[PREVIEW] BEER & VIKINGS

Autore: 
Argomento Articolo: 

ATTENZIONE! Le seguenti anteprime sono ricavate dalle impressioni successive alla sola lettura del regolamento senza prova su strada dei giochi.


BEER & VIKINGS

Autore: Matteo Santus Ambientazione: Mitologia nordica

Editore: Albe Pavo Meccaniche: Combattimento, cooperazione
Giocatori: 3-8 Dip. lingua: sì
Durata: 45 minuti Regole: Italiano
Tipologia: GdC Difficoltà: Semplice
Descrizione estesa del gioco

Beer & Vikings è il sequel di "Sakè & Samurai", gioco di carte prodotto dall’Albe Pavo nel 2011.

In pratica il successo del precedente ha convinto l’editore ad inaugurare una serie Liquori & Guerrieri, di cui il titolo in questione diventa il secondo pubblicato.

Per chi non conosce "Sakè & Samurai" consiglio di leggere la recensione che abbiamo nel sito, si tratta di un gioco in cui i Samurai si affrontano in combattimento, ma sono anche impegnati a bere il sakè. Bere sakè è lo scopo del gioco (vince chi ne ha bevuto di più), ma allo stesso tempo rende brilli e più vulnerabili in combattimento. Inoltre i Samurai morti in combattimento non vengono effettivamente eliminati, ma giocano come fantasmi del regno delle ombre avendo la possibilità di vincere la partita, in maniera cooperativa, assieme agli altri spettri.

Ora Beer & Vikings è una semplice trasposizione: i guerrieri non sono samurai, ma vichinghi, le katane sono sostituite dalle asce, gli "spiriti di Loki" sostituiscono il regno delle ombre, e, ovviamente, la birra sostituisce il sakè.

É infine possibile unire i due mazzi e giocare con samurai e vichinghi in un’improbabile ambientazione nippo-scandinava.

Pro Contro
  • Per chi preferisce l’ambientazione nordica.

  • Si può giocare unendo il mazzo a quello di Sakè & Samurai.

  • Ambientazione a parte è solo una riedizione.

Conclusioni

Poco da aggiungere: se vi è piaciuto Sakè & Samurai vi piacerà anche questo e potreste trovare divertente giocarci anche assieme. Se non vi è piaciuto il precedente potete passare, a meno che non siate fanatici dell’ambientazione.

Note
Edizione bilingue italiano/inglese