Qualche download di meno...

Autore: 
Argomento Articolo: 

Vi informiamo che da questo momento non sono più disponibili i seguenti download:

  • Amyitis: regolamento italiano
  • Die Handler: carte e sequenza di gioco in italiano
  • Caylus: regolamento italiano
  • Funkenschlag: regolamento italiano seconda edizione
  • Freya's Folly: regolamento italiano
  • Puerto Rico: Mercato Piccolo de luxe in italiano
  • Reef Encounter: regolamento italiano
  • Karibik - Caribbean: regolamento italiano

La ragione per cui non troverete più questi downloads sul nostro sito è che l'autore, manifestando il proprio disaccordo nei confronti della Tana, ci ha chiesto di cancellare la sua posizione di associato e tutti i download che aveva postato sul nostro sito.

Personalmente non posso che dispiacermi di una simile situazione, per diverse ragioni...

In primo luogo perché nel motivare il proprio disaccordo, questo nostro ex associato dice "purtroppo negli utlimi tempi ho avuto l'impressione che, forte del contributo gratuito e disinteressato di giocatori come me, la Tana abbia assunto nel contesto del panorama ludico italiano una posizione di supposta superiorità che un po' mi infastidisce", definendo i nostri atteggiamenti a volte arroganti e boriosi. Credo sia opportuno ricordare che abbiamo sempre sottolineato come questo portale, la sua comunità e tutta la ricchezza che rappresenta siano costituiti proprio dal contributo libero, volontario e variegato di tutti i nostri utenti, soci o altro che siano. Non mi pare che i fondatori, né i responsabili delle strutture affiliate, gli amministratori o i moderatori abbiano mai ostentato o rivendicato di dare un contributo più prezioso o migliore di chiunque altro. Abbiamo sempre recepito e valorizzato ogni collaborazione e supporto, da chiunque venisse, in qualunque misura, nel rispetto delle esigenze e delle disponibilità altrui.

Ma se riesco a leggere anche oltre le parole scritte, temo che in queste critiche si trascuri di considerare che le organizzazioni sono pur sempre fatte di uomini, e più sono grandi più persone ci sono dietro, che inevitabilmente non possono raccogliere le simpatie di tutti. Ciò nondimeno e proprio per questo, le organizzazioni andrebbero valutate più per i risultati che esse ottengono come insieme di decisioni consiliarmente concordate, che non per gli atteggiamenti o i comportamenti di singoli individui che ne fanno parte, con le loro inevitabili peculiarità caratteriali, comportamentali e relazionali. Io non ho la pretesa che tutti mi trovino simpatico o siano d'accordo con me, ma non sono io La Tana dei Goblin, che è invece il risultato di azioni e decisioni mediate da un gruppo ben più ampio del singolo che scrive.

In secondo luogo, questo atteggiamento tende a confondere due aspetti diversi. Da un lato infatti, chi non è d'accordo con il nostro modo di procedere, le nostre politiche e la nostra filosofia, è libero di non associarsi o chiedere di non essere più socio TdG se cambia idea successivamente. Altra cosa è il far parte a vario titolo di una comunità virtuale come quella che attraverso il nostro sito mette a disposizione e fruisce gratuitamente di ogni risorsa e servizio disponibili, comodamente a disposizione di tutti, senza che sia richiesto o valutato alcun legame con la nostra struttura organizzativa. Da questo punto di vista, chiedere la rimozione dei download non mi sembra un'azione corretta nei confronti della comunità, alla quale viene di fatto addebitato il conto per una protesta indirizzata alla struttura associativa che è altra cosa. Sa un po' di una cosa tipo "la palla è mia e me la porto via", un atteggiamento che mi lascia alquanto perplesso, anche perché si sostiene in questo modo di volerci ricordare come il nostro successo sia dovuto ai contributi utente, meriti che come già detto non abbiamo mai negato o disconosciuto neanche per un istante.

Infine, quando a questo proposito l'ex associato mi dice "ovviamente mi guardo bene dal danneggiare i giocatori, infatti le mie traduzioni resteranno, come lo sono sempre state, disponibili un po'ovunque in rete (su BGG o sul mio sito personale ad esempio)", non posso che restare ancor più perplesso nel constatare una valutazione così lontana da quello che è il nostro modo di pensare. Tutto ciò che noi abbiamo realizzato e costruito sia con il sito che con l'organizzazione ha sempre avuto come primo e unico obiettivo la costituzione di un punto di riferimento univoco per i giocatori italiani, che permetta loro di non frammentarsi in mille realtà ma di riconoscersi con un'identità comune, almeno a livello di immagine e obiettivi. Non mi sembra quindi logico pensare che così non si danneggino i giocatori, tornando esplicitamente alla logica delle singole realtà individuali, o peggio, preferendo i siti stranieri ai sia pur migliorabili tentativi italiani. 

Mi resta quindi comunque il dubbio di chi realmente si intenda colpire, punire o istruire, con atteggiamenti di questo tipo, posto che noi fondatori, affiliati, amministratori e moderatori non guadagnamo certo nulla dal nostro ruolo, se non la soddisfazione di aver costruito qualcosa che sia considerato utile (a voler essere precisi, poi, ci "guadagnamo" una bella fetta di tempo in meno per poter giocare!). Comunque, abbiamo rispettato in toto le volontà espresse da questo ex-associato, inclusa la possibilità di restare comunque utente registrato (che per noi non è mai stato in dubbio essendo due aspetti differenti), ma per correttezza e trasparenza abbiamo ritenuto opportuno informarvi dei motivi per cui da oggi sul sito ci sarà qualcosa di meno di prima. Ciascuno trarrà liberamente le proprie conclusioni e considerazioni.

Un caro saluto e buon weekend a tutti.