischio o i vantaggi delle scelte fatte tramite le carte che si giocano. CALCIOTTO ha il pregio di essere un VERO gioco da tavolo d'azione e strategia in cui ci si sente sia calciatori che allenatori della propria squadra!