Piccoli Goblin crescono... (0-4 anni)

Autore: 
Argomento Articolo: 

Visto che mi è stato richiesto e che tempo fa mi ero impegnato a farlo, provo a descrivere in un paio di articoli la crescita da 0 a 6 anni di un goblin, il mio piccolo goblin! :) Tralascio un po' ciò che appare scontato (duplo, lego, puzzle, ecc.) per arrivare a ciò che più interessa a Mik e, spero, a chi leggerà questo articolo. Quello che voglio fare è sì descrivere quali giochi maggiormente hanno avuto successo per la crescita ludica di mio figlio (ora 8 anni), ma anche esporre alcuni concetti che nella mia limitata esperienza reputo importanti:

1. Fino a 3 anni i giochi sonori/tattili ecc. sono i più adatti. Quindi, con rarissime eccezioni (mi hanno parlato ad esempio di "go away monster!"), inutile stare a pensare a giochi da tavola e simili. Anche perché bisogna stare attenti ai pezzi piccoli.

2. Fino ad una certa età (4-5 anni) un gioco è fondamentalmente un giocattolo. E' normale che un bimbo si stufi presto e non voglia giocare secondo le regole, anche per un gioco pensato per la sua età. Spesso il bimbo è attratto più dai pezzi del gioco che dal gioco in sé. E' importante lasciare quindi che i pezzi dei giochi entrino nel mondo dei bambini. E quei pezzi (un mazzo di carte, un sacchetto di cubetti, l'areoplanino di Gino Pilotino, una bustina con i pezzi di Hive) vanno bene anche se portati a letto per fare la nanna...

3. Non essere troppo gelosi dei propri giochi. Questo lo considero davvero molto importante: occorre lasciare che il bimbo esplori anche i giochi dei grandi, con un po' di controllo. Con rare eccezioni, io non dico mai di no a mio figlio (ed ora a mia figlia) quando mi chiede di tirar giù dallo scaffale una scatola per vedere/prendere/giocare con i pezzi che contiene. Così con Coloni, con Small World, con Ticket to Ride, con Steam... Anche giocare a disporre i pezzi in gruppi secondo una logica è un gioco, e permette di familiarizzare con i giochi dei grandi in attesa di poterci giocare.

4. Quando si passa a giochi "seri" (magari dai 4 anni), in cui si vince e si perde, non far vincere a posta il bambino. I bambini sono intelligenti e capiscono quando un grande li fa vincere, e se questo succede si stufano presto e perdono interesse. Devono invece capire che non si può sempre vincere! Devono fare esperienza semmai che in alcuni giochi sono più bravi, mentre in altri devono migliorare. Quello che si può fare è proporre loro anche giochi in cui possono vincere per loro bravura e giochi collaborativi. L'importante è dedicare loro del tempo, lo apprezzeranno.

5. Quando giocano i grandi, se possibile, non escludere i piccoli. Quando gioco a 7 Wonders, ad esempio, a mia figlia (eh, sì, c'è anche lei: 3 anni) faccio scegliere le meraviglie a caso e ne do una anche a lei. Quindi le do un mazzetto di carte che non usiamo e lei le gira quando le giriamo noi. In più gioca con le monete, e si diverte più per il fatto di essere della partita anche lei che per il gioco in sé.

6. Caratteristiche dei giochi per bimbi. Non mi trovo completamente d'accordo con chi dice che non serve comprare giochi per bambini perché è sufficiente farli giocare ai giochi da tavolo per grandi adattati/semplificati. I bambini hanno bisogno non solo di regole semplici ma di capire come sta andando una partita. Quindi ad esempio non vanno bene i giochi in cui i punti vittoria sono calcolati all'ultimo. I bimbi, almeno fino ai 6 anni, per capire ed apprezzare il gioco hanno bisogno di sapere se stanno vincendo o perdendo e quanti punti ha fatto ogni giocatore finora.

7. Meccaniche dei giochi dei bimbi. Alcune meccaniche sono preferibili. Memoria, bluff, destrezza (se non è richiesta destrezza eccessiva), tira e muovi, "estrazione"... Anche qui inutile proporre altri tipi di giochi perché potrebbero annoiare presto.


Alcune premesse alla lista seguente:
Elenco i giochi che maggiormente hanno avuto successo a casa mia, (altri genitori avranno altre esperienze) e provo a spiegare il perché. Li ho divisi per fascia di età ma è evidente che l'età indicata non deve essere presa in termini assoluti. Ho elencato in verde goblin i giochi che considero imprescindibili nella mia limitata esperienza :)

Poi, ci sono diversi giochi usciti da poco che potrebbero essere interessanti. Molti di questi di autori italiani (ad esempio Il Sonno Magico dei Giaganti Fracassoni, Im großen Zauberwald, Fun Farm, Der Schatz von Castellina.... ed altri), magari qualcuno può aggiungere il suo giudizio! :)
-> Per approfondire rimando a queste liste su BGG, al ranking dei giochi per bimbi su BGG e alla lista dei giochi premiati e nominati per il kinderspiele des jahres!
Poi, alcune Case Editrici sono specializzate in giochi per bambini. Io ho sempre guardato con interesse il catalogo Zoch e Drei Magier Spiele, ad esempio, così come le novità Selecta, Gamewright, Smart Games... Per le case editrici italiane volendo è più facile in quanto le notizie arrivano quasi automaticamente guardando sulla Tana :) E diverse hanno un catalogo per bimbi ben fornito (la prima che mi viene in mente è Red Glove, ma non è certo la sola!)


GIOCHI PER BIMBI DAI 3 ANNI

Zicke Zacke Huhnerkacke (Spenna il Pollo) (link) - per me, è il gioco definitivo per i bimbi di 3 anni / 3 anni e mezzo. E' un gioco di memoria con grosse galline colorate che si rincorrono per rubarsi le piume. Già dopo alcune partite i bambini apprendono la meccanica del gioco e diventano praticamente imbattibili anche contro i grandi. Il fatto di vincere per merito genera autostima e divertimento. Consiglio di partire con meno tessere  (6 o 8, invece di 12.) Ho preso anche l'espansione che aggiunge 2 giocatori e le cacche...
Il Frutteto (Obstgarten) (link) - è un collaborativo molto semplice. Tira il dado e raccogli i frutti prima dell'arrivo del corvo. I bambini lo trovano divertente visto che la tensione cresce col crescere della partita.

Altri giochi che posso consigliare: Max (simile al Frutteto, un pochino più complesso), Monkey Madness (è fondamentalmente un bingo by Knizia...)
Invece personalmente sconsiglio: -




GIOCHI PER BIMBI DAI 4 ANNI

Viva Topo! (link) - il gioco definitivo per i bimbi di 4 anni. Si tratta di guidare i propri topini verso il castello del formaggio, raccogliendo appunto forme di formaggio. Si lancia il dado, si scappa da un gatto. Più avanti con l'età, può servire ad insegnare il concetto di frazioni
Gino Pilotino (Picchiatello) (link) - ottimo, non credo abbia bisogno di presentazioni. Ha una regola sola il che lo rende di facile apprendimento.
Torre di Animali (Tier auf Tier) (link) - un gioco di destrezza, apprezzato da piccoli e grandi. Forse un po' difficile a 4 anni (almeno per competere, non per partecipare)
Russelbande (link) - una corsa di porcellini con lancio di dado in cui il divertimento è dato dalla competizione e dal fatto di farsi trasportare dagli altri. Gioco nel gioco è quello di realizzare le composizioni acrobatiche indicate nel libretto di istruzioni.

Altri giochi che posso consigliare: Kids of Carcassonne (bei pezzi / materiali, leggerino il tema, può venire presto a noia però), Loch Ness (gioco di W.Obert, assolutamente adatto), Dancing Eggs (divertente giocato tra bambini)
Invece personalmente sconsiglio: Gulo Gulo (pensavo fosse più facile per i bimbi contro i grandi, invece...), Kayanak (gioco haba con i magneti, si va a pesca di pesci rompendo il "ghiaccio", pensavo fosse più avvincente per i bambini invece alla lunga era un po' noioso)


Nel prossimo articolo parlo dei giochi dai 5 anni in su :)