Nuovo supplemento per Sine Requie: L'Urlo dell'Abisso

Autore: 
Argomento Articolo: 

Il mondo di Sine Requie torna nuovamente sotto i riflettori con l'attesissimo nuovo manuale: "L'Urlo dell'Abisso" per il gioco di ruolo Sine Requie Anno XIII, una raccolta di avventure che vi porteranno a percorrere i più oscuri segreti di Nuova Leningrad, mettendo nuovamente sotto i riflettori il claustrofobico e inquietante mondo descritto in Soviet, l'ultimo capitolo dell'ambientazione di Sine Requie Anno XIII.

Nella prima delle tre avventure contenute nel manuale, "Un Giorno di Ordinaria Ferocia", entrerete nella vita routinaria del Settore E985, tra lavoro, contrabbando, amori e ferrei orari scanditi da Z.A.R. e dai suoi lacchè... ma attenti! Presto le porte dell'inferno si apriranno e dovrete lottare e fuggire per la vostra sopravvivenza!

La seconda avventura si intitola "Il Settore 66/7": In questo luogo è successo qualcosa di inimmaginabile. Nel buio, squarciato solamente dalle vostre torce elettriche, sono visibili solamente morte e distruzione. Come è successo tutto questo? Come è stato possibile? Siete pronti per andare a indagare tra le rovine del Settore 66/7?

L'ultimo capitolo prende il titolo di "I Minatori Neri": catturati da esseri inumani, lontani dallo sguardo di Z.A.R., vivrete schiavi della follia più totale. Sarete Minatori o sarete... Cibo?

Il manuale sarà disponibile da Fine Marzo.

Cartonato in B/N, 96 pagine. Prezzo 24.95 euro

Due parole su:

SINE REQUIE ANNO XIII è un gioco di ruolo horror ucronico, che ci racconta un mondo in cui i Morti sono improvvisamente tornati a camminale affamati di carne umana. Il risveglio è avvenuto il 6 Giugno del 1944 e da quel giorno il mondo è cambiato. Adesso è il 1957, il mondo è divenuto un ammasso di macerie, dove i pochi superstiti cercano di resistere alla fame dei Morti..

Poche nazioni, rette da crudeli dittature, sono sopravvissute.

SOVIET è un modulo di ambientazione di Sine Requie Anno XIII che descrive quello che è accaduto dal momento del risveglio dei morti nell'Europa dell'Est, dove la Russia Comunista ha lasciato spazio ad una serie di città stato dominate da Z.A.R.

___________________________

Ufficio Stampa Asterion Press

Massimo Lizzori