PisaRuzza 2006: ovvero la quiete arroganza della gioia

Autore: 
Argomento Articolo: 

E Dio disse “Sia il gioco!”. E il gioco fu.

<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" /> 

Fu quella parola il motore primo, tutto ebbe inizio così, con una semplice parola, semplice come potrebbe essere la parola Funkensglag… ma a noi non è dato sapere cosa Dio volesse veramente ottenere con quella prima parola. Ne possiamo sapere perché Dio ha dato a Knizia facoltà di fare HeckMeck o perché il quiz Sargon Chiede era così maledettamente difficile…

Resta il fatto che ieri si è svolta <?xml:namespace prefix = st1 ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:smarttags" />la PisaRuzza 2006, un evento a carattere cittadino (anche se abbiamo avuto numerose presente forestiere…) mirato soprattutto a sondare il terreno in quel di Pisa e a stringere il legame già solido tra i gobelin toscani. Risultato eccellente. E ditelo alla maniera di Monthy Burns… con tanto di ditine gesticolanti in sequenza.

<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" /> 

Eccellente.

 

Abbiamo avuto quasi 100 presenza (e per quasi intendo dire 92-94 presenze nei 2 giorni), concentrate soprattutto alla sera in particolar modo domenica quando dopo le 18,0 c’è stato una sorta di boom fino alle 24,00 quando molte nuovi volti si sono palesati intimoriti e dubbiosi ma sono poi rimasti molto contenti e divertiti. E questo è un gran successo.

 

Prima di procedere voglio ringraziare tutti, ma proprio tutti a cominciare dai miei compagni di avventura Favar e Fiburga che si sono rivelati essere persone meravigliosamente belle. Silvio che si è fatto 400 km per venire a vedere quanto siamo bravi…. A Furia per averci aiutato ad avere i locali. A Tomas Paladin, presidente del Gruppo Ludico Toscano, col quale avvieremo al più presto stretta collaborazione. A chi si è fatto più di 150 km per venire, quindi Racca, Dominex, The Lawyer, Jones, escludendo di fatto Zollone che ne ha fatti appena 130…. Grazie a quanti si sono prodigati a giocare, a divertirsi e divertire, ma soprattutto a far si che questo evento fosse un successo. In particolare Sempai che pur distrutta dalla stanchezza è rimasta fino alla fine ad aiutare, Mader e Balugoci, Nocs, Patrick  MS, Dera, Kronium…

 

Ma bando alle ciance procediamo.

 

Sabato: Nella mattina l’evento langue, come da pronostico e almeno fino alle 10,30 fino a quando cioè una masnada di gobelin non erompe nella sala del DLF facendo un casino assurdo e facendomi capire che sarà un sabato maledettamente difficile. Il primo foglio di presenza viene riempito immediatamente e già la sala si riempie di urla schiamazzi molesti ed altro. Una bolgia in neanche 2 ore e già alle 13,00 potermi considerarmi finito dalla stanchezza. Il gioco  che è andato per la maggiore è stato PiratenBillard (che trovate qui): si vedevano paline schizzare da ogni parte e in ogni dove e senza alcuna pietà... Le più grandi menti si sono ingegnate a trovare una ratio, una abilità, una skill ma nulla il gioco li ha battuti tutti tranne rare eccezioni come ad esempio Racca che con un solo colpo faceva quello che alcuni non sono mai riusciti a fare in neanche 8 partite… pallina in meta… Onore a Sempai che pur ammettendo la totale estraneità al gioco si batteva come un leone… Jones imbastisce subito un tavolo per Heroscape facendo uno scenario davvero intrigante con tanto di lava, fiumi boschi, davvero bello. E mente io ero intento a preparare il torneo di Ticket to Ride, Favar si metteva all’opera spiegando giochi a destra e a manca. Sembra essere poco conosciuto Il Principe, ma subito piace a molti tanto che sarà spesso rigiocato. 

 

 

Devo notare che i giocatori (eccetto alcuni come Zollone e the Lawyer e un gruppetto di ragazzi presenti la domenica che dichiarano ci piacciono i giochi da seghe mentali….) di oggi prediligono giochi di abilità o di fortuna, o ancor meglio e in generale, brevi… Krone und Kragen viene giocato spesso e lo si capisce dal nevrotico rumore dei dadi che rotolano sui tavoli di plastica… e dall’inveire dei giocatori quando si ottengono al primo lancio 6 dadi uguali…. Ok ma andiamo avanti. Il pomeriggio si disimpegna velocemente, si riescono a creare gruppi da 4/5 persone e la ludoteca messa a disposizione sembra non bastare… per fortuna inizia il torneo di Ticket to Ride che occupa alcuni giocatori. Il torneo procede molto bene, nessun problema e sebbene io dovessi essere arbitro imparziale, tifo spudoratamente per Sempai che raggiunge meritatamente la finale insieme ad altri 4 avventori: Patrick MS, The Lawyer e Favar. La finale domenica… Intanto io Dera, Jones Loooooo…oooo…oooooooka (che poi sarebbe semplicemente Looka) e altro baldo giovine (mi dispiace per Roberto che non ha potuto giocare), ci apprestiamo a giocare a D&D masterizzato dall’ottimo Jones che dimostra di avere la dote della pazienza. Ma prima come non citare Dominex che si è fatto 200 solo per il gusto di far giocare al suo prototipo che onestamente è paurosamente bello, almeno graficamente ma mi dicono anche come gioco. I tasselli sembrano di un gioco pubblicato mentre i tabelloni le carte contratto sono certo che lo siano… (non ci credo Dominex che sei così bravo e se lo sei trasferisciti subito qui a Pisa che mettiamo su una fabbrichetta di materiali…). Davvero un lavoro splendido Dominex. Quindi ci si scatena con l’estrazione della Riffa per Mare Nostrum… molti i biglietti, molte le speranze… ma un solo vincitore per altro il personaggio che ne ha comprati di più, ben 6… Patrick MS, applauso di una folla poco contenta molto delusa, ma comunque sportiva. Infine consegna del premio ad un emozionato Patrick bacio accademico, schiaffo del soldato, palpeggiamento apotropaico e via si ritorna ai nostri doveri ludici. La mia partita a D&D scorre per qualche ora, ma fila tutto non me ne accorgo neanche se non fosse che il sole cala e la fame si fa sentire.

 

Devo essere onesto, la partita mi ha divertito come non mai e soprattutto grazie a Jones e alla sua bravura sia come master che come cantastorie e anche all’impegno dei partecipanti tra cui spicca il mio amico Grigori (Looka), il buon Gillian e una un essere mezzo demoniaco (ignominia e vergogna io Orfus, figlio di Coran il Possente, generale della terza armata d’assalto dell’ampio esercito di Asimaar, che detiene il record di teste mozzate e di giorni di assedio consecutivi che mi accompagno con tale essere immondo ed inferiore, puah!!!!) con coda neanche prensile che spero stia soffrendo almeno la metà di quello che sta soffrendo il mio personaggio. La sera nuova gente si palesa e si finisce con ahimé l’atto mai voluto e sempre un po cattivo del dover buttar fuori…. Siamo oltre mezzanotte.

 

 

Domenica: Mi paleso con SdP e un chilo di pasticcini ma scopro che The Lawyer ha portato dei biscottini…. Uhm boni… credo che tiferò per lui nella finale di Ticket to Ride di questa mattina…. Appena ci sono tutti parte subito la finale e il vincitore ahimé è Patrick MS che stravince, Sempai terza e The Lawyer secondo…. Ahhh i biscottini… Intanto ricevo qualche risposta per il Sargon Chiede, qualche timida risposta e scopro che nessuno aveva letto attentamente il bando del concorso e molti non avevano capito cosa dovevano fare e soprattutto non avevano capito che bastava fare punti e non indovinare tutto… Parte quindi la sessione prototipi con il nuovo gioco di Tukmat, intrigante anche se trooooooooppppppppoooooo lungo e con qualche cosa ancora da registrare, ma onestamente divertente, mi è piaciuta davvero l’idea dell’altitudine, del sorvolare e della tempesta nella scia. Quindi proviamo il prototipo di Diper, gioco interessante ma che ancora accusa eccessiva lunghezza specie a causa del fatto che ci si può dare troppo fastidio. Questo gioc è quelo di cui avevo già parlato a suo tempo…. Il SIGNORE DEL MANTELLO….. che oggi non si sa perché è diventato OTRE DEI VENTI….. ma era più bello prima, anche questa figura deve essere ben registrata, ma il gioco c’è. Il gruppo prototipi procede con Ateneo il gioco di Favar, potrebbe continuare con il mio Hattusha, ma il tempo è tiranno.

 

Ci sono da fare le premiazioni del torneo di Ticket to Ride dove la tensione e l’atmosfera di premiazione si sentono, quindi l’estrazione per la riffa di Fantasy Business dove trionfa il numero 27, Dera che si illumina appena scopre di aver vinto…. Ma non sarà l’ultima volta… Quindi riusciamo a far partire il torneo di Bang che occupa 10 persone per almeno un paio d’ore e ci salva visto che la ludoteca, ora che comunque qualcuno è già andato via, è meno fornita. Vince Jones in un duello all’ultimo sangue con Evangelista il quale a onor del vero ha avuto la sorte avversa per tutta la partita. Il terzo e quarto posto invece se lo contendono Boscaino e Troiano (non ancora iscritti ma presto lo saranno), ma qui il duello dura pochissimo la superiorità di Boscaino è schiacciante (direi anche il suo c**o spaventoso… ehm strategia). Scatta quindi il torneo di Pichtcar dove già dalla prima gara si capisce che non c’è storia… Dera passa il traguardo per prima le prime due prove e alla terza si accontenta di fare piazzamento lasciando un briciolo di gloria anche agli altri. Premiazione immediata visto la superiorità schiacciante e gesto più che nobile di Dera che sentendosi già appagata dalla mera vittoria (e di Fantasy Business aggiungerei) cede il premio, un Lupus in Giocando, al giocatore che lei considera più meritevole, The Lawyer… ah i biscottini….  Riesco ad impegnarmi in qualche spiegazione di giochi, YS, Meuterer, Age of Mythology, Ostia, Perdo, ma quello che non scorderò mai più sono le 4 e dico 4, cioè ve lo scrivo meglio QUATTRO partite consecutive a Villa Paletti e una e dico una e ve lo scrivo anche qui meglio UNA partita a Hekmeck che è durata una esagerazione visto che nessuno in 20 minuti di tiri è riuscito a fare 35…. Scatta la proclamazione del vincitore di Sargon Chiede… Racca trionfa con ben 22 punti staccando il secondo di 11 punti e riportando a casa Ausburg 1520.. peccato che Racca non ci fosse già più… beh vedremo di tenertelo noi….

 

Infine ricordo vagamente (la stanchezza era oramai padrona del mio corpo e della mia mente) un giochino su una maledizione….. Hex Hex…. Il non gioco ma del tipo carino. Onestamente preoccupato quando vedo che Fiburga Jones Kronium e Laura si impegnano alle 21,00 in una partita a Heroscape…. Partita che ha avuto un epilogo inaspettato a vedere come si erano messe le cose a metà gioco: Jones e Kronium trionfano. Finiscono anche clamorosamente quasi in contemporanea una serie di partite che impegnavano numerose persone, in specie una partita a FFFF che raccoglieva ben 6 giocatori i quali avevano mal interpretato le regole  (GIURO NON LE HO SPIEGATE IO….) intendendo Amici solo quelli con cui avevano fatto sesso… e da qui a chiedere i numeri telefonici delle ragazze del gruppo sarà passato al massimo un nanosecondo…. Vedremo…Ma ancora arrivava gente che abbiamo coinvolto in partite di Perudo e 6 Nimmt! Giochi di una certa intelligenza, anche se fino ad un certo punto. Aspettando che la partita ad Heroscape avesse un epilogo una pallina di PiratenBillard viene lanciata per l’ennesima volta troppo forte da Sempai fuori dal tabellone colpendomi in testa…. Era la fine di un sogno vissuto ad occhi aperti…

 

GRAZIE a tutti GRAZIE di cuore