Il nuovo Axis&Allies Anniversary Edition previsto per ottobre 2008

Autore: 
Argomento Articolo: 

Previsto per il prossimo mese di ottobre 2008, Axis&Allies Anniversary Edition si preannuncia come il più ricco gioco della serie. Tra le principali novità previste, l'introduzione dell'Italia come sesta Nazione giocabile, un nuovo e più grande tabellone e oltre 600 pezzi in plastica (tra cui i nuovi Incrociatori) per ricreare la strategia della Seconda Guerra Mondiale.

In un recente comunicato, la Avalon Hill ha ufficialmente annunciato, in occasione dei 50 anni dalla fondazione della casa, l'uscita per il prossimo mese di ottobre 2008 del nuovissimo Axis & Allies - Anniversary Edition, detta anche "Gold Edition".

La nuova edizione sarà sviluppata da Larry Harris, creatore di tutti gli altri giochi della serie "Axis & Allies", e sarà il più grande (e, probabilmente, costoso) gioco della serie mai prodotto dalla Avalon Hill. Queste, secondo il comunicato ufficiale (che trovate QUI), le principali novità introdotte:
- Il tabellone sarà molto più grande (120x60 cm) e ci saranno più territori;
- L'Italia diverrà la terza Nazione dell'Asse, che potrà essere giocata a tutti gli effetti come una nazione separata, quindi il nuovo A&A sarà giocabile fino a 6 giocatori;
- Sarà introdotto il Cruiser (incrociatore) come nuova unità navale, intermedia tra Battleship e Destroyer;
- Le miniature di gioco saranno oltre 600 (attualmente in Revised ce ne sono "solo" 366);
- Negli USA il costo dovrebbe aggirarsi sui 100$, mentre nulla viene detto per quanto riguarda il prezzo in Euro...

Oltre a queste gustosissime novità, lo stesso Larry Harris sul suo sito ufficiale (www.harrisgamedesign.com) ha aggiunto alcuni dettagli a quanto comunicato dalla Avalon Hill:
- Graficamente, il tabellone di gioco sarà un misto tra i tabelloni delle altre edizioni di A&A;
- Le meccaniche di gioco dovrebbero restare simili a quelle previste per Revised, in particolare il sistema di combattimento sarà certamente basato sul D6, come Revised, Europe e Pacific;
- Il teatro del Pacifico assumerà un'importanza maggiore;
- Il sistema dei turni sarà ancora alternato: non ci sarà quindi un maxi-turno Asse ed uno Alleati;
- Sarà introdotta la Cina come ulteriore potenza Alleata. Questa tuttavia non sarà autonoma, ma controllata dal giocatore USA (probabilmente in modo simile a quanto avviene in Pacific);
- Ci saranno molte nuove miniature: a parte i pezzi rappresentativi degli Italiani, infatti, anche i Cinesi avranno dei modelli specifici. Inoltre alcuni modelli di unità già esistenti dovrebbero essere rivisti con nuove sculture. Infine i pezzi di alcune Nazioni dovrebbero essere di colore diverso;
- A proposito dell'Italia, nulla è ancora deciso per quanto riguarda il simbolo nazionale o il colore delle miniature, anche se per queste ultime sembra che ci si stia orientando verso il grigio-verde storico. Inoltre ci saranno probabilmente dei National Advantage specifici, ma Larry non può comunicare ancora nulla in proposito;
- Ci saranno due opzioni per il set-up iniziale delle unità: primavera 1941 e primavera 1942. Da queste due diverse condizioni inziali dovrebbero venire fuori due sviluppi del gioco abbastanza diversi.

Infine, una considerazione personale: nella primavera 1941 nè l'URSS (che sarà attaccata il 22 giugno) nè gli USA sono ancora in guerra, mentre i Balcani sono ancora neutrali e la Grecia è alleata dell'Inghilterra ed in guerra contro l'Italia, quindi sono curioso di vedere come questi fattori saranno implementati nei due diversi set-up e come questi influenzeranno lo svolgimento del gioco.