Il role playing come strumento formativo nelle scuole

Siti

PERUGIA - “Benvenuto Marfi Maus” è il titolo del libro illustrato che verrà distribuito in tutte le scuole elementari dell’Umbria a partire da questo mese. Il libro nasce per iniziativa dell’Associazione Children in Crisis Italy Onlus con il supporto della Provincia di Perugia, dell’USL 2 e dell’Ufficio Scolastico Regionale.
Il topolino Marfi Maus è la mascotte del progetto “Decidi” che è stato avviato nel dicembre 2004 in cinque circoli didattici di Perugia e Provincia ed è rivolto a bambini, insegnanti e genitori delle scuole elementari.
“Il progetto – ha puntualizzato la responsabile del progetto ‘Decidi’ Monica Colli – nasce in Inghilterra nel 1995 ed è già attivo nei territori di Varese e di Milano. Il percorso formativo è diviso in tre annualità. La prima riguarda l’educazione alimentare, la seconda quella riguardante l’affettività, mentre la terza è volta alla prevenzione di comportamenti sociali scorretti come il bullismo o il consumo di sostanze tossiche”.
“La fascia di età in considerazione – ha sostenuto Rosalia Monaco dell’Ufficio scolastico regionale – ben si presta al progetto. I bambini, attraverso la drammatizzazione e i giochi di ruolo, imparano a prevenire comportamenti che generano certi fenomeni sociali devianti come il bullismo, fenomeno in aumento nel nostro territorio”.
Per maggiori informazioni su qeusta iniziativa visitate i link attivi nell'articolo.
Fonte: www.umbrialive.it

PERUGIA - “Benvenuto Marfi Maus” è il titolo del libro illustrato che verrà distribuito in tutte le scuole elementari dell’Umbria a partire da questo mese. Il libro nasce per iniziativa dell’Associazione Children in Crisis Italy Onlus con il supporto della Provincia di Perugia, dell’USL 2 e dell’Ufficio Scolastico Regionale.
Il topolino Marfi Maus è la mascotte del progetto “Decidi” che è stato avviato nel dicembre 2004 in cinque circoli didattici di Perugia e Provincia ed è rivolto a bambini, insegnanti e genitori delle scuole elementari.
“Il progetto – ha puntualizzato la responsabile del progetto ‘Decidi’ Monica Colli – nasce in Inghilterra nel 1995 ed è già attivo nei territori di Varese e di Milano. Il percorso formativo è diviso in tre annualità. La prima riguarda l’educazione alimentare, la seconda quella riguardante l’affettività, mentre la terza è volta alla prevenzione di comportamenti sociali scorretti come il bullismo o il consumo di sostanze tossiche”.
“La fascia di età in considerazione – ha sostenuto Rosalia Monaco dell’Ufficio scolastico regionale – ben si presta al progetto. I bambini, attraverso la drammatizzazione e i giochi di ruolo, imparano a prevenire comportamenti che generano certi fenomeni sociali devianti come il bullismo, fenomeno in aumento nel nostro territorio”.
Per maggiori informazioni su qeusta iniziativa visitate i link attivi nell'articolo.
Fonte: www.umbrialive.it