[Wargames] Warangel le mie razze preferite: Nordici

Approfondimenti
Giochi
 NORDICI - I fieri guerrieri dei ghiacci
scritto da Luca "Barone Sengir" Cazzani
 
La nebbia che s'era alzata durante la notte gli impediva di vedere il mare a pochi passi.  
Ne udiva solo lo sciabordio delle onde scure che s'infrangevano sugli scogli, ritmico, come un tamburo di guerra, inesorabile... 
La condensa del suo respiro a contatto con l'aria ghiacciata gli ricordava che era ancora vivo. 
Presto sarebbero arrivati. 
I nemici, gli invasori avvistati dalle Valkirye la sera prima, presto sarebbero corsi fuori dal mare scuro, tra le rocce coperte di brina fino al villaggio. 
 NORDICI - I fieri guerrieri dei ghiacci
scritto da Luca "Barone Sengir" Cazzani
 
La nebbia che s'era alzata durante la notte gli impediva di vedere il mare a pochi passi.  
Ne udiva solo lo sciabordio delle onde scure che s'infrangevano sugli scogli, ritmico, come un tamburo di guerra, inesorabile... 
La condensa del suo respiro a contatto con l'aria ghiacciata gli ricordava che era ancora vivo. 
Presto sarebbero arrivati. 
I nemici, gli invasori avvistati dalle Valkirye la sera prima, presto sarebbero corsi fuori dal mare scuro, tra le rocce coperte di brina fino al villaggio. 
 
Strinse l'impugnatura del martello da guerra: un'arma simile sarebbe stata pesantissima nelle mani di chiunque, ma lui la brandiva da prima ancora che gli spuntasse la barba e aveva imparato ad usarla con un'abilità fuori dal comune.
I suoi antenati avevano sconfitto i giganti di ghiaccio e le leggende sul loro conto erano innumerevoli. Nelle sue vene scorreva lo stesso sangue, fiero e indomito, e lui era pronto ad abbracciare il suo destino in battaglia, qualunque esso fosse. 
D'un tratto gli tornarono alla mente le parole del vecchio saggio:
“Il grande padre ha misurato il gomitolo della tua vita tanto tempo fa. Va a nasconderti in un buco se vuoi, ma non vivrai un solo istante di più. Il tuo destino è segnato. La paura all'uomo non frutta niente.”
Piantò i piedi nella neve fresca e rimase con lo sguardo fisso verso la costa: presto dalla nebbia sarebbero emersi gli invasori e lui, insieme ai suoi compagni, gli avrebbe dimostrato quanto vale un manipolo di orgogliosi uomini del nord! 
“Padre...” sussurrò “Fammi vivere i prossimi minuti con onore!”
Le prime figure emersero dalla nebbia, correndo verso di loro e in un attimo la spiaggia riecheggiò delle gride della battaglia. 
“Ecco, là io vedo mio padre. Ecco, là io vedo mia madre, le mie sorelle e i miei fratelli. Ecco, là io vedo tutti i miei parenti defunti dal principio alla fine. Ecco, ora chiamano me... e mi invitano a prendere posto in mezzo a loro... nella sala del Valhalla... dove l'impavido... può vivere... per sempre!”
 
 
DA ASGARD CON FURORE
Un re saggio non insegue mai la guerra, ma... deve essere pronto ad affrontarla. (Odino)
I Nordici sono una delle razze più evocative della 4° generazione e una delle preferite da molti giocatori per via del loro legame con la mitologia Norrena e con l'immaginario collettivo dei vichinghi. 
Insomma, chi non ha mai sognato di guidare schiere di fieri uomini del nord capeggiate da Odino e Thor in persona?!? 
Oltre al lato puramente “sentimentale”, in termini di gioco i Nordici sono una razza piuttosto lineare e dall'approccio diretto, che permette anche ai giocatori alle prime armi di ottenere buoni risultati senza per forza dover ricorrere a strategie più complesse. 
In una parola: i Nordici spaccano!!!
 
GUADAGNARSI IL VALHALLA
I Nordici sono guerrieri d'élite: si presentano con un totale di pedine inferiore alla maggior parte delle altre razze, ma possiedono caratteristiche e vantaggi che colmano abbondantemente la loro inferiorità numerica. Insomma: pochi ma buoni! 
Praticamente tutti i guerrieri di questa razza volano, il che li rende veloci e letali in qualsiasi situazione. 
Inoltre le caste dominanti sono in grado di portare attacchi esplosivi, per colpire più avversari alla volta. 
Infine le loro Valkirye rappresentano una delle fanterie più forti di tutto il gioco. 
I nostri amici vichinghi non necessitano di strategie complesse e quando si tratta di menar le mani non sono molto “sottili”: picchiano come dei fabbri e sono in grado di tener testa anche a più avversari contemporaneamente. 
 
TEMPO DI RAGNAROK
Come si diceva poc'anzi, il principale svantaggio dei Nordici è la scarsità di pezzi. 
Solo 24 guerrieri contro per esempio i 32 dei Bioingenieri o i 33 dei Goblins in certe situazioni possono limitare anche il giocatore più smaliziato; bisogna quindi cercare di amministrare le forze al meglio, evitando inutili perdite, sopratutto tra le caste superiori. 
Se il vostro Odino, forte della sua Tempesta di Fulmini, decidesse di buttarsi in un attacco suicida nel bel mezzo di un assembramento nemico per guadagnarsi il suo posto tra gli antenati, fatelo ragionare con un po' di birra e cinghiale, mandando magari prima un paio di Loky in esplorazione a sfoltire le fila nemiche con le loro Palle di Fuoco a distanza!
Come con tutte le armi esplosive, anche Odino e Thor perdono la loro efficacia se i nemici non sono adiacenti e si tengono a distanza di sicurezza. 
 
 
BARBE E MARTELLI DA GUERRA
Ma facciamo una piccola panoramica di tutte le unità che ci offre questa razza di fieri guerrieri dei ghiacci: 
 
Odino 
I dominanti sono solo 2 (3 con il Master) ma sono dei veri carri armati. 
Volano e quindi possono spostarsi agevolmente ignorando qualsiasi impedimento dato dal terreno, ma sopratutto fanno molto male con la loro Potenza 6 + Tempesta di Fulmini da 3 ! 
Essendo esplosiva, la Tempesta colpisce qualunque avversario adiacente, quindi diventa molto utile nel caso si voglia fare piazza pulita di piccoletti... 
Dei fanti nemici si tengono vicini vicini per farsi coraggio? Per Gungnir che vigliacchi! Non sono certo degni di banchettare nelle sacre sale del Valhalla! Spazziamoli via con la nostra Tempesta di Fulmini!!! 
 
Thor
Thor è l'unico guerriero Nordico a non volare di default. Può decidere durante il suo turno se spiccare il volo (roteando il suo martello sopra la testa in Marveliano modo) oppure se usare detto martello per scatenare un Terremoto, arma esplosiva simile alla Tempesta di Fulmini del papà Odino, ma meno potente. 
Nonostante sia una casta intermedia, è un pezzo piuttosto versatile: in difesa può spostarsi agevolmente con la sua specialità Ghiaccio, scatenando terremoti (e nel caso rilanciando, sempre grazie alla specialità) e ripulendo la zona dai piccoli invasori o tenendo testa a quelli più grossi con una Potenza di tutto rispetto; in attacco può volare per attraversare terreni impervi e spaccare teste con il suo Mjollnir, anche se più lentamente dei dominanti o dei rapidi Loky. 
 
Loky 
Sono gli esploratori della razza, rapidi e veloci, ma dotati di scarsa vitalità. 
Sono fondamentali per la riuscita degli attacchi, in quanto possono spostarsi rapidamente e sopratutto colpire a distanza con le loro Palle di Fuoco, utilissime per sfoltire i ranghi nemici prima di entrare in corpo a corpo. 
Se usati a dovere sanno essere veramente bastardissimi. 
Parola d'ordine: distanza! Non fateli sorprendere in corpo a corpo o potreste perdere un pezzo chiave della vostra armata! 
 
Valkirya
Come detto in precedenza, sono la fanteria più forte del gioco! 
Discretamente robuste per la media dei fanti, forti in combattimento e sopratutto volanti! Una spanna sopra a qualsiasi altra fanteria che abbia incontrato... 
Ovviamente non possono fare miracoli da sole, ma sono un ottimo supporto per le caste superiori. 
In gruppo possono impensierire anche i dominanti meno resistenti. 
 
COLONNA SONORA
Se come me apprezzate ascoltare un po' di musica durante le vostre partite a WarAngel, eccovi la perfetta colonna sonora per andare in guerra con i Nordici: 
oppure 
 
articoli precedenti:
Warangel: le mie razze preferite - INTRODUZIONE

 

Autore: 
Agzaroth

Commenti