[Report] L'Occhio della Redazione - LOdR: Io, la PLAY e la Febbra

Ho giocato a...
Giochi

Buongiorno amici Goblins, 

già una settimana è passata dall'evento ludico di punta del panorama italico ma ancora fresche nel cuore sono le emozioni provate in questa strepitosa fiera. Per far rosicare ancora di più tutti coloro che non ci sono stati, abbiamo scelto di premiare con l'onore della home page Fedellow, che ci narra delle sue febbricitanti peripezie in quel di Modena.

Buona lettura e buona domenica!



 

Buongiorno amici Goblins, 

già una settimana è passata dall'evento ludico di punta del panorama italico ma ancora fresche nel cuore sono le emozioni provate in questa strepitosa fiera. Per far rosicare ancora di più tutti coloro che non ci sono stati, abbiamo scelto di premiare con l'onore della home page Fedellow, che ci narra delle sue febbricitanti peripezie in quel di Modena.

Buona lettura e buona domenica!


by Fedellow

 E' tempo di report: direttamente dal terzo giorno su quattro di malattia, il vostro beneamato Padre Fedellow da Perugia vi saluta calorosamente, vi invita a prendervi una bella tisana calda e coprirvi, ché anche se sembra caldo la frescata è dietro l'angolo e dopo son dolori! Una volta prese le dovute precauzioni, vi lascio alla lettura de...



IO, LA PLAY E LA FEBBRA

ovvero: Hulk spacca, ma la febbra spacca di più



Febbraio 2016, discussione con Mod_XXII

- Fede, la prenotiamo la Play quest'anno?

- ca**o sì Magio, senza pietà. Andiamo su dal venerdì così facciamo l'Asta Tosta il giorno prima, sabato entriamo subito e tanti saluti alla coda in autostrada!



Giovedì 31 marzo 2016, Chat dell'associazione Hydra Games - Tana dei Goblin Perugia

Kagliostro: Intanto io oggi ho la febbre a 39,5

Fedellow: io pure febbre, ma a 38



Insomma, gira gira a forza di gufarcela era arrivata, stai bene tutto l'anno ma prima della Play t'ammali. I piaceri della vita!



Venerdì 1 aprile 2016

Andrea arriva presto a casa mia, carico il bustone dei giochi da rivendere e scambiare in fiera, la piccola farmacia portatile e alle 13.30 recuperiamo Debora appena uscita dal lavoro e filiamo in direzione Modena. Quest'anno saremo pure belli riconoscibili, ci siamo fatti le felpe più belle del mondo (grazie all'impegno di quel grand'uomo che è Andrea, non smetterò mai di cantarne le lodi e lodarne i canti)

 





L'idea (mia) era quella di spararmi l'Asta Tosta, ma la febbra sale a 38 e mezzo appena arrivati in hotel a Rubiera e desisto. Becco nella hall Mica con Mariano e l'adorabile Benny, l'immenso Rage, il giovine Sephion anche lui coi postumi della malattia. In camera mi trasformo presto, per la gioia di grandi e piccini, nelPadre Pio de noartre ormai moribondo sul letto. Il tasso di ipocondria è ormai così alto che Andrea inizia a sentire i sintomi di febbre, epatite, colecisti, depressione post-partum, ebola, malaria e forse un dente cariato. Eccolo alla prova col termometro, il cui responso - 33,9 - ci farà davvero temere per la vita di Andrea:

 





Mangio in camera, mi sparo un po' di tv, rileggo qualche recensione di quello che vorrei vedere il giorno dopo, nei sogni mi trovo a barcamenarmi in una Perugia post esplosione atomica e, successivamente, nella gestione di un ranch di zombie. E sì, dura la vita onirica di un febbricitante!



Sabato 2 aprile 2016



Sveglia alle 7, colazione dei campioni con un kiwi ed una bella tazza fumante di tachiflu dec, andiamo belli belli in direzione Play, parcheggio dimostratori. Che spettacolo signori! Entriamo alle 8 e mezzo in fiera, stand ancora in fase di rifinizione, pochissime persone in giro e per la maggior parte note. Si fanno i primi saluti, si inizia a sbirciare dentro l'outlet della Giochi Uniti, si punta al titolo da provare per primo. Mi sento chiamare, è Agzy che si sta rimettendo la maglietta: il tasso homo sale nel giro di una frazione di secondo fino al livello Village People, ma per fortuna si copre poco dopo e la mia eterosessualità è in salvo. Lo stand della Tana è là nel mezzo di tutto, bello come il sole, pieno di cose fantastiche nell'area visibility, verde come solo quel verde può essere (non è mai troppo verde!)

 



Alle nostre spalle, IL DESERTO!



Beh, il primo gioco provato in mattinata da me, Andrea e Deb è Signorie, stand Ghenos. A spiergarcelo è Stefano (Ste82fano qua sul forum), davvero in gamba e simpatico, grazie ancora! Il gioco ha un buon impatto grafico, da subito ci attendiamo un german di medio peso con omini e donnine da piazzare qua e là. Facciamo una mezza partita, dopo un iniziale smarrimento data la quantità di possibilità si prende rapidamente il via, anche con qualche soddisfazione nell'imbroccare la mossa giusta. Andrea a Debora battagliano il giusto e mi lasciano dietro di mezzo miliardo di punti! Il mood generale è che sì, Signorie è un buon gioco ma non c'ha lasciato una gran voglia di riprovarlo. Gli vogliamo comunque bene!



I beniamini di grandi e piccini davanti al tabellone di Signorie



Tocca quindi a Celestia, titolo filleroso di cui avevamo sentito parlare abbastanza, nel bene e nel male. Giochiamo con la versione cicciosa con la navicella e gli omini in legno massiccio alti quanto le Dolomiti, bellissimi. Nel gioco si è a turno capitani di una nave, lanciando i dadi si vede quali saranno le avversità da contrastare con le carte in mano, sempre che abbiamo quelle necessarie. E' un push your luckcon un briciolo di componente di bluff, se abbiam ben capito come giocarlo, probabilmente da giocare con un gruppetto di giocatori significativo a livello numerico per goderne appieno. Siccome stiamo diventando snob ed esigenti, pure lui non c'ha esaltato più di tanto, è mancata l'atmosfera magica che avremmo voluto!

 



Un assaggio della folla in giro per i padiglioni!



Giriamo un po' per la manifestazione, la folla inizia a crescere a livello esponenziale, quanta bella gente! Lo stand Asterion è preso d'assalto senza pietà alcuna, Above and Below della DVgiochi ha intorno stormi di giocatori famelici, gira gira becchiamo un titolino che era nella lista di quelli da provare: Dino Race della Devir. Andrea mi fa da supporto psicologico, giochiamo con una coppia toscana. A primo impatto il gioco non è 'sto granché, ci son 4 tipi di terreno e per ognuno devi giocare la carta del tipo giusto per avanzare. Iniziano poi le piccole bastardate, come la codata per farti tornare indietro, e la carta uovo per farti cadere, ed esplode il vulcano e perdi tutta la mano di carte ed inizi ad invocare i santi. In più, ci metti quei dinosaurini con quegli occhioni...





COME DIAMINE PUOI SOLO PENSARE DI RESISTERE???



Beh, il gioco è adattissimo per dei bimbi, ma può anche starci alla fine di una lunga serata di giochi pesanti per gli ultimi insultini, è di una semplicità disarmante ma crea una atmosfera simpatica. A fine fiera io ed Andrea ci siamo presi la responsabilità di consigliarlo a destra e manca per i figli di amici Goblin, ad averci dato retta Romendil ed Indianino, se non ricordo male! 

E' anche uno dei pochissimi giochi a potersi vantare dell'approvazione di Agzaroth!





AGZ APPROVED! (non si vede la pistola puntata alle sue spalle)



Gira gira s'è fatta l'ora X, ci rechiamo al luogo stabilito per quella cosa lì. Un tripudio di cose belle, di sapori, di incontri, di saluti abbracci e risate. Conosco Piero aka Indianino, rivedo una marea di gente, gioco a Tokyo Train con Triade e figli dopo averli fatti entrare nel nippo-delirio l'anno scorso. Avrei voluto poter dare il meglio di me, ma la febbra m'ha azzoppato. Parto per una piccola escursione in solitario, approfittando della pausa pranzo di tanti partecipanti alla fiera:





Bellissima Casa Europa nell'altro padiglione, bei titolozzi da provare e soprattutto con dei dimostratori non solo bravi, ma anche belli! Sì, donne, sto parlando di Janko, l'uomo più bello/buono/dotato/simpatico/intelligente del centro-nord, colui che vi renderà felici se avete tra i 22 ed i 44 anni e non avete menomazioni particolari! (che dici Robè, così può andare la pubblicità? me lo prendi El Gaucho con lo scontone allora? tvtb risp)



Mi avvicino per la prima volta con cognizione di causa all'area autoproduzione e cerco lo stand di Jewels, progetto kickstarter nato e cresciuto a Perugia, playtestato in quel del Polo Nerd e poi finanziato online... senza il mio supporto! Me ne hanno tutti parlato bene, però mi son sempre detto: è un gioco di carte, ha un doppio mazzo di pesca, naaaaa!

Insomma, finisco a giocarci con l'immancabile Andrea ed un altro paio di giocatori, il gioco si spiega in davvero poco tempo e si entra subito nel mood... e che mood! Possibilità di intralciare gli altri, fare qualche bastardata volontaria e non, necessità di fare qualche piano a lunga scadenza, una punta di fortuna qua e là per la presenza di un dado ad 8 facce e la possibilità di eventi che interessano tutti i giocatori, insomma tanta roba! Sul tavolo ci son 2 file da 7 carte, ognuna in corrispondenza del rispettivo mazzo di carte, gemme/oro e incontri/mostri, sulle quali i giocatori si spostano e fanno le loro azioni, a volte dovendo confrontarsi direttamente tramite aste. Ci sono cose da limare qua e là, Andrea s'è prodigato in suggerimenti grafici in virtà della sua professionalità, ma il gioco c'è davvero garbato! A primo impatto si può pensare sia un filler ma non lo è, è un gioco di carte medio-leggero con varie cosine dentro che mi son garbate. Lo vogliooooooooo peccato debba aspettare giugno per averlo!

 



La classica foto che non fa vedere un bel niente, ma purtroppo di mio non ho altro. Son carine anche le illustrazioni però, giuro!



Ci diamo poi a Casa Europa, dove Andrea si fa un pezzo di partita a Keyflower con Valerio e donna, il tutto sotto la saggia supervisione di Janko. Io attendo il turno successivo, in cui do il cambio ad Andrea e mi unisco a Valerio, donna ed altri due ragazzi per una partita ad Hansa Teutonica. Andrea me lo aveva ripetuto fino allo sfinimento, "è il gioco per te, Fede!": aveva pienamente ragione! Dal primo turno inizio ad infilarmi in tutti i pertugi degli avversari, infastidendo praticamente ovunque potessi avere un minimo interesse, puntando a venir scalzato come non mai. Riesco ad arrivare a 5 azioni rapidamente, completo tratte in una sola botta, divento odioso come pochi altri. Ad un certo punto ho mandato un messaggio ad Andrea, là vicino al tavolo, "adesso il blu si incazza, sta a vedere", Janko m'ha confermato che ho rischiato le botte in vari frangenti. Il gioco è promossissimo, il mio unico problema sarebbe trovare con chi giocarlo, visto che la durata m'è sembrata discreta così come, alla fin fine, le vie di interpretare le partite. Insomma, la terra perugina richiede cose un pelo più lineari e soprattutto meno aggressive nel gameplay, visto che una tenera personcina che adoro m'ha detto di non voler mai più giocare a Jaipur con me perché tira fuori il mio lato più brutto e cattivo... Hansa Teutonica mi farebbe diventare il peggio orco sanguinario presente su tutto il Multiverso!





In questa partita m'è toccato il giallo, invece del mio rosso prediletto. Che belli i cubetti!



Gira gira, si son fatte le 19! Recuperiamo Debora, che s'è donata anima e corpo alla Tana e filiamo alla Corte, dove ci attendeva la cena con tanti altri Goblin. Approfitto nel fare pubblica ammenda per non aver mai vissuto la Tana come potrei e vorrei, ma anche nella mia limitatezza ammetto che vedere le tre tavolate piene di Goblin ha fatto un effettone ! Saremo state quasi una 60ina di persone, tutti a ridere, ciarlare a bocca piena e divertirci, cose che fanno proprio bene :) Ovviamente, a fine pappatoria c'è stata anche l'immancabile partitella, il titolo di quest'anno è stato The Game, offerto e promosso dal nostro Mod_XXII. Scoperta della serata 2016: Crissone, che saluto! (ed un saluto a @MassyET, scoperta della cena del 2015, che quest'anno non è venuto con mio gran dispiacere!)

Proprio là, un bel Rage!



Altra nottata di sogni assurdi, stavolta mi avevano staccato la testa dal corpo e, in quanto testa senziente, rotolavo per la Play lasciando una scia di sabbia. Sì, la febbra è salita nottetempo.



Domenica 3 aprile 2016

"Gnaa posso fa, la febbra ha vinto", penso in modo funariano appena sveglio. Rapida consultazione con Andrea, il tempo che lui riesca a rivendere Cave Troll e ripartiamo. Per il resto, stesso copione del giorno prima, sveglia alle 7, colazione e via alla Play. Rientriamo ormai perfettamente padroni degli spazi, risbirciamo in giro ed iniziamo coi tristi saluti dell'ultimo giorno, ancora più tristi perché davvero tanto anticipati. Il tipo di Cave Troll non arriverà prima delle 10, che facciamo? Vogliamo provarci 'sto Horse Fever della Cranio che tutti ne parlan bene? Ragà, ve lo dico: il visibilio! Ce lo spiega in modo tremendamente accattivante Giuliano, autore di Tesseract, facciamo un paio di turni nella versione completa e ce ne innamoriamo tutti e tre. Davvero tanto tanto carino, grafica non sempre direttissima ma illustrazioni adorabili, la sensazione di poter influire in qualche modo sulla corsa e di voler dire la tua, tutti là a tifare per il proprio cavallino e le gufate degli avversari, uno dei giochi di corse e scommesse più bellini che ho avuto modo di provare!

Passiamo allo stand della Tana, saluti saluti saluti ed il tempo di lasciare le nostre valutazioni per l'Occhio di Falco  





Pare che mettere "PUPINA BONA" valesse +10 punti, ma non abbiam voluto barare!



Metà mattinata ed io ed Andrea siamo di nuovi in viaggio verso Perugia, non erano le 3 del pomeriggio che già sono rientrato in casa. 

Mi son promesso e ripromesso che la prossima Play farò i miei santi turni a spiegar giochi e ad urlare "PESCA PESCA PESCA!!!", è giunta l'ora. Ed ovviamente, nelle due settimane precedenti vedrò di vivere in isolamento! Un grazie immenso a tutti quanti, provo a fare un mega listone di tutte le persone che mi pare d'aver incrociato, se manca qualcuno è colpa della febbra che m'attanaglia e non mi lascia vivere!

Quindi... @Mod_XXII, @Nynaeve, @Rotilio, @Mica, Mariano e la splendida Benny, @renberche, @Rage, @Sephion, @Triade e pargoli, @MichyLo, @kagliostro che ha vinto la sua febbra, @Agzaroth, @Morg ed Yli, @blackholexan con la promessa che alla prossima occasione non mi presenterò di nuovo, @Hatedsoulaka Sgananzium, @donhaldo, @Boba, @aledrugo1977, @traico7, @shinjy01, 

@acidshampoo, @kadaj (eri tu a combattere ed arraffare il malloppo o affini, sennò figuremmè!), @janko, @gavhriel, @Aibindrye che altri non è che l'amico di @cascione, @Pupina e la ciurma infinita dalla Sardegna, @ste82fano, @CRISSONE, @sava73 con la sua @khaleesi e figliolame, nonché l'amante uffiale @cola, @Indianino, @IGiullari, @romendil, @Eithereven e dolce metà, @Leo, il @phersu e gli amici della Tana di Perugia che ho incrociato in giro per Modena, Willy ed Elisa, Paolo ed Elisa (a different one), Paride e Paolo santi gestori del Polo, il sexy Gambe, Andrea, a tutti quanti:



GRAZIE!!!



A conclusione, la foto dei nuovi piccini giunti a casa, tra acquisti e scambi. Cola ha detto sua sponte che l'unico bello è Dungeon Twister, ma noi vogliamo bene a tutti quanti, belli e brutti! Anzi, adesso inveceDungeon Twister lo bruciamo.   



Dite CHEEEEEESE!

Autore: 
Fedellow

Commenti

Beretar

Ecco chi era il malato che diceva @Nynaeve !
Spero che tu ti sia ripreso ora! Viaggio di ritorno tutto ok?

Ciao!

Colui che ti asciuga - Grande Antico della TdG Lodi

Altre info nel profilo

Ritratto di Agzaroth
Agzaroth

Dino Race sarà il Goblin Magnifico del prossimo anno, me lo sento.
Alla fine l'ho comprato anch'io e ci gioco con mia figlia :)

(noi) non indulgemmo né a noi stessi né ad altri
//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)