[Print & Play] Fantasy Arena

Autore: 
Argomento Articolo: 

A distanza di qualche mese dalla presentazione dell'autore David Balotti del suo gioco Fantasy Arena (che trovate qui), pubblichiamo qui una recensione dello stesso da parte di Simox inaugurando una nuova rubrica destinata ai giochi Print & Play, che archivieremo in un'apposita sezione del sito. Buona lettura a tutti.



 

Fantasy Arena

Autore: David Balotti (Chilavert) Lingua:

Tipologia: GdT Ambientazione: Fantasy
Giocatori: 2-4 Meccaniche: Eliminazione, Deck Building
Durata: 30 minuti Link: Sito Ufficiale
Difficoltà: Semplice Altri articoli: Presentazione

Premessa

Fantasy Arena è un gioco Print & Play, ossia un gioco non acquistabile in negozio, ma gratuito e riproducibile con la stampante di casa, semplicemente scaricando i files messi a disposizione dall'autore sul sito ufficiale (trovate il link nella scheda).

Il gioco è ambientato in una terra fantastica, Netharia, deturpata dalla tirannide e dalle barbarie. Conoscono così l'esordio gli Avatar: semidei il cui scopo è deviare tanta violenza in epici scontri in speciali arene, controllando squadre dei guerrieri più feroci, temerari e astuti di tutta Netharia, donando loro poteri straordinari. Le premesse spianano il terreno ad uno scopo candidamente semplice: i giocatori dovranno costruirsi una squadra, un trio di personaggi, e con esso distruggere tutte le squadre avversarie

Il Gioco

3, 2, 1... DRAFT!

Stabilito il numero di partecipanti, da 2 a 4, bisognerà prima di tutto creare la propria squadra, sfruttando una delle tante varianti proposta dal regolamento, dalle due squadre "tutorial" per principianti, al semplice random, varianti più o meno raffinate del Draft, fino ad arrivare al livello avanzato, che include perfino un'asta per la scelta dei personaggi più ambiti.

Ovviamente, ci sono molteplici fattori da rispettare per la creazione di una sana squadra; citiamo tra tutti il più importante: il colore delle gemme richiesto da ciascun personaggio per l'esecuzione delle proprie mosse; i colori sono 4, ognuno rappresentante particolari rami di potere: Fosso(forza), Blu(magia), Verde(astuzia) e Giallo(carisma).

Quindi, come avrete già intuito, squadra con personaggi che condividono troppe esigenze in termini di gemme risulterà estremamente problematica da giocare.

Che la battaglia abbia inizio!

La sequenza di un turno è molto semplice: inizialmente si pescheranno 3 gemme (accumulabili di turno in turno, per un massimo di 10 gemme nella riserva) grazie alle quali pagare le azioni dei personaggi; ogni personaggio ha 4 azioni disponibili che ne caratterizzano il carattere e lo stile di combattimento; questi, variano dai meri attacchi brutali alle azioni di supporto... in particolare, esistono abilità in grado di rendere invulnerabili i propri personaggi (contrassegnati da una gemma bianca) o per stordire quelli avversari (gemma nera), impedendogli così di giocare azioni nel proprio turno; la gamma di azioni e affinità annesse è comunque molto varia e, descriverne ogni sfaccettatura allungherebbe troppo la recensione.

In ogni caso, è importante sapere che ogni personaggio potrà giocare soltanto un'azione per turno, per un totale di 3 mosse combinate tra loro per turno (posto che i personaggi siano ancora tutti vivi...).

Alcune azioni, inoltre, possono richiedere più gemme.

Scopo ultimo di queste combo è eliminare i personaggi avversari uno dopo l'altro; l'ultimo Team che rimane in piedi, vince.

Caratteristiche in breve

Dipendenza dalla lingua
Trattandosi di un gioco Italiano: nulla

Incidenza Aleatoria
Bassa: raramente una pescata capricciosa può decidere la vittoria (o la sconfitta...) di un giocatore

Scalabilità
Come spiegato abbondantemente nelle considerazioni finali, è un gioco da fare in due, non un giocatore di più

Materiali
E' un Print e Play: la qualità dei materiali la fanno i giocatori. Ma se con materiali vogliamo intendere la veste grafica del gioco, questa è austera ma funzionale; oltretutto, come dichiarato dall'autore, tutti i disegni sono presi in prestito da un gioco online, "League of Legends", che aiutano moltissimo ad immergersi nell'ambientazione

Conclusioni

Questo gioco vale il toner della stampante...

Fantasy Arena è un titolo più che valido, offrendo partite dove la fortuna è ridotta a livelli esigui, senza cadere nell'algida serietà dei german game. Attualmente, il gioco offre ben 20 personaggi e viene continuamente migliorato dall'autore.

Ma qualche difetto lo tiene...

Ovviamente Fantasy Arena non è un gioco perfetto.

Nonostante l'impegno dimostrato dall'autore, non tutti i personaggi sono bilanciati e alcune combinazioni tra di essi, se accompagnati da una continua pescata fortunata di gemme (unico fattore aleatorio del gioco che, pur controllabile dalla possibilità di conservare precisi colori di gemme utili all'avversario, diminuendo di fatto le possibilità di pescare quel colore a suo danno) può rendere alcuni team inarrestabili.

Cito in particolare "Jeann, chierica umana" e "Dalek, Elfo del sangue": il primo, è estremamente versatile e può stordire di continuo con molta facilità (lo stordimento è, di fatto, una delle abilità più potenti del gioco), mentre Dalek può diventare perennemente vulnerabile (facendo un gran male nel mentre) e sopratutto autopotenziarsi, diventando capace di buttar giù intere squadre da solo; non pago, una nuova regola del gioco, atta a simulare più fronti di combattimento, lo ha reso ancora più pericoloso.

Per fortuna, l'autore ha promesso a breve di migliorare ulteriormente il bilanciamento del gioco.

Ultimo difetto, fortunatamente meno rilevante: sebbene il gioco preveda partite di 3 o addirittura di 4 giocatori, offre in questi ultimi due casi un'esperienza abbastanza caotica, dove il vincitore raramente è tale per le proprie abilità dato che, nel caos della battaglia, è facile che i giocatori sbaglino a valutare la priorità dei propri attacchi e qualcuno ne approfitti di conseguenza.

Malgrado ciò si tratta, come detto, di un gioco che vale davvero la pena di stampare e proporre al proprio gruppo.

Pro

Contro

  • Rapido e divertente
  • Ci si immerge perfettamente nel gioco
  • Fortuna quasi inesistente...
  • ...ma quando si presenta, son bestemmie
  • Alcuni personaggi, soprattutto se in squadra particolari, sono troppo forti
  • E' un gioco da fare in due, stop

VOTO

(7.5 su 10)

(non do 8 per incoraggiare l'autore nel perfezionarsi)