Una Verona

Autore: 
Argomento Articolo: 

Rientro stancuccio dalla Ver-con con buone notizie, belle esperienze, grandissimi (re) incontri e qualche dubbio... Ma andiamo con ordine... inverso.
I dubbi riguardano l'organizzazione. Avevo difeso qualche settimana fa, su questo stesso sito, l'organizzazione di quest'anno, poiché la prima impressione era stata migliore, ma devo dire che (ancora una volta... acc, la cosa mi da un po' sui nervi) il buon vecchio Lobo aveva ragione! L'apparente gestione cambiata non lo era affatto e molti dei problemi organizzativi di Verona sono ricomparsi. Ma dalle esperienze si impara e la prossima volta alcune cosette andranno messe in chiaro subito. Prossima volta? Si, perché malgrado i problemi (e qui ritorniamo alle buone notizie) ci tornerò. Quest'anno mi è parso ci fosse molta più gente e io non ho smesso un istante di giocare, rimbalzare e far divertire, tornandomene a Torino con poco del molto che avevo portato con me.

Devo dire che "Hystericoach", il gioco di Walter Obert ha avuto un successo molto interessante e spero che confermi questo andamento alla prossima Modcon perché il gioco è veramente, veramente divertente. Certo, ne sono il produttore e quindi il mio giudizio è di parte, però la gente si è fatta un sacco di riate, chi ha giocato e chi ha guardato, e questo a me basta. Stessa cosa per High Voltage, prodotto da PS-Giochi. Per Quanto riguarda "Le Saghe di ConQuest" la mia soddisfazione e l'orgoglio verso i miei "figli" è immutato. Fatti giocare piacciono e la risposta della gente è sempre piacevole. La novità è che si è iniziato, in collaborazione con Roberto Grassi, vulcanico ideatore del sistema "Levity" (RPG basato sul d6), il playtest del gioco di ruolo delle Saghe di Conquest che potrebbe vedere la luce l'anno prossimo. E con questa "News", vi saluto!.
Biggossa