Non azzardiamoci!: Report dell'evento del'8/2/2015

Categoria Articolo: 
Argomento Articolo: 
Ciao a tutti
 
A tre settimane di distanza, ricevuti tutti i riscontri, possiamo finalmente tirare le somme dell'evento organizzato dalla neonata rete "non azzardiamoci"  che si è svolto a Roma domenica 8 febbraio nel IV municipio, zona tiburtina.
Si è trattato di una concisa presentazione al presidente e agli assessori intervenuti, delle proposte contro il gioco d'azzardo di una rete di associazioni (Libera, Croce rossa, PsyPlus, Movimento Focolari, Slot Mob, ConUnGioco).
Nello specifico le nostre proposte sono state di realizzare un percorso formativo nelle scuole e potenziare le ludoteche del territorio.
Il presidente ha gradito l'iniziativa ma il suo breve intervento è stato incentrato sui limiti che un "minisidaco" ha nella libertà  di fare azioni significative come controllare le licenze per l'apertura di nuove sale slot. 
 
State sbadigliando? Sbagliate! due cose vogliamo raccontarvi, la partecipazione ludica ed i riscontri pratici 
 
 
*************************************
LA PARTECIPAZIONE LUDICA
*************************************

 
Bene, chi ha visualizzato quanto ho scritto come la relazione di un noiosissimo intervento in un'aula consiliare ha toppato di grosso, ma di grosso davvero!
Eravamo in un centro commerciale, abbiamo parlato per un ora di gioco d'azzardo e fatto giocare per due ore al gioco bello e vero. Una giusta proporzione.
 
G R A Z I E agli animatori che ci hanno regalato il loro tempo e mostrato a tutti, assessori compresi, quanto aggregante, divertente e semplice sia il gioco, senza pretese: li ringraziamo uno ad uno perchè sono stati loro a fare la differenza, a creare l'atmosfera! Cerco di metterli in ordine alfabetico ma non è poi così facile.. 
 
>>La dottoressa Cristina Terribili del Gruppo Accademia  che ha portato una proposta ludica anche per i più piccoli
>>Davide dell Fatamorgana Ludoteca​, nel quartiere dove la tiburtina nasce, presente a tutti i costi
>>Leonardo Caviola​ che non solo ha partecipato come dirigente della Federazione Nazionale Gioco Othello, ha fatto giocare di tutto a tutti.
>>Matteo Il Bibliotecario​   della trasmissione radiofonica "Non Solo Anime" che ha anche dedicato un suo intervento sulla giornata
>> Paolo Porfiri​  il goblin  del municipio che si è interessato alle proposte contro l'azzardo patologico  dal primissimo momento.
>>Sidney Gialloe Neri​ e Marco Maru​ del Victorian monkey, Sidney sembrava il meno ferrato sui boardgames ma  ha portato una chicca irresistibile. 
>>Ultimo ma di certo non ultimo Vincenzo Spina​: un animatore così ha conquistato l'attenzione dalla persona che pensavo più distante dal gioco, lasciandomi basita.
>>Fuori concorso ma importantissimo il contributo di Virginio Gigli​  che ha gestito la pista di ciclotappo in modo magistrale; un rappresentante di una nota associazione anzichè approfittare per le pubbliche relazioni ha mandato al diavolo tutto e si è dato alla gara a suon di schicchere.
 
 
>>Anche lui fuori concorso (ma ha fatto il suo bel figurone!) "il gioCOSO" la nostra installazione anti slot  per la cui realizzazione ringraziamo:

 
per le REALTA' LUDICHE
>>Da Vinci Games con i suoi giochi bonsai Massimo Colamesta​, De FaziLuigi Ferrini​, Gartner, Carlo A. Rossi​ Saggese, Silvano Sorrentino, Zingrillo)
>>LudoCemea con la collaborazione di Antonio di Pietro
>>Studiogiochi per i suoi sfiziosissimi minigiochi solitari.
 
per gli estratti dai LIBRI
>> Andrea Angiolino​ per "giocare con carta e matita" e "giocare con sassi biglie sassolini" e con
>>Domenico di Giorgio per "giocare con  figurine, biglie  e schede telefoniche"
>>Ennio Peres per "620 giochi PERESercitare la mente">>
 
e naturalmente I SINGOLI AUTORI
>> Alberto Menoncin​
>>Antonio Tinto
>>Carlo A. Rossi
>>Flaminia Brasini​
>>Silvano Sorrentino​
>>Virginio Gigli
>>Walter Nuccio​
 
un ringraziamento particolare va a Marco Alberto Donadoni​  per i suggerimenti su come fare apparire il gioCOSO con tutto il suo brio (più che fare da sfondo alle videoriprese al presidente del municipio cosa potevamo chiedere?)  


Abbiamo incontrato e conosciuto in questa fase preliminare persone sinceramente impegnate nell contrasto al gioco d'azzardo patologico, riprenderemo il discorso con  Ennio Peres e ZeroCalcare che hanno espresso il loro interesse a sostenere la nostra azione (anche) sul  territorio in cui vivono. Molte le idee che bollono in pentola.

Siamo davvero felici di aver coinvolto così tanti ludici  in così poco tempo per un piccolo grande evento G R A Z I E, dobbiamo a loro il fatto che diventa concreto il nostro intento di presentarci nella rete di associazioni come tramite per il coinvolgimento del mondo ludico. 

 

************************** 
I RISULTATI PRATICI 
************************** 

 
Chi si è lasciato scoraggiare dalle parole del presidente del municipio ha commesso un grave errore, ma davvero madornale! 
 
Partiamo da una premessa: di azioni concrete sul territorio ce ne sono così poche che un evento pur piccolo ha comunque richiamato l'attenzione.
 
Soprattutto a lasciarci a bocca aperta sono stati i risultati concreti che abbiamo visto arrivare in queste settimane ecco i principali:
 
* L'APERTURA DI UNA LUDOTECA IN UN MERCATO RIONALE
* LA POSSIBILITA' CONCRETA DI INTERVENIRE NELLE SCUOLE
* LA DISPONIBILITA' DA PARTE DEL PRESIDENTE DEL MUNICIPIO E DEI SINGOLI ASSESSORI AD INCONTRARCI
* IL PATROCINO DEL MUNICIPIO PER LE NOSTRE ATTIVITA' 
 
Alla breve presentazione sono stati presenti anche (almeno, tra quelli riconosciuti) il presidente del Conagga, il direttore del centro Elis e ideatore de ilfiltro.it, la fondazione Basso, il fondatore del progetto Orthos.. c'era anche Isocrate Paideia​  del presidio di Libera del VII municipio (inguaiato come il IV, a S.Giovanni c'è la più grande sala Slot D'Europa) per cercare di replicare la collaborazione anche lì.

insomma sembra ben riuscita l'unione in rete delle associazioni territoriali che mettono in condivisione le loro esperienze per affrontare il problema ognuno dal proprio punto di vista. Siamo felici che il nostro contributo sia stato valorizzato, che il mondo del GIOCO sia stato considerato un interlocutore credibile.
 
Insomma faccio fatica a parlare di un successo perchè ho sempre paura di esagerare e si sa, chi si loda da sé non vale un caffé.... ma che siamo soffisfatte (Flamina Brasini, Delia Modonesi​  Anna Uttaro​  ed io), di come stanno andando le cose.. beh è innegabile.

Vi racconteremo gli sviluppi con un poster a PLAY: Festival del Gioco​  e ci diamo appuntamento a Carrara Show per parlare del GioCOSO

a presto, buon gioco
Giorgia

Commenti