Monaco di Baviera: tra leggenda e realtà

Autore: 
Argomento Articolo: 

Ed ecco un piccolo resoconto di una mia visita alla città di Monaco. Non vuole essere un vademecum, ma solo un aiuto a chi, come me e Dera, decida un giorno di farci una capatina, nella speranza di trovare tesori nascosti e mostri mitologici.

In verità voglio soltanto darvi qualche impressione e piccoli suggerimenti. Tutto correlato ai giochi, ovviamente. In primis guardate l’uscita autostradale austriaca vicino al confine con l’Italia…

<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" /> 

 

 

Beh detto questo cominciamo.

 

L’albergo: noi abbiamo alloggiato nel Hotel Deutsches Theater, Landwehrstraße 18 - 80336 Monaco, un hotel a 3 stelle che per soli 80 euro ci ha garantito un punto di appoggio in pieno centro di Monaco, a due passi da Karlsplatz ed una eccellente quanto abbondante (anzi FABULOUS) breakfast… cosa c’entra coi giochi? Beh semplice, è vicino a Sonnenstrasse e quindi ad OBLETTER… cos’è Obletter?

 

 

Beh il negozio più famoso di Monaco per i giochi. Non solo giochi da tavolo, ma anche tutto il resto e quando dico tutto il resto, intendo TUTTO il resto, dalle marionette ai peluches, dai treni alle macchinine, dalle bambole ai loro accessori (e fidatevi chi era con me ha perso la testa a vedere quanta roba c’era… tutto di legno poi, rappresentazioni di cibo di ogni genere come uova, pane, dolci e scatolame vario, di mobili, di arredamenti, di ogni cosa), dalle perline alle ali, dalle armi alla playmobil (una presenza d’obbligo in ogni negozio di giochi a prezzi ovviamente più bassi e con scatole mai viste in Italia), dalla LEGO ai giochi di scacchiera. E poi ovviamente i giochi da tavolo, molta varietà, ma con scarsa presenza di titoli che hanno fatto la storia, c’era Coloni (versione SPQR), Thurn und Taxis, Zooloretto, Kosmos per due giocatori, Portobello Market, Carcassonne, Arkadia, la serie quasi completa della HABA (ma non c’era Eiertanz!!!), etc. Insomma non c’erano titoloni (una scatola di Puertoi Rico e una di Caylus semi nascoste quando del resto c’erano scatole su scatole) mancava ad esempio <?xml:namespace prefix = st1 ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:smarttags" />la Phalanx, i titoli della Alea, la EggertSpiele con Imperial e Guatemala Cafè, Asmodee, etc. Una mancanza che devo dire è palese un po ovunque nei negozi di giochi a Monaco in tutti mancano i titoloni e abbondano invece i titoli più recenti e per famiglie più che per gamers… Tutti i negozi che abbiamo visitato avevano lo stesso stock di cose ed Obletter si distingueva per quantità ripetuta più che per quantità differenziata. E questo ci ha dato un goccio di delusione. I negozi visitati sono stati:

 

Fisher Tecknik Spiel und Freizeit, Sonnenstrasse 2: non esiste!

 

Obletter Spielwaren, Karlsplatz 11-12

 

Spiel mit Olze, Balanstrasse 10: una specie di bottega di legno dove un tizio solo e disperato vedeva giochi di legno e cose di legno, molto interessante la sua filippica contro I giochi di “carta” come li definiva lui che hanno sostituito oramai I giochi di legno, beh mi dispiace per lui, si vede che ci crede nel legno, ma meglio per me ho trovato Bausack a soli 19,00 e un paio di giochi di solo legno sconosciuti ma a 13 euro…

 

Firlefanz, Peter Auzinger strasse 9: una semplice cartoleria che ha però giochi HABA

 

Games-In, Dachauer strasse 42: questo è un negozio strno, vede anche warhammer e simili e si avvicina di più ad un negozio specializzato e per gamers, aveva un po di tutto anche se in piccole quantità (spesso una sola scatola) aveva anche titoli diversi e più strani dei negozi di base, ma praticava anche prezzi più alti, Justinian era a 35,00 euro… però aveva una serie di sconti su vario materiale come Battletech.

 

Game City, Zwei-Brucker strasse 16: solo videogames

 

Das Spielezueg, Stadelheimer strasse 41: un Obletter più piccolo, prezzi leggermente inferiori di 1-2 euro, ma più decentrato.

 

Io ho trovato questi negozi su internet prima di partire, cercando indirizzi e cosa vendevano, ma non avendo siti personalizzati e comunque solo in tedesco, ci siamo detti perché non dare info più precise ai goblin che vogliono andare a Monaco? Ed eccole dunque, spero siano gradite. Credo che ci siano altri negozi, ma non li abbiamo visti, anzi lo spero perché la scarsa differente offerta mi ha lasciato un perplesso. Vi dico solo che un negozio Trio Games a Klagenfurt in Austria aveva praticamente quasi tutto anche se a prezzi normali, quindi uno Zooloretto a 35 euro.

 

Abbiamo anche visitato lo SpieleMuseum… davanti alla Rathaus, non vi entusiasmate… è per lo più una raccolta di giochi di inizio secolo di peluches TEDDY e soldati, interessante ma nulla a che vedere con Puerto Rico.

 

La sera da ricordare la sfida tra me e Dera a Babel… beh lo ammetto mi ha battuto e di brutto. Era la sua prima partita e la mia ennesima, quindi nessuna scusa… ma mi sono rifatto alla grandissima un paio di sere più tardi a Consultino Detective dove con mirabile e scrupolosa dedizione le mie cellulite grigie (lo so questo è Poirot, ma è lo stesso) hanno risolto il caso e decriptato il messaggio segreto…

 

Ultima annotazione: io e Dera siamo andati al museo della scienza e delle tecnologie… cosa c’entra coi giochi? Beh semplice guardate qua sotto…

 

 

 

A presto