NEWS WARGAME 7

Autore: 
Argomento Articolo: 


Alcune succose novità dal mondo dei wargames. <?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

In casa GMT GAMES, tre nuovi lavori ammessi alla P500. <?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

 

Mr. Madison's War

http://www.gmtgames.com/p-348-mr-madisons-war.aspx

card driven strategico, per due giocatori, basato sulle campagne degli Stati Uniti contro la Gran Bretagna per conquistare il Canada negli anni 1812-1814.  

 

Saints in Armor

http://www.gmtgames.com/p-350-saints-in-armor.aspx

della serie Musket & Pike,  il gioco simula sei battaglie della Guerra dei Trent’anni. Le battaglie riportate sono:

White Mountain, novembre 1620;

l’esercito combinato del Sacro Romano Impero e Lega Cattolica sotto la guida del conte di Tilly, tentano di colpire direttamente la capitale Boema di Praga.

Si tratta di uno scenario breve dove le forze cattoliche, qualitativamente superiori, tentano di schiacciare le forze Boeme sostenute da inaffidabili contingenti della Transilvania.  

Wimpfen, maggio 1622;

il conte di Tilly alleato degli Spagnoli. Una battaglia campale equilibrata tra il forte esercito cattolico e l’esercito protestante forte di un valido contingente di cavalleria pronto a battere colpo su colpo.

Hochst, giungo 1622;

dove l’esercito Protestante deve ritardare l’avanzata cattolica e nello stesso tempo evitare il disastro.

Fleurus, agosto 1622;

una battaglia campale in cui l’esercito Protestante più numeroso tenterà di sopraffare il più piccolo ma esperto esercito cattolico a Fleurus, nell’odierno Belgio. Ottimo scenario introduttivo.

Stadtlon, agosto 1623;

dopo la sconfitta di Fleurus, l’esercito Protestante tenta di ricostituirsi e rientrare in Germania. Una gara contro il tempo per permettere ai convogli Protestanti di portarsi lentamente in salvo.

Letter am Barenberg, agosto 1626;

Il re danese Christian IV interviene in guerra e  costringe le forze cattoliche ad indietreggiare. Ma l’intervento delle truppe imperiali riequilibra le forze in campo. Un’altra battaglia campale tra eserciti di pari dimensioni.

 

Le battaglie condividono un set di regole piuttosto semplice, caratterizzate da regole speciali per esaltare la specificità dei singoli scenari e mantengono condizioni di vittoria equilibrate per ciascun esercito, per aumentare il divertimento.

 

The Dark Valley

http://www.gmtgames.com/p-352-the-dark-valley.aspx

un nuovo gioco del pluripremiato designer Ted Raicer, quello di Path of Glory e Barbarossa to Berlin per intenderci. Un gioco concentrato su tutta la campagna del Fronte Orientale della Seconda Guerra Mondiale. Oltre alla bellissima mappa disegnata da Mark Mahaffey, sono presenti circa 600 counter che rappresentano tutte le principali unità che hanno preso parte al conflitto. Anche se possiamo considerarlo un semi monster-game, l’autore afferma che ha preferito la giocabilità al micro management. Il cuore del sistema è una pesca di azioni che attivano le varie unità in vario modo; ma soltanto una delle azioni pescate potrà essere attuata. Queste azioni possibili, che vanno pescate a caso e implementate a scelta del giocatore, sono però predefinite per Russi e Tedeschi, a seconda il periodo di guerra. Dunque seguiranno i vari cambiamenti storici che nel corso del conflitto si sono creati e creeranno comunque incertezza e tensione. Così come anche il sistema di Rifornimenti porrà il giocatore davanti a scelte non semplici da fare. È prevista la campagna generale oltre a vari scenari, da Operazione Barbarossa a Kursk a vari altri. Ottima la giocabilità in solitario

Su Vassal, in questo momento è possibile anche partecipare alla fase di playtest!!!!

 

Da EUROPA SIMULAZIONI, la casa editrice del bellissimo Guelfi e Ghibellini, arriva:

 

Strafexpedition

http://italianwars.net/games/strafexpedition_1916

grande gioco a livello operazionale, che simula l’imponente offensiva Austro-Hungarica contro l’Italia, nella primavera del 1916, un anno cruciale della Prima Guerra Mondiale. Gioco disegnato per 2 giocatori o squadre. La simulazione utilizza unità a livello di battaglione e adotta un nuovissimo sistema ad impulso, che consente un notevole livello di interazione tra le due fazioni. Mantenere unità in riserva o impegnarle in battaglie può fare la differenza tra vittoria e sconfitta. Grande importanza viene dato al morale delle truppe. Lo sforzo logistico è simulato attraverso Punti Logistici che sono il vero carburante del sistema di gioco per qualsiasi attività: attacco, bombardamenti, trinceramenti, etc. Alpini e Bersaglieri, Kaiserjager e Landesschutzen, tutto viene riportato in questa stupenda realizzazione. Qui il regolamento:  http://italianwars.net/yahoo_site_admin/assets/docs/Strafexpedition-rules-v-04-6.28120406.pdf

 

Dalla mitica VALLEY GAMES, la casa editrice che si impone altissimi livelli di grafica e ha fatto tornare in vita assoluti capolavori come Hannibal e Republic of Rome, propone un succulento prequel:

 

Hamilcar – first Punic War

http://valleygames.ca/our-games/tactics-line/hamilcar-the-first-punic-war/

una espansione del card driven capolavoro Hannibal: Rome vs. Carthage!!! Non si tratta di uno stand alone purtroppo, ma di una espansione che richiede il gioco base!  Progettato dallo stesso autore, Hamilcar propone lo spettacolo delle Guerre Puniche dall’inizio! Il gioco prevede una mappa in cui da un lato propone la prima guerra punica e dall’altro la seconda; ben 9 nuovi generali cartaginesi e romani e altri 7 Generali per Hannibal; e si può essere certi anche il giuramento che  Annibale fece al padre e che lo porterà a valicare le Alpi e a portare Roma sull’orlo della disfatta!

 

Anche per questa volta è tutto. Alla prossima con altre, speriamo, preziose novità.

 

Buon gioco, Aringarosa.