Super Mini guida alla qualità delle carte da gioco

Autore: 
Argomento Articolo: 

Qualità delle carte da gioco



La maggior parte dei giochi moderni ci ha abituati all’utilizzo di alcune carte durante lo svolgimento delle nostre amate partite, a tal proposito avremo sicuramente sentito frasi del tipo: “...la qualità di queste carte è...”, ma come si distungue una carta buona da una carta cattiva? Possiamo aspettare natale e vedere se ci sono regali sotto l’albero per il nostro mazzo oppure leggere questa mini guida. A voi la scelta!


Una breve introduzione



Una carta da gioco è una tessera di forma tendenzialmente rettangolare (wikipedia dice che in India sono circolari) di carta pesante o plastica, una serie completa di carte da gioco è chiamata comunemente “mazzo” o “deck”. Su un lato di ogni carta, il fronte o la faccia, porta dei segni che la distinguono dalle altre e determinano il suo uso nelle regole di ogni gioco in particolare, mentre l'altro, il dorso o il retro, è identico per tutte le carte di un mazzo. Nella maggioranza dei giochi le carte sono raggruppate in un mazzo ed il loro ordine viene reso casuale mediante una procedura detta “mescola” o “shuffle”, per fornire un elemento di casualità alla loro pesca.



Non ce ne fregava nulla... Come si distinguono le carte buone?



Ora che sappiamo più o meno cosa sono delle carte da gioco possiamo passare alla descrizione delle due qualità che oggi sono presenti sul mercato.



Carte in cartoncino:
Sono la stragrande maggioranza di carte che potremo trovare all’interno delle scatole dei nostri giochi, oltre all’essere molto più economiche sono anche le più adatte all’utilizzo nei boardgames. Sostanzialmente di due tipi, ci sono quelle molto leggere piu' soggette all'usura e molto economiche e quelle piu' dure che in alcuni casi sono anche telate e plastificate, le migliori della categoria. Questi tipi di carte in cartoncino vanno mescolate con molta cura, si curvano (imbarcano) con estrema facilità oltre al rischio costante di rovinarne gli angoli. Su queste carte si consiglia vivamente l’utilizzo di bustine protetttive per allungarne notevolmente la durata.



Carte in PVC:
Le carte in plastica o PVC sono molto leggere ma allo stesso tempo molto piu' resistenti rispetto a quelle in cartoncino, sono inoltre lavabili. Essendo molto sottili e scivolose, consentono un'elevata velocita' di mescolamento e distribuzione. Non essendo poi soggette ad imbarcarsi possono essere mescolate in qualsiasi modo, anche spettacolare. Questo tipo di carte è inserito in questa guida soltanto ad onor di cronaca dato che difficilmente riuscirete a trovarle in un gioco da tavolo, sono molto più costose di quelle in cartoncino infatti.



Stiamo ancora aspettando di capire quali sono le carte buone...



In definitiva escludendo la qualità di carte in plastica che sicuramente è la migliore in assoluto, le carte in cartoncino possono essere valutate in base alla loro consistenza, alla corposità che restituiscono al tatto e alla loro grammatura, più la carta è spessa e ruvida (telatura) più la sua qualità è alta.



WWW.JUCAMUS.IT