Rise of Nations

Autore: 
Argomento Articolo: 

Rise of Nations: un nuovo gioco in cui i giocatori assumono la guida di una nazione del XVI secolo, controllandone economia, politica, religione, finanze e commerci, eserciti e flotte.

 

Ciao a tutti,


Un caloroso ringraziamento per la cortese ammissione in questa strepitosa comunità dove abbiamo il privilegio, non comune per un board-gamer, di poter comunicare in italiano.

Questo è il mio primo post ospitato da "La Tana dei Goblin" ed è con immenso piacere che voglio cogliere l'occasione di presentarvi Rise of Nations, un ambizioso board-game, che, al momento, di inglese ha solo il nome.

Rise of Nations è stato ufficialmente presentato su BGG solo ieri:

www.boardgamegeek.com


Rise of Nations nasce dalla passione e dedizione di Luca Cammisa, meglio conosciuto come Calvinus nella comunità degli appassionati di giochi strategici per PC. Lo scorso autunno ha infatti firmato World War One - La grande Guerre, PC game pubblicato dalla francese Ageod.

Luca Cammisa è stato solo prestato all'industria dei giochi per PC, e dopo la felice parentesi rappresentata da WW1 è ritornato alla sua originaria passione: il board-game.

Rise of Nations, RON, nasce come progetto ideato e disegnato da Luca Cammisa, che ha firmato e realizzato le strepitose ed accattivanti componenti grafiche del gioco.

Il game concept, (scusate questo e gli altri termini in inglese), è estremamente moderno: RON è un card-driven, area movement, area control game che miscela armoniosamente politica, diplomazia, religione, sviluppo tecnologico e strategie militari nella gestione di una potenza tra XVI e XVIII secolo.

Secondo il manuale di gioco:

“Rise of Nations è un gioco “card-driven” in cui i giocatori assumono la guida di una nazione del XVI secolo, controllandone economia, politica interna, finanze e commerci, eserciti e flotte, politica estera. Il gioco riproduce un accurato contesto storico, supportato da oltre 220 carte, in cui i giocatori si confrontano nella sfida posta dagli eventi storici con cui le Nazioni Europee dovettero misurarsi tra XVI e XVIII secolo. Quattro grandi nazioni sono sempre controllate da uno stesso giocatore: Francia, Spagna, Inghilterra ed Turchia. Due giocatori vedranno cambiare la nazione da loro controllata durante il gioco campagna: Portogallo e Russia; Venezia, Olanda e Austria. In ogni caso il giocatore sarà chiamato a misurarsi con la Storia, superando difficoltà e conseguendo risultati migliori di quelli degli altri giocatori nella singola partita e delle Reali Nazioni nella economia e filosofia di gioco.”


La cosa più curiosa, ed alquanto insolita per un board-game, è che di Rise of Nations è al momento disponibile la sola versione in Italiano.

L'attuale versione 0.3.4., dopo un fase di alfa-testing che ha già portato ad un miglioramento delle dinamiche di gioco, sarà sottoposta ad un esteso beta-testing a partire dal prossimo autunno.


Naturalmente saremo felici di fornirvi ulteriori dettagli ed anticipazioni nelle prossime settimane.

Lo stesso Luca Cammisa, è impaziente di poter soddisfare le vostra curiosità..... Il privilegio di questa presentazione è ricaduto su di me solo perché al momento, dopo aver manualmente ritagliato le migliaia di unità che compongono la dotazione della primissima copia di RON, Luca Cammisa non si trova nelle condizioni di poter affrontare serenamente la tastiera di un PC!!!!!


Grazie ancora per l'attenzione e a presto.


LEF64,

alias Luca Franceschetti,

co-autore di RoN.