IGA 2016: ecco le nominations

Notizie
Premi e Riconoscimenti

Sono state pubblicate le nomination per l’edizione 2016 di uno dei premi più attesi, l’International Gamers Award (IGA).
Ricordiamo che la giuria del Premio si è da questa edizione rinnovata, tra i nuovi ingressi figura anche Mauro “dimarco70” Di Marco, che affianca come rappresentanza italiana Andrea “Liga” Ligabue, entrambi volti a noi noti e entrambi giurati anche del Goblin Magnifico.

Sono state pubblicate le nomination per l’edizione 2016 di uno dei premi più attesi, l’International Gamers Award (IGA).
Ricordiamo che la giuria del Premio si è da questa edizione rinnovata, tra i nuovi ingressi figura anche Mauro “dimarco70” Di Marco, che affianca come rappresentanza italiana Andrea “Liga” Ligabue, entrambi volti a noi noti e entrambi giurati anche del Goblin Magnifico.


Qui le informazioni generali: www.internationalgamersaward.net

Le 10 nomination per il multiplayer sono:

Blood Rage - Eric M. Lang - Cool Mini or Not
Codenames - Vlaada Chvatil - Czech Games Edition
Food Chain Magnate - Jeroen Doumen & Joris Wiersinga - Splotter Spellen
Grand Austria Hotel - Virginio Gigli & Simone Luciani - Lookout Games
Isle of Skye - Andreas Pelikan & Alexander Pfister - Lookout Games
Mombasa - Alexander Pfister – Eggertspiele
Nippon - Nuno Bizarro Sentieiro & Paulo Soledade - What's Your Game?
Pandemic Legacy - Rob Daviau & Matt Leacock - Z-Man Games
Quadropolis - Francois Gandon - Days of Wonder
T.I.M.E. Stories - Peggy Chassenet & Manuel Rozoy - Space Cowboys

La categoria “2 giocatori” vede invece questi 5 nominati:

7 Wonders Duel - Antoine Bauza & Bruno Cathala - Repos Productions
Patchwork - Uwe Rosenberg - Lookout Games
Raptor - Bruno Cathala & Bruno Faidutti – Matagot
Star Wars: Rebellion - Corey Konieczka - Fantasy Flight Games
Trambahn - Helmut Ohley - Lookout Games


Decisamente variegate le scelte con titoli molto diversi tra loro.
Il vincitore (Isle of Sky) e gli altri due nominati del KdJ (Pandemic Legacy e T.I.M.E.) sono tutti in lista, e questo è capitato più volte negli anni, più sorprendente vedere il vincitore dello SdJ (Codenames di Vlaada Chvatil), a memoria è la prima volta che accade dalla ristrutturazione del famoso premio tedesco nelle “due fasce”.
Tra i titoli più abbordabili c’è anche Quadropolis, mentre dalla sponda opposta, tra gli strategici più impegnativi, troviamo Food Chain Magnate della Splotter Spellen (vincitore del nostro Goblin Magnifico 2016), Mombasa, Nippon e Grand Austria Hotel.
Da sottolineare che anche l’IGA si apre al nuovo filone dei giochi legacy o “monouso” come Pandemic legacy e T.I.M.E.; che Pfister conferma il suo momento di grazia piazzando ben due titoli (Mombasa e Isle of sky); e che c’è la sempre gradita presenza di autori italiani con Grand Austria Hotel di - Virginio Gigli e Simone Luciani (veniamo dalla vittoria di Sulle Tracce di Marco Polo).
Per la vittoria le previsioni sono veramente difficili e mi astengo dal farle, con un parco di concorrenti così differenziati farà molto come i giurati vogliono interpretare la lista.

Il premio per la categoria “2 giocatori” di solito passa in secondo piano, ma questa volta la lista è di nomi che non passano inosservati e di cui si è parlato a lungo.
Patchwork era candidato già nella precedente edizione (probabilmente per una differenza di data di pubblicazione tra edizioni) e non riuscì a spuntarla con Wir Sind das Volk!
Quest’anno si ritrova due avversari “ostici” come  7 Wonders Duel e Star Wars: Rebellion; a completare il quadro Raptor e Trambahn. Anche in questo caso ventaglio molto largo e pronostico non facile…

Complimenti a tutti gli autori e gli editori coinvolti!