Recensioni Fuorilegge - Nessuno inventa più nulla ovvero Rune Age

Autore: 
Argomento Articolo: 

E' credenza popolare, e non solo nell'ambiente ludico, che nessuna delle produzioni odierne sia esente da "importazioni" da prodotti precedenti. Queste importazioni in effetti si dimostrano quasi sempre evidenti sebbene più o meno sostanziose a seconda dei casi, consentendo di trattare l'argomento per sfumature, da "intelligente applicazione di  meccanica collaudata" a "copiato paro paro".
Ma tra le mani ora abbiamo qualcosa di nuovo che no, non è un parte del nostro nuovo coinquilino, e nemmeno un gioco davvero nuovo, bensì un innovativo modo d'interpretare l'importazione nel Game Design: Rune Age.

Questo mostro di Frankenstein non fa mistero della sua natura presentandosi già con un nome strappato via a brandelli da ingenui giochetti fantasy di qualsiasi età, e il flashback stracolmo di citazioni, immagini e situazioni di altri giochi che vi colpisce è un destro di cui si portano i segni dall'apertura della scatola alla sua vendita su e-bay.

Per l'occasione abbiamo il piacere di ospitare e presentare Eleonora Gehenna Del Vecchio, che ha partecipato con la sua caparbia immagine alla disfatta di Rune Age. Ringraziandola invitiamo sempre tutte le amiche cosplayer che volessero partecipare al blog di contattarci, ricordando che così potrebbero essere l'unico spunto di dignità dello stesso.

Continua su http://www.ilpuzzillo.com/2012/06/rune-age-recycl-age.html