[Report] L'Occhio della Redazione - LOdR: in bicicletta in salotto (parte 2)

Ho giocato a...
Giochi
Giochi collegati:
Leader 1

Buona domenica Goblins, Agosto sta finendo e ormai quasi tutti torniamo alla normalità e, come i più attenti già sapranno, da domani daremo il via alla danza delle anteprime di Essen. Ma l'occhio non si ferma. continuerà sempre a vigilare nel forum di "Ieri ho giocato a..." per scegliere i migliori report da pagare in sonanti goblon.

Anche questa settimana l'onore dela home page va a Tika ed al suo report del giro a tappe di Leader 1.

Buona lettura!

Buona domenica Goblins, Agosto sta finendo e ormai quasi tutti torniamo alla normalità e, come i più attenti già sapranno, da domani daremo il via alla danza delle anteprime di Essen. Ma l'occhio non si ferma. continuerà sempre a vigilare nel forum di "Ieri ho giocato a..." per scegliere i migliori report da pagare in sonanti goblon. 

Anche questa settimana l'onore dela home page va a Tika ed al suo report del giro a tappe di Leader 1. (qui la prima parte)

Buona lettura!


Continua la corsa a tappe più attesa dell'estate!!

GIRO LOMBARDO - TRENTINO (Da Piazza Loggia al Castello del Buonconsiglio)

Secondo incontro per la seconda tappa del fantastico giro per tutti i ciclisti della domenica!
La novità è che oltre al Team Tika (Giallo), Team Ale (Verde), Team Dario (Blu) si è aggiunto anche il Team Michele (bianco)!
Si passa quindi a ben 4 team partecipanti.
Per permettere a Michele di integrarsi al meglio i suoi corridori sono stati considerati come parte del gruppone in quanto a ritardo e con 10 punti energia conservati dalla tappa precedente. Dopo aver corso la tappa abbiamo però deciso di dare a Michele la possibilità di guadagnare 4 punti (40 secondi) con un corridore a scelta e altri 2 (20 secondi) con un secondo corridore a scelta. Questo perché altrimenti ci è sembrato troppo fuori dai giochi di testa.

Ed ecco a voi il team anglo-bresciano di Michele (BIANCO): 


MOSCIO(velocista). Un nome un programma per questo spilungone che grazie a rapporti improponibili per tutti gli altri corridori riesce a raggiungere medie in piano incredibili. In salita un nome un programma!
SBRAGÙ: Dice di Indurain: "Un buon corridore, ma ha vinto solo perché al tempo io ero ancora in culla!"... Ai posteri l'ardua sentenza.
TRIAL: Dal mercato estero si è unito al team questo scalatore misterioso con prestanti doti... di cosa ancora non lo sappiamo!


SECONDA TAPPA - Da Limone sul Garda a Idro





Tappa detta anche "dei 3 laghi": la partenza sul lago di Garda, lungo la celeberrima Gardesana Occidentale (famosa non certo per la scorrevolezza del traffico) lascia ancora a molti velocisti la possibilità di iniziare qualcosa. Dopo aver attraversato la ridente località di Riva del Garda il percorso finalmente imbocca la salita, e passando per il lago di Ledro propone ai diversi team una prima salita. Si scavalla poi il passo e si giunge infine al lago di Idro intorno al quale si snoda un circuito splendido al confine tra Trentino e Lombardia!
Tappa mista che offre molte possibilità ai diversi team. C'è ancora la possibilità per i velocisti di giocare all'attacco ma anche gli scalatori finalmente possono entrare in gioco! Vediamo come è andata!



Pronti via, si fugge subito! È ancora una volta il tema di Tika (GIALLO) che prova ad andarsene già dalle prime curve sul pianoro iniziale. Via un fuga con ROSSINI (leader) e MARIO ZOVA (scalatore), nel tentativo di guadagnare un certo distacco dal gruppo. TIZIO (velocista blu), terzo in classifica, non vuole lasciarsi scappare ROSSINI, uno dei principali contender dopo la prima tappa, e così si unisce all'inseguimento. Anche MOSCIO (velocista verde), nonostante le sue celebri difficoltà in salita, si unisce alla combriccola. 
Mentre tutti aspettano che il team verde della maglia ROSA (primo in classifica) RASEGA si muove, è ancora il team di Tika (GIALLO) che soprende tutti: dal gruppo scatta incredibilmente anche GIUBBETTA (velocista), lanciando dunque in fuga tutti i componenti del team.
Così all'inizio della salita il team verde è ancora invischiato nel gruppo che se la prende comoda (oggi molti risultati bassi sul dado movimento).



In fondo alla discesa aspetta l'unico Gran Prix di tappa: gli scalatori dunque tirano forte nel tentativo di lasciare indietro i più accredidati avversari. E così è: lungo la salita il gruppo in fuga si sfalda completamente tra i tre scalatori in fuga MARIO ZOVA (giallo), TRIAL (bianco) e SEMPRONIO (blu). Dietro, gli altri componenti della fuga rallentano e si fanno riprendere dal team verde, andando a creare un compatto gruppo di inseguitori. 



Mentre SEMPRONIO (scalatore blu) con una discesa a rotta di collo stacca tutta la concorrenza e va a prendersi il gran prix di tappa, il pericoloso ROSSINI (leader giallo) approfitta delle posizioni di testa nel gruppetto di inseguitori per gestire al meglio il passaggio tra salita e discesa, riuscendo a creare un piccolo gap con i concorrenti più pericolosi che lo seguono. Più avanti il suo compagno di squadra MARIO ZOVA (scalatore giallo) rallenta per aspettarlo.



Sfruttando il trenino ROSSINI (leader) - MARIO ZOVA (scalatore) il team giallo di Tika riesce a imbastire una fuga che sembra quella buona, anche considerando che il leader è pure scattista. Dietro la corsa per riprendere i primi si fa frenetica con i velocisti che si lanciano a mille giù per la discesa, ma il treno buono sembrerebbe andato: 



Ultime curve prima della tracciato finale, l'ultimo pericolo per ROSSINI (leader giallo) sembra essere SBRAGÙ (leader bianco), che però proprio sul più bello decide di prendersi un RISCHIO e fallisce (tiro 1 sul dado 12!!!)!!!!! CLAMOROSO! Cade sull'ultima curva e vede sparire davanti a sé i sogni di gloria: MICHELE lancia impropreri poco consoni ad un buon cristiano.
Dalle retrovie, intanto, arriva come un treno RASEGA (velocista verde, attuale maglia rosa)!!!



Siamo alla fine: ROSSINI (leader giallo) riesce a chiudere, ma RASEGA (velocista verde) chiude anch'egli subito sulla sua ruota. Il recupero del forte atleta bresciano ha avuto dell'incredibile. Via via scorrono tutti gli altri, con ritardi molto più contenuti della prima tappa!!!!



CLASSIFICA FINALE!
Incredibile la situazione che si è venuta a creare:
ROSSINI (leader giallo) e RASEGA (velocista verde) dopo due tappe condividono la prima posizione 
a 40 secondi abbiamo CAIO (velocista blu)
a 50 secondi GIUBBETTA (velocista giallo)
a 70 secondi SEMPRONIO (scalatore blu) e BIDÙ (leader verde)
a 90 secondi TRIAL (scalatore bianco), MOSCIO (velocista bianco) e PITIMA (scalatore verde), gli altri più attardati
NOTA: come dicevo in apertura, alla prossima tappa Michele (bianco) avrà la possibilità di guadagnare 40 secondi con un ciclista e 20 con un altro.

CONSIDERAZIONI DEI GIOCATORI:
il vincitore: tika (giallo)
bella gara, questa volta tutto è andato per il meglio. Nella tappa precedente avevo pensato di lasciarmi aperte due possibilità per la classifica finale con il leader e con lo scalatore. Con il secondo però è andata male e così il mio scalatore ha aiutato in tutta la tappa il leader a stare davanti. Ora il leader è messo davvero bene, avendo alle spalle le tappe più favorevoli ai velocisti e addirittura una l'abbiamo portata a casa.
Ad un certo punto pensavo davvero di poter guadagnare molto, ma se anzi non avessi sfruttato il velocista per fare da tappo forse il velocista verde (RASEGA) avrebbe addirittura vinto la tappa!!! Incredibile.

Alessandro: Verde
Finalmente comincio a capire meglio come gestire la corsa a tappe. Spiace non aver recuperato fino alla vittoria ma ho perso davvero poco dal leader di Filippo. Ora Rasega dovrà giocare in difesa ma ce la posso fare!

Michele: Bianco
Non ricordavo molto il gioco e quindi ho sbagliato un po' di cose. Nonostante questo potevo anche giocarmi la vittoria di tappa con il leader se non fosse stato per quella maledetta caduta all'ultima curva! 

Dario è dovuto scappare quasi subito, quindi il suo team è in silenzio stampa!!!

Ci sentiamo per la prossima tappa, con l'arrivo in salita a Madonna di Campiglio!!!!!!