Le Havre, il cugino di Agricola

Autore: 
Argomento Articolo: 

Agricola, Agricola, Agricola. I giocatori hanno sulla bocca solamente questa parola da qualche mese a questa parte. Attenzione, non che ci scocci questo, anzi noi siamo i primi ad incensare questo gioco di Uwe Rosenberg; ma ad ottobre prossimo, dalle voci che girano sembra che questo gioco sarà detronizzato da "Le Havre", il nuovo gioco di Rosenberg edito da Lookout Games.

Le prime eco lasciano pensare ad un gioco i cui meccanismi richiamano quelli del suo fratello maggiore, con un tempo di gioco più breve. Un insieme più fluido che richiede molte scelte cruciali.

Come in "Agricola" ci sono risorse, otto diverse, che possono far reperire alcuni prodotti alimentari, abbastanza per acquistare edifici od altri tipi di carte come barche (normale, Le Havre è ancora un importante porto ). Non resta che attendere le regole per saperne davvero di più su come funziona. Il mimetismo è tale che il formato della scatola dovrebbe essere uguale al fratellone, così come l'illustratore, Klemens Franz ed il numero di giocatori, "Le Havre" sarà giocabile da 1 a 5 giocatori.

Il gioco dovrebbe essere disponibile in tempo per  Essen, in tedesco ed in versione inglese secondo le informazioni di William Attia. I giocatori italiani dovrebbero però gettarsi su questo gioco senza aspettare un "possibile" versione italica.

Ad ogni modo, con la fama che "Agricola" ha acquisito, senza dubbio "Le Havre" sarà quasi dappertutto molto molto atteso.

Occorrerà  chiedere ad Uwe Rosenberg perché ha voluto chiamare il gioco Le Havre, una dedica speciale a Michaël Youn oppure un ricordo delle vacanze?

Una descrizione in inglese su Boardgamegeek.

Da: Tric Trac.