Craftsmen

Anno di pubblicazione: 
2013
Min giocatori: 
2
Game designers: 
Sottocategoria: 

Commenti

J_McReady Dom, 15 Dic 2013 - 02:57

[voto 8] - Da non proprio amante di tali gestionali al 100%, mi ha colpito per solidità e fluidità d'insieme (come sottolinea la recensione); personalmente ho trovato le regole ben organizzate che hanno portato il mio gruppo ad approcciarsi abbastanza velocemente al gioco. Può apparire un poco pesante in alcuni punti ma tutto "passa" dopo la prima partita...

- Ovviamente non e' davvero da presentare come introduttivo di genere per giocatori novizi -

Sarebbe un 7.5 ma tenendo conto anche dell'ottimo prezzo di uscita il mio voto è 8

--------

Dopo più di 5 partite:

L'elemento colore per le carte moneta può sembrare all'inizio inutilmente pesante ma, con l'opportunità di fare punti a fine anno con set di carte di diverso colore, acquista, sessione dopo sessione, un suo preciso significato strategico non trascurabile.

adams Mar, 10 Dic 2013 - 15:27

[voto 5] - come rendere inutilmente complicato un gioco di per sé semplice... troppe filiere, troppi edifici, troppa aleatorietà, regole poco chiare e una durata eccessiva che rischia di andare ben oltre quanto indicato sulla scatola.
una vera delusione: per ora il gioco peggiore fra quelli nuovi dell'ultimo periodo. Vero voto 4,5 ma siamo indulgenti e arrotondiamo per eccesso...

Pilota Lun, 09 Dic 2013 - 15:50

[voto 5] - provato a Essen. Bella grafica e materiali, bella anche la meccanica di produzione. Però mi sembra uno di quei giochi "inutilmente complessi". Ci hanno infilato dentro tante, TROPPE, cose di cui potevano fare tranquillamente a meno per farlo filare via liscio.
Una che mi viene in mente sono le carte del denaro, di colori e valori diversi, ma che giocando i tris vale tipo 5 (a memoria eh). Ma perchè farle di colori diversi??????????????????????????????????? Già è pieno di roba (tipo che per costruire un edificio la costruzione deve condividere almeno un colore con la costruzione adiacente) almeno lasciate i soldi "neutrali".

Peccato, l'idea non era male, ma non mi ha lasciato la voglia di rigiocarlo anzi....

Ritratto di Agzaroth Agzaroth Mar, 10 Dic 2013 - 19:42

[voto 6] - Craftsmen poteva essere un gran gioco.
Le catene di merci che si trasformano sono un'ottima idea, ben realizzata, anche economicamente, grazie alle carte.
Il sistema di piazzamento è ugualmente valido e cin un tocco di originalità.
Poi il gioco si perde in mille arzigogoli (colori, non colori, doppi colori, bonus macchinosi) e complicazioni inutili (tutta la gestione del mercato, che poteva essere molto più lineare e ugualmente efficace e profonda).
A tutto va aggiunto un certo fattore fortuna nella pesca delle carte (mitigato in parte dalle meccaniche, ma a mio parere ancora troppo incidente) che a tratti diventa pesante, per un gestionale,del genere.
A tutto si aggiunge un regolamento poco chiaro in certi passaggi e pesante da leggere.
Con qualche limatura in più sarebbe potuto essere un otto, così si ferma a 6.

(noi) non indulgemmo né a noi stessi né ad altri
IMAGE(<a href="http://i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)">http://i.imgur.com/Sad4cBu.jpg[/img]