Dragonriders

Anno di pubblicazione: 
2005
Min giocatori: 
2
Categoria: 
Sottocategoria: 
Durata del gioco: 
90
Max giocatori: 
6
Meccanica: 

Commenti

Kenoby Ven, 15 Ott 2010 - 02:31

[voto 7] - Semplice e divertente, e già sarebbe abbastanza. Le meccaniche di spostamento dei draghi sono particolari ed originali, e la possibilità di sparare fireball e altre arti magiche contro gli avversari rende il tutto più spassoso, soprattutto se giocate in 5/6 persone. Inoltre il gioco offre ampia variabilità vista la possibilità di costruire un gran numero di percorsi. L'unica pecca è che nel muovere i draghi ci vuole calma e sangue freddo, altrimenti si rischia il caos.

7+

Soren Mar, 14 Apr 2009 - 17:14

[voto 5] - L'idea di partenza è valida, purtroppo però il gioco non funziona: troppo leggere le miniature che si spostano in continuazione rendendo impossibile effettuare misurazioni corrette. Non si tratta di pignoleria, il gioco proprio non va. Peccato.

falco_999 Mer, 08 Apr 2009 - 13:11

[voto 7] - Gioco divertente che va giocato con le persone giuste!
Buona grafica e fortuna nella pesca delle carte e nei dadi.
Nonostante sia un gioco di corse (a me poco simpatici) è molto carina l'ambientazione.

Madness Mar, 13 Nov 2007 - 18:15

[voto 6] - Nessun commento

Madness
"...io sono un principe libero e ho altrettanta autorità di fare guerra al mondo intero quanto colui che ha cento navi in mare..."
Samuel Bellamy
(Pirata alle Antille nel XVIII secolo)

verona Dom, 01 Nov 2009 - 12:44

[voto 6] - Un gioco abbastanza divertente. Purtroppo chi rimane indietro ha spesso pochissime probabilità di vittoria. I draghi sono molto carini.

CLAUDIO

simotessa Mer, 09 Gen 2008 - 16:46

[voto 7] - Molto bello, buoni i materiali, evocativa l'ambientazione. Qualche dubbio che può essere velocemente risolto mettendosi d'accordo prima. Si presta a divertenti 'campionati'.

viper Sab, 13 Ott 2007 - 14:08

[voto 7] - Un bel gioco di corse. Carina l'idea di poter fare incantesimi, così se si pescano le carte giuste si può davvero ribaltare la situazione.

Fcw Mer, 16 Nov 2011 - 11:44

[voto 6] - Commento basato su parecchie (tra 5 e 20) partite

Prima di tutto il punto di forza fondamentale: costa poco ed ha dei materiali ottimi (ben fatti e molto resistenti). Non è un "giocone" ed è giocato meglio in maniera "leggera" - in questo concordo con la recensione.
Non è originalissimo, e in due davvero non dice nulla... Però, poterlo giocare in 3-6 giocatori lo rende abbastanza versatile.
Il difetto più grosso è che, per essere una gara, è un po' lunghetto...

complicare a monte per semplificare a valle

www.speculumatrum.it

the_goblin Mar, 14 Ott 2008 - 16:46

[voto 4] - Orrendo come pochi e governato dalla fortuna.
Giocato: pochissimo
Grafica/Materiali: 3
Longevità: 1
Divertimento: 0
Originalità: 1
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

The (real) Goblin King You don't stop playing games because you grew older... you grow older because you stopped playing games!

Looka Mer, 24 Gen 2007 - 15:19

[voto 6] - Buona l'idea, ma l'ho trovato un po' macchinoso per essere una corsa di draghi...

Looka

"...dammi la castita' e la continenza, ma non subito subito..." [i](S. Agostino)[/i]

morkar Mer, 04 Nov 2009 - 21:18

[voto 6] - Divertente, anche se meno immediato di quanto si possa pensare (trattandosi di un gioco di corse). L'idea è simpatica, le componenti buone e l'ambientazione abbastanza sentita, nel complesso è un gioco abbastanza divertente.

aia Mar, 30 Mar 2010 - 23:22

[voto 5] - Ottima idea per un gioco con supporto digitale, male implementata in un gioco da tavolo in cui gli appariscenti materiali rendono inapplicabile le regole.

[img]http://img155.exs.cx/img155/8581/aiafirma8dw.png[/img]

linx Gio, 31 Gen 2008 - 05:21

[voto 8] - Questo non l' ho ancora giocato, l' ho visto e bene piu' volte e mi attira davvero molto per tema, componenstistica e idee che vedo giocare, credo sara' uno dei prossimi acquisti.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

pburri Ven, 25 Ago 2006 - 17:04

[voto 6] - Mi sembrava una buona idea, pensavo che fosse un gioco di quelli a ritmo serrato, pensavo fosse un titolo molto originale, divertente e pieno di colpi di scena... invece si è rivelato un tremendo flop. La sufficienza la do per la buona idea di base, per la bella grafica e perchè tutto sommato non annoia, però devo dire che il sistema di gioco risulta essere estremamente macchinoso, peccato, era una buonissima idea.

sarahprinz Mer, 28 Giu 2006 - 17:51

[voto 7] - Per quanto riguarda l'impatto grafico/componentisticoe la non banale necessità di pianificare la propria mossa in base a ciò che fanno gli avversari il gioco meriterebbe un 8.
Tuttavia mi lasciano perplesso 2 cose:
- I draghetti fin troppo leggeri anche per chi non gioca fiscale, una base in metallo avrebbe risolto molti problemi.
- La carta "Debilitatus" è, a mio parere, eccessiva. Personalmente non mi piace che qualcuno possa venire eliminato dal gioco e trovo comunque eccessivo che in un gioco dove ci si debba divertire, anche scontrandosi, ed è difficile il sorpasso venga così penalizzato chi finisce l'energia. Credo che lo scartare le carte e il dover retrocedere sia + che sufficiente come punizione senza dover aggiungere il limite di velocità o la possibilità di venire eliminati.
Detto questo è un gioco piacevole e relativamente breve che raccomando a tutti di provare.

mechvigiak Gio, 10 Nov 2005 - 23:48

[voto 8] - Immediato, ben studiato, integrato da regole che suimulano più aspetti di una corsa, carte magia che sembrano dare uno strappo alla linearità del gioco ma che comunque lo rendono più vario e intrigante. I lati negativi sono ovvi, i draghi tendono a spostarsi magari per incidenti voluti o non voluti vibrazioni del tavolo e quant'altro, il fatto che alla fine dello spostamento il drago si può girare come vuole crea lo spiacevole evento di nullificare le differenze di manovrabilità tra un segmento e il suo immediatamente successivo, ma questo a dire il vero è una eventualità e si presenta solo dopo averci preso la mano, anzi se volgiamo potrebbe anche essere voluto e aumentare la difficoltà della scelta della velocità azzardando e programmando. Per il resto il titolo è eccezionale, divertentissimo e facilissimo da giocare. L'unico vero consiglio che vi posso dare è che lo dovete giocare alla buone senza che ci sia una rigidità, altrimenti ad ogni turno è un litigio continuo sulla posizione del drago. Prendetelo così e vi assicuro che vi divertirete assai. Forse un po di accorgimenti possono far si che i draghi si muovano meno ma secondo me vi togliete il gusto del gioco che io mi sento di consigliare un po a tutti tranne a quelli che fanno dell'inflessibilità una regola di vita.

taslehoff Dom, 06 Nov 2005 - 14:53

[voto 8] - Ho visto il gioco ed ho letto il regolamento seguendo un appassionante partita a lucca Un gioco a mio parere molto bello ed anche molto veloce da giocare una volta capite le meccaniche Semplici ma Geniali.
Soprattutto l'utilizzo di diverse sagome in cartone per calcolare la distanza è geniale. Anche èerchè le sagome corte permettono alla fine una maggiore manovrabilità mentre le lunghe ti permettono di andare solo dritto ! Inoltre il fatto di poter aumentare o rallentare la velocità come se fossereo delle marce è molto bello!

pgocosmic Sab, 05 Nov 2005 - 13:08

[voto 8] - Gioco veramente spassoso. Il voto è per il divertimento, non è certo un gioco strategico. Penso sia estremamente longevo data la sua semplicità e velocità.

IceAge Gio, 03 Nov 2005 - 12:46

[voto 7] - La cosa che mi ha impressionato favorevolmente è la pianificazione che DEVI fare per prevedere la tua mossa e quella degli avversari.
La cosa che mi ha impressionato negativamente è la durata, che per un gioco di questo tipo forse è eccessiva, ma è una mia personalissima impressione.
Molto buoni i componenti, ed il regolamento (chiaro e leggibile).