Lucca C&G 2014 day 1 - Breve report

Ho giocato a...
Manifestazioni

Una breve puntata a Lucca per vedere e raccontarvi cosa aspettarvi da questa edizione.

Primo giorno di Lucca.
Lucca è sempre Lucca e non sarebbe la stessa cosa se come al 
solito il treno non si facesse beffa della nostra impazienza portando ben 20 minuti di ritardo.
Chi va a Lucca lo sa, funziona così. Il treno è un tuo nemico e porterà 
certamente ritardo, questo perchè l'ansia da ingresso aumenti alle stelle.
Buon per quei cosplayer che si sono truccati e vestiti in treno, tutti i minuti di sosta hanno favorito un trucco preciso e accurato.
Consoliamoci così.
Arrivo alle 10 e siamo già tantissimi, file ovunque e gente che brulica per le strade assolate di Lucca.
Soprattutto Cosplayer con costumi colorati, divertenti e curatissimi.
Giro senza meta solo per respirare l' aria di festa.
Siamo tutti contenti di essere a questa nuova edizione di Lucca e come al 
solito ci sono grandi aspettative e molta curiosità per le uscite, i contest, gli incontri con autori e disegnatori.
Ad un certo punto entro nel padiglione dei giochi e so già che non ne uscirò più.
Tantissimi stand e tantissimi tavoli per giocare.
Si vede che è giovedì perchè il posto c'è e anche i ragazzi agli stand sono disponibili e cortesi, pieni di voglia di presentare i giochi.
Punto dritto al gioco di ruolo dell'anno.
Savage Worlds.
Le sessioni dimostrative sono tantissime, è impossibile non sedersi e provare almeno un'avventura.
Il gioco è appassiionante, il meccanismo rapido e leggero, i master molto in gamba. 
La seduta di gioco di 2 ore vola ed è proprio un gran divertimento.
Continuo il mio girovagare e ovviamente mi fermo a guardare i disegnatori che si esibiscono propononedo in diretta una loro opera.
Ogni volta passo molto tempo ad ammirare quanto siano bravi.
Eppoi...eppoi giro giro e ancora giro. Gadget, libri, giochi.
Un salto allo stand della Chessex. Non poteva mancare. 
Io adoro i dadi e alzi la mano chi sa resistere al fascino di uno stand coperto di dadi di ogni colore e dimensione.
E la mia giornata scorre via in un lampo.
 Chi è stato a Lucca lo sa, il tempo corre velocissimo.
Sono ormai le 7 ed è ora di tentare l'assalto al treno.
E di assalto vero e proprio si tratta quando in una stazione affollatissima come ad un concerto degli U2, arriva un treno regionale di appena due, dico due, carrozze.
Sono riuscita a salire ma molti sono rimasti a terra.
Alla fine sono rientrata a casa con appena mezz'ora di ritardo grazie al solito treno inaffidabile.
Per fortuna la carrozza ha retto e non si è ritrasformata in zucca troppo presto.
Magia di Lucca.
Autore: 
Cily