[PREVIEW] THE RESISTANCE: AVALON

Autore: 
Argomento Articolo: 

ATTENZIONE! La seguente anteprima è ricavata dalle impressioni successive alla sola lettura della presentazione del gioco, senza prova su strada del gioco










The Resistance: Avalon
Autore: Don Eskridge Ambientazione: Medioevo fantasy

Editore: Indie Boards and Cards Meccaniche: bluff, deduzione
Giocatori: 5-10 Dip. lingua: no
Durata: 30 minuti Link regole: presentazione
Tipologia: GdC Difficoltà: basilare
Descrizione estesa del gioco

 La struttura di Avalon è la stessa di The Resistance: buoni contro cattivi con lo scopo di completare/sabotare missioni al meglio delle 5.

In Avalon giocheremo coni seguaci di Re Artù contro gli scagnozzi di Mordred.

La componentistica è simile ma in Avalon troviamo 14 personaggi, 3 plance per il punteggio (a doppia faccia, si usano in base al numero dei giocatori), due carte lealtà e un segnalino Dama del Lago, inoltre non ci sono le carte Plot.


A ogni giocatore viene assegnata una carta personaggio che ne decreta lo schieramento: tale carta deve rimanere segreta. Il leader (che ruota poi in senso orario) riceve anche il segnalino dedicato.


Poi tutti chiudono gli occhi e solo i cattivi li riaprono, riconoscendosi tra loro. C'è un ulteriore passaggio: anche il personaggio con Merlino saprà chi sono i cattivi perchè apre gli occhi mentre tutti li hanno chiusi e solo i cattivi fanno la linguaccia...


A questo punto il leader propone una squadra, composta da tanti membri quanti ne richiede la missione. Si apre il dibattito e alla fine la squadra viene rigettata o accettata, con votazione pubblica. Il meccanismo è lo stesso di The Resistance: la squadra approvata vota per l'esito della missione, altrimenti il leader passa e si propone un nuovo team. Se c'è un rifiuto per 5 volte di fila, i buoni perdono.

La squadra vota poi, segretamente, la missione: basta un voto negativo per farla fallire. In Avalon, anche se i buoni vincono 3 missioni su 5, i cattivi hanno ancora un possibilità di vincere la partita: indovinando chi è Merlino.


Oltre al suddetto mago, altri personaggi con poteri speciali possono essere inclusi nel mazzo:

  • Percival (buono): sa chi è Merlino e tenterà di aiutarlo tenendone nascosta l'identità.

  • Mordred (cattivo): non si rivela a Merlino.

  • Oberon (cattivo) non si rivela né viene rivelato agli altri cattivi.

  • Morgana (cattiva): si rivela a Percival assieme a Merlino, per confondere le acque.


Ci sono poi regole opzionali: le carte lealtà ti consentono di usare le vecchie carte Plot di The Resistance; il segnalino Dama del Lago ti fa visualizzare la carta lealtà del giocatore a cui lo passi, che a sua volta potrà riutilizzarlo e così via.

Pro Contro
  • Nessuna eliminazione giocatore.
  • Veloce da imparare e facile e divertente da giocare
  • I ruoli particolari possono rendere più viva la partita, in particolare quello di Merlino.

  • Se avete già The Resistance è poco più che un doppione

Conclusioni
 The Resistance aveva fatto il botto come gioco di deduzione/bluff. È facile, veloce, divertente, ricco di suspance e consente a tutti i giocatori di partecipare fino alla fine della partita.

Con Avalon gli autori tentano il bis, cambiando ambientazione (ma poteva pure essere marziani vs zombie) e soprattutto introducendo i poteri personali dei personaggi. Non si arriva ai paradossi cervellotici di Wherewolf , ma si introduce un elemento a tema, che, sulla carta sembra facilmente assimilabile e in grado di non far rimpiangere le carte Plot (che tra l'altro molti non usavano comunque).

  

Note