Il piu' grande scontro nei cieli di Wings of War

Autore: 
Argomento Articolo: 
Il piu' grande scontro nei cieli di Wings of War - finora   Mucca Games, Tarquinia (Italia), il 22 di maggio del 2005, alle 11.30  (ora locale)
Scenario:
"La guerra e' una gran confusione", preparato per  l'occasione - tutti gli aerei di tipo A e due B/B biposto che possono  volare in un grande combattimento.
Regole:
Solo le regole base.

Le carte esplosione sono state lasciate nel mazzo dei danni - sei mazzi A e un B.

Materiali:
Sei copie di "WoW - Famous Aces" (comunque 5 sarebbero  state sufficienti) e 1 copia di "WoW - Watch your back!" (un mazzo H  e' stato ottenuto da un mazzo B togliendo tre carte)   Giocatori: 22, 11 per lato.
5 ragazze (22,8%), 17 uomini (77,2%).
Alcuni un po' nuovi, per la maggior parte piloti di esperienza  (dove "esperienza" significa aver giocato almeno una partita di WoW  in passato), alcuni dei veri veterani.
Precedente record: 13 persone, 7-8 di Maggio 2005 al primo "Weekend  eno-gastro-ludico" in Bossolasco (Italia).
 
Aerei e piloti
Alleati:  SPAD XIII Captain Edward Vernon Rickenbacker 94th Aerosquadron U.S. Air Service: Eligio Cazzato  SPAD XIII Capitaine René Paul Fonck Spa 103 Aviation Militaire: Paolo  Porfiri  SPAD XIII Capitaine Georges Guynemer Spa 3 Aviation Militaire:  Giampaolo De Rossi  SPAD XIII Maggiore Francesco Baracca 91^ Squadriglia Regio Esercito:  Gabriele Falcioni  SPAD XIII Captain Harvey Weir Cook 94th Aerosquadron U.S. Air  Service: Francesca Igliozzi  Sopwith Camel Flight Sub-Lieutenant Aubrey Beauclerk Ellwood 3 Naval  Royal Naval Air Service: Giorgia Pandolfo  Sopwith Camel Lieutenant Stuart Douglas Culley Experimental Centre of  Martlesham Heath Royal Air Force: Roberta Barletta  Sopwith Camel Major William George Barker 66 Squadron Royal Flying  Corps: Sergio Roscini  Sopwith Camel Lieutenant Jan Olieslagers 9me Escadrille de Chasse  Aviation Militaire: Monica Bellachioma  Sopwith Triplane Lieutenant Colonel Raymond Collishaw 10 Naval Royal  Naval Air Service: Mauro Mucci  Hanriot HD1 Tenente Silvio Scaroni 76a Squadriglia Regio Esercito:  Richard Doni   Imperi Centrali:  Albatros D. Va Leutnant Ludwig Weber Jasta 84
 
Luftstreitskräfte:
Luftstreitskräfte:  Stefano Rotondi  Albatros D. Va Leutnant Hans Böhning Jasta 79b Luftstreitskräfte:  Mauro Artigiani  Albatros D. Va Oberleutnant Ernst Udet Jasta 37 Luftstreitskräfte:  Edgardo Bellini  Albatros D. Va Vizefeldwebel Kurt Jentsch Jasta 61 Luftstreitskräfte:  Francesca Gaddini  Sopwith Camel Oberleutnant Otto Kissenberth Jasta 23  Luftstreitskräfte: Pietro Cremona  Fokker Dr. I Rittmeister Manfred von Richthofen Jasta 11  Luftstreitskräfte: Giulio Cremona  Fokker Dr. I Leutnant Fritz Kempf Jasta 2 "Boelcke" Luftstreitskräfte:  Giampiero Saccomandi  Fokker Dr. I Leutnant Arthur Rahn Jasta 19 Luftstreitskräfte: Silvio  De Pecher  Fokker Dr. I Leutnant Werner Voss Jasta 29 Luftstreitskräfte: Daniele  Lostia  Ufag C. I - - Kaiserliche und Koenigliche Luftfahrtruppen: Luca  Coppola  Ufag C. I - Flik 23/D Kaiserliche und Koenigliche Luftfahrtruppen:  Valerio Cassiano
Aerei di riserva: se per caso voleste battere il record, la sesta  copia di "WoW - Famous Aces" permetterebbe ad un ulteriore SPAD di  volare (Ruffo di Calabria) e due ulteriori biposto tra quello di  Cadbury B/B DH. 4 ed i due UFAG rimanenti.
Una copia in piu' di "WoW - Watch your back!" permetterebbe di far  volare un altro biposto ed l'Hanriot di Fucini (mazzo A).

Arbitro: Andrea Angiolino di Roma (Italia).
 
Preparazione
Un tavolo forse largo 4/4,50 metri e profondo circa 80  cm.
Gli Imperi Centrali su uno dei lati lunghi, e gli Alleati sul  lato opposto, distanziati in modo uniforme.
Scopo: essere padroni del tavolo quando tutti i nemici sono stati  abbattuti o messi in fuga.
 
Rapporto della partita:
Al primo turno, entrambi gli schieramenti si  spingono l'uno contro l'altro e già volano i primi colpi.
L'esplosione e le fiamme dello sfortunato SPAD di Rickenbacker alla  prima carta danno estratta sono il segno che non si tratta di un  picnic fuoriporta e che lo scontro sarebbe stato mortalmente serio.
Mentre al centro del tavolo inizia un paio di fieri combattimenti,  nella parte sud del fronte (la destra dello schieramento tedesco) i  due UFAG e l'Albatros di Jentsch abbattono lo SPAD di Baracca attorno  al quinto turno.
In quel momento l'Hanriot di Scaroni cerca di raggiungere il centro  della battaglia.
Lo SPAD di Cook, rimasto poco indietro, lo segue  dopo aver sparato ancora un paio di colpi: sono inseguiti da tre  nemici.
Al centro il Dr.I di Voss esplode in una fragorosa fiammata per una  carta esplosione al sesto turno (anche se in effetti aveva accumulato  abbastanza danni da non poter resistere più molto a lungo), mentre al  settimo turno nella parte nord del fronte, il Camel di Culley perde  quota per i danni subiti e esce dal gioco, insieme all'altro Camel di  Olienslager (uscito per sbaglio dal tavolo).
Il Camel di Barker li segue poco dopo, lasciando quella porzione di  cielo a Richtofen, Rahn e Kissenberth, che si dirigono al centro.
All'ottavo turno l'Albatros di Udet esplode mentre il Triplane di  Collinshaw va in mille pezzi sotto il fuoco concentrato di un  Albatros, un Camel catturato e due Dr.I nello stesso momento.
Il Camel di Ellwood precipita per i troppi danni al nono turno, lo  SPAD di Guynemer al decimo e lo SPAD di Fonk circa nello stesso  istante.
All'undicesimo turno l'Hanriot di Scaroni subisce l'ultimo, fatale  danno frontale dalle mitragliatrici di un UFAG.
L'eroico SPAD di Cook è ora rimasto solo contro nove aerei tedeschi e  austriaci, molti dei quali gravemente danneggiati ma ancora in grado  di volare - e sparare.
Dopo altre poche mosse e una fiera difesa, anche Cook è abbattuto al  tredicesimo turno.
Punteggio finale: 11 vittorie contro 2 per gli Imperi Centrali.
4  aerei distrutti dalla carta esplosione (30,8%), 8 per danni  accumulati (61,5%) e uno uscito per sbaglio (7,7%).
Giocatore più sfortunato: Eligio Cazzato, per aver pescato una carta  esplosione come prima carta danno esattamente al primo turno.
Giocatore più fortunato: Richard Doni.
Tutti i primi cinque aerei che  hanno tentato di colpirlo hanno visto le proprie mitragliatrici  incepparsi.
Solo al sesto turno, un UFAG con una mitragliatrice  singola, è riuscito a manovrare in modo da portarlo nell'arco di  tiro - e lo ha abbattuto.
Giocatore abbattuto il maggior numero di volte: Daniele Lostia,  l'unico pilota degli Imperi Centrali ad essere abbattuto - ma per ben  due volte.
Avendo perso il proprio aereo al sesto turno per una  esplosione, è rapidamente rientrato prendendo il posto di Edgardo  Bellini (costretto a uscire per il contemporaneo inizio della gara di  giochi di parole).
Al primo danno preso col nuovo aereo, però,  Daniele Lostia ha pescato di nuovo una esplosione.
Miglior pilota degli Imperi Centrali: difficile a dirsi.
Almeno  quattro di loro hanno ottenuto tre vittorie ciascuno, ovviamente  dividendo l'onore con altri.
Tutto lo schieramento ha combattutto con  fierezza ed il coraggio è stato comune a tutti i piloti.
Miglior pilota alleato: Francesca Igliozzi, che è stata l'ultima ad  essere abbattuta dopo aver ininterrottamente combattuto dall'inizio  alla fine della partita.
Essa si è recisamente rifiutata di  abbandonare il tavolo anche se in inferiorità numerica di 9 a 1 e ha  lasciato il campo di battaglia con onore - anche se con il muso  dell'aereo puntato in basso verso il suolo.
 
Si ringrazia la Reindeer Corporation  www.reincorp.it per la traduzione.

[ND SdP Grazie renne ma mi domando e dico: e' mai possibile che dobbiamo tradurre in italiano un report scritto da un italiano su un evento italiano svoltosi in Italia? Mala tempora currunt ;-)
Scherzo e complimenti all'Angiolillo nazionale per la partita veramente divertente!]