In preparazione il Premio Archimede 2010

Autore: 
Argomento Articolo: 

Il PREMIO ARCHIMEDE 2010, bandito da studiogiochi, ha per tema l’ideazione di un gioco da tavolo.
Il Premio è dedicato al grande Alex Randolph, che ne è stato presidente per le prime 7 edizioni.
La partecipazione è aperta a tutti, senza limiti di residenza o di età. Gli autori possono partecipare in maniera singola o in gruppo.
Il Premio gode del patrocinio del Comune di Venezia e viene organizzato con il supporto della fondazione J.P. Halvah, creata dallo stesso Randolph e presieduta da Herbert Feuerstein, che offre un contributo di € 3.500 ai vincitori, sotto forma di viaggi di studio, stage, contributi alla pubblicazione, ecc.
Lo IUAV, Istituto Universitario di Architettura di Venezia ospiterà, come nelle tre precedenti edizioni, la cerimonia finale che si svolgerà sabato 2 ottobre 2010. Con l’occasione vi sarà una commemorazione di Alex Randolph.
Rivista ufficiale della manifestazione è Focus Brain Trainer.
Il Premio avrà la collaborazione del Musée Suisse du Jeu (Museo Svizzero dei Giochi) che organizzerà un’esposizione con i giochi finalisti.
Tutte le aziende che collaboreranno alla manifestazione riceveranno informazioni sui giochi partecipanti ed avranno occasione di visionarli.

Scarica il BANDO


Per concorrere, compilate in tutte le sue parti il modulo di partecipazione ed inviate il prototipo entro il 30 giugno 2010 a:
PREMIO ARCHIMEDE 2010
c/o studiogiochi
S. Polo 3083
30125 VENEZIA
allegando un assegno o un vaglia postale di 25 euro a titolo di parziale copertura delle spese.
Come d’uso in molti premi letterari, a partire da questa edizione, Studiogiochi si riserva il diritto di opzione sui giochi finalisti (vedi modulo di partecipazione).
Per il pagamento, allegare al regolamento un assegno non trasferibile intestato a studiogiochi o inviare un vaglia postale. Per ogni gioco ammesso sarà rilasciato un attestato di partecipazione, a testimonianza e certificazione della presentazione del gioco in quella data.
Oltre al Premio Archimede, la giuria assegnerà la menzione speciale Sebastiano Izzo e altri riconoscimenti speciali, trofei e premi di categoria quali:
• Trofeo speciale Winning Moves, per il miglior gioco strategico per famiglie. Winning Moves esporrà nel suo stand a Essen 2010 il gioco vincitore.
• Trofeo Speciale Carta Mundi per il miglior gioco di carte: Carta Mundi produrrà gratuitamente 1.000 copie del miglior gioco di carte presentato al Premio Archimede e ne farà dono all’autore; il gioco dovrà consistere in 1 o 2 mazzi di carte e sarà prodotto con regole e astuccio; la grafica è offerta da Scribabs.
Tutti i finalisti riceveranno numerosi giochi offerti dagli editori che sponsorizzano il premio e materiali per prototipi offerti da Spiel-material.de.
Le Giurie
Saranno operative due giurie separate:
• la giuria di selezione che sceglierà i giochi ammessi alle fasi finali della competizione e assegnerà le menzioni speciali.
• la giuria finale che voterà in diretta davanti al pubblico, in occasione della cerimonia finale, decretando così il vincitore e la classifica, nonché il vincitore dei trofei Winning Moves e Carta Mundi.

giuria di selezione
• Niek Neuwahl (Presidente)
• Giuseppe Baggio
• Alfredo Berni
• Leo Colovini
• Marco Maggi
• Francesco Nepitello
• Carlo A. Rossi
• Dario Zaccariotto
• Alessandro Zucchini


giuria finale
• Niek Neuwahl (presidente)
• Michael Bruinsma (Phalanx, Paesi Bassi)
• Bernd Brunnhofer (Hans im Glück, Germania)
• Dagmar De Cassan (Win magazine organizzatrice della SpieleFest di Vienna, Austria)
• Silvio de Pecher (La Tana dei Goblin, Italia)
• Dario De Toffoli (studiogiochi, Italia)
• Paolo Fasce (Il secolo XIX, Italia)
• Mauro Gaffo (Focus Brain Trainer, Italia)
• Mike Gray (Hasbro, USA)
• Uwe Molter (Amigo, Germania)
• Ennio Peres (giornalista)
• Philipp Sprick (Ravensburger, Germania)
• Albrech Werstein (Zoch, Germania)


Entrambe le giurie si avvarranno della collaborazione e consulenza di Gigi Pescolderung, Giuseppe Baù, Fabrizio Berger, Giulia Franceschini, Giorgia Marchesin, Elisa Marzorati, Stefano Mondini, Rossana Nardo, Giorgio Salvadego e Massimo Tonizzo.