[PREVIEW] LIKE - THE SOCIAL GAME

Autore: 
Argomento Articolo: 

ATTENZIONE! La seguente anteprima è ricavata dalle impressioni successive alla sola lettura del regolamento senza prova su strada del gioco









Like - The Social Game
Autore: Marco Almini, MIchele Pierangeli Ambientazione: social network, vita comune

Editore: Cranio Creations Meccaniche: poteri variabili, alleanze
Giocatori: 3-8 Dip. lingua: minima
Durata: 30 minuti Link regole: italiane (sito Cranio Creations)
Tipologia: GdC Difficoltà: semplice
Descrizione estesa del gioco

Dopo Dungeon Fighter, ecco un altro party game rapido e divertente prodotto dalla Cranio Creations. Like si propone di ricreare il caos e la frenesia di quella malattia sociale collettiva chiamata “social network”.

Ogni giocatore pesca una carta profilo diversa (col suo specifico effetto) e 5 segnalini fan. Questi segnalini hanno una faccia col pollice alzato (lato “like”) e una col simbolo “loser” (perdente) e costituiscono la moneta nonché il motore del gioco. Quando vengono usati vanno infatti tirati in aria come una moneta e la sorte deciderà se cadranno dal lato buono o da quello cattivo.

Completano i componenti le due carte Tastiera e Tag e un mazzo di carte Posts con vari effetti speciali, da usare durante il corso della partita.


Chi ha tirato meno segnalini like dei 5 iniziali diventa il Troll e avrà un ruolo di primo piano nel corso del round, che si articola in 5 fasi:

  1. Update: il troll pesca 2 carte dal mazzo Posts, gli altri 1 sola

  2. Discussione: questa è la fase principale. Il Troll può sfidare un altro giocatore e semplicemente puntare un certo numero di segnalini fan per avere più like dello sfidato, che risponde con i suoi. Gli altri partecipanti possono aiutare l'uno o l'altro con i propri fan, dietro compenso (di altri segnalini o carte) o per i propri scopi personali. Chi vince la “discussione” si impossessa dei fan del perdente (e dei suoi eventuali alleati).

  3. Nuovi Amici: chi ha lanciato almeno 1 fan nella precedente discussione po' scambiarne 3 con una carta Amico. Quando si arriva a 4 amici, si vince la partita.

  4. Aiuto dal Web: chi è rimasto con zero fan, può prenderne uno dalla riserva.

  5. La Tastiera va a...: le carte Troll vanno al successivo giocatore in senso orario e si inizia un nuovo round.

Il gioco è simpatico, veloce e tende a ricreare la frenesia del web tramite alcuni semplici trucchi. Innanzitutto si consiglia di usare un timer settato ogni 10 secondi per le Discussioni: sarà questo il tempo concesso per rilanciare/allearsi nella disputa in corso. In pratica o batti veloce le tue sarcastiche risposte sui tasti o sei tagliato fuori.

Poi il principio della “Dichiarazione”: avrete notato che non c'è un vero e proprio ordine di turno nelle varie fasi del gioco. In pratica vige la regola “chi prima arriva meglio alloggia”: quando dichiari di usare la tua carta, questa avrà effetto subito, indipendentemente da quelle gridate dopo in risposta (che si applicheranno comunque subito dopo). Per questo nel manuale è ripetuto più volte l'ordina di dichiarare ad alta voce le proprie giocate.

Certo, la cosa risulterà un po' caciarona quando si è in tanti, ma ho il sospetto che sia proprio lo scopo del gioco.

Pro Contro
  • Semplice, veloce e promette anche di essere molto divertente
  • L'atmosfera della rete sembra ben resa
  • Supporta fino a 8 giocatori

  • Probabilmente con pochi partecipanti rende meno.
  • Il timer non è necessario ma è consigliabile (come dice il manuale, ne avrete comunque uno nel vostro nuovissimo smartphone)

Conclusioni
Da prendere senza troppe pretese, si presenta come un gioco semplice, veloce e simpatico. Le meccaniche sono ben calate nell'atmosfera dell'ambientazione e la fortuna è dominante. ancor più che nel gioco, saranno le "amicizie" al tavolo a determinare la vostra sorte...
Note