Talk Show: Gioco e sport per tutti - Socialità e Benessere, Udine 7/9/2011

Autore: 
Argomento Articolo: 

GIOCO E SPORT PER TUTTI<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

Socialità e Benessere

 

Talk Show - Mercoledì 7 settembre 2011, ore 19.30 - Udine, piazza Lionello

 

Mercoledì 7 settembre si conclude il ciclo di incontri culturali previsti nell’ambito della rassegna Writers & Words in the Place promossa da Pane Vino e San Daniele in Piazza Lionello a Udine.

Gioco e sport per tutti, socialità e benessere: questo il tema dell’incontro su cui si confronteranno Alessandro Ariemma, Responsabile Nazionale Politiche Educative UISP, Andrea Angiolino e Beniamino Sidoti, autori del Dizionario dei giochi edito da Zanichelli.<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

 

Ospite d’eccezione Furio Honsell, Sindaco di Udine e Presidente di GioNa, l’Associazione Nazionale delle Città in Gioco.

 

Da tempo l’Uisp è impegnata nell’affermazione dello sport come diritto di cittadinanza, a promuovere comportamenti sani e responsabili quali espressione del diritto alla salute, a garantire il diritto al movimento ai cittadini di tutte le età, di diversa abilità e delle varie categorie sociali.

Tutta la storia dell'Uisp sta a dimostrare la continua ricerca di significati da dare alla parola “sportpertutti”: emozioni, gioco, amicizia, salute, movimento, espressione; ma anche diritti, ambiente, solidarietà.

 

L’impegno di GioNa, nel riconoscere che dell’uomo, essenziale per la formazione importante fattore di socializzazione e promuovere la diffusione della cultura ludica, della vita dei cittadini.

 

Il Dizionario dei giochi, pubblicato recentemente da Zanichelli, riunisce migliaia di definizioni precise e documentate, ma anche divertenti, che spaziano dai giochi di carte a quelli di tavolo, dall’enigmistica al gioco d’azzardo, dal gioco popolare a quello commerciale, con incursioni nella storia delle parole e nel mondo del giocattolo, del videogioco e degli sport meno famosi.

 

Alessandro Ariemma (Campobasso, 1950), diplomato ISEF, laureato in Scienze Motorie, specializzato per l’insegnamento di sostegno. È stato fautore della Legge Regionale per il riconoscimento del diritto al gioco e per la promozione dello sport di cittadinanza delle Marche. Allenatore di atletica leggera e formatore regionale UISP. Ha ricoperto le seguenti cariche all’interno dell’UISP: Responsabile Regionale della Formazione UISP Marche dal 2002 al 2006; Consigliere Nazionale dell’UISP dal 2002 al 2009; Componente della Direzione Nazionale dal settembre 2005 al giugno 2009; Responsabile Nazionale delle Politiche Educative dal giugno 2009.

 

Andrea Angiolino (Roma, 1966), giornalista, ha ideato giochi da tavolo, di ruolo, per radio e televisione, per riviste, per pubblicità, per eventi, per computer, per Televideo e Internet, per riviste... Tra i suoi giochi in scatola più noti, "Wings of War (con Pier Giorgio Paglia, Nexus 2004) e "Isla Dorada" (con Bruno Faidutti, Alan R. Moon e Pier Giorgio Paglia, FunForge 2010). E' stato nominato "esperto inventore di giochi" dal Ministero della Pubblica Istruzione, ha ricevuto dalla manifestazione Lucca Games il primo riconoscimento "Best of Show" alla carriera, è stato nominato Personalità Ludica Dell'Anno 2007. Ha all'attivo numerosi libri:

gli ultimi sono "Alla scoperta del gusto - viaggio tra i sapori e le tradizioni del Lazio" (con Corinna Angiolino, ed. La Pecora Nera), il "Dizionario dei giochi" Zanichelli compilato con Beniamino Sidoti, il romanzo "Tutto Torna" (Boopen Led/Photocity) e "Giochi da viaggio" (Editoriale Scienza). Le sue opere sono tradotte in una quindicina di lingue. Suoi racconti, per lo più fantastici, sono apparsi su varie riviste e antologie tra cui quelle del Premio RiLL e del collettivo Carboneria Letteraria.

 

Beniamino Sidoti (Firenze, 1970), vive con la sua famiglia a Pavia.

Giornalista pubblicista, si interessa da sempre di narrazione e giochi. Da più di dieci anni si occupa in particolare delle risorse educative e formative del gioco, come docente di lettura e scrittura creativa. Su questi temi ha scritto, per le Edizioni La Meridiana, i saggi "Giochi con le storie" (2001) e "Inventare destini" (2003, con Andrea Angiolino e Luca Giuliano) e, per Zanichelli, il "Dizionario dei giochi" (2010, con Andrea Angiolino).

Collabora con molti fra i principali editori italiani. Ha coordinato un'Enciclopedia dei Ragazzi (distribuita con Il Corriere della Sera) e l'enciclopedia "Il Regno Animale" (uscita con La Repubblica), entrambe per De Agostini. È con Renato Genovese, Roberto Gigli e Cosimo Lorenzo Pancini il fondatore di Lucca Games, di cui è stato responsabile dal 1993 al 1999.

 

Furio Honsell (Genova, 1958). Se c’è qualcuno che ritiene che la matematica e la politica siano noiose questi non è Furio Honsell, matematico e sindaco di Udine da 2 anni.

Alle 20.08 del 20/08/2008 compiva 50 anni. Non chiedetegli da dove viene perché nei primi 10 anni di vita era già vissuto in 4 città diverse. Non è il classico matematico dal cuore di pietra che davanti ad una donna si limita a notare solamente il 75% d’acqua. Si è infatti sposato ed ha due figli. Si è laureato alla Scuola Normale di Pisa ed è stato ricercatore presso le università di Torino e di Edimburgo. È stato professore visitatore in molte università di tutti i 5 continenti, da Stanford a Hyderabad, da Parigi a Yaoundé, da Launceston a Pisa. Dal 1990 è professore ordinario di “Teoria degli automi”. Ha pubblicato decine di lavori scientifici sui fondamenti della matematica e dell’informatica, logica, metodi matematici per l’informatica, semantica dei linguaggi di programmazione. Dal 2001 al 2008 è stato il rettore dell’Università di Udine nonché il rettore di “Che tempo che fa?”, trasmissione di RAI 3 condotta da Fabio Fazio. Cura la rubrica Matepratica sulla rivista Wired e ha pubblicato libri di Matematica divulgativa tra i quali “L’algoritmo del parcheggio” presso Mondadori (alcuni sostengono che tale libro sia stato fondamentale per il suo successo elettorale).

Predilige suonare nella tonalità di La bemolle e attualmente insegna Logica in un corso di Filosofia. È presidente dell’associazione italiana città in gioco Giona, perché pensa che il gioco sia un ottimo strumento per superare le barriere sociali e culturali e promuovere l’inclusione sociale. Si batte per la riduzione delle emissioni di gas serra, l’efficienza energetica e un’Italia più accogliente verso i diversi. I suoi motti politici sono “Con la mente e con il cuore” e “Il fine giustifica i mezzi, il rozzo no”. Ciò che lo rende più orgoglioso è di essere stato nominato Commendatore al merito della Repubblica Italiana nel 2008.