Mage Knight Board Game

Anno di pubblicazione: 
2011
Min giocatori: 
1
Game designers: 

Commenti

Ritratto di Claudio77 Claudio77 Mar, 21 Lug 2015 - 09:51

[voto 10] - Non dare 10 a questo capolavoro, con i caveat qui sotto, è un'eresia. Siamo d'estate, facciamo un gioco sotto l'ombrellone. Rispondete SI o NO:

[A] - Vi piacciono le avventure fantasy dove impersonate eroi cazzuti che prendono punti exp, livellano ed acquistano nuove skills?
[B] - Vi piacciono i wargames, l'aspetto militare, i conflitti piuttosto che il "gioco di ruolo" gli enigmi i NPC e quelle brutte balle lì?
[C] - Non temete regolamenti articolati (non complessi, almeno non se siete wargamers) ed una durata di gioco proporzionale?
[D] - Vi piacciono i giochi in solitario?
[E] - Vi piacciono le miniature già dipinte?
[F] - Avete mai giocato a Magic Realm? Vi piaceva? (1 sola risposta possibile per entrambi i quesiti...)
[G] - Vi piacciono i giochi intelligenti che vi sfidano piuttosto che i rolla-rolla ameritrash o gli spaccamarroni euro cube-pushers?

Calcolate così i punti:
A) si:+4, no:-5;
B) si:+3, no:-1;
C) si:+1, no:-8;
D) si:+1, no:0;
E) si:0, no:-3 (beh, non è che siano dipinte poi così bene...);
F) si:+3, no:-999;
G) si:+3, no:-8

RISULTATI!
15 punti - CORRETE A COMPRARLO >ADESSO<
da 14 a 5 punti - Provatelo e poi decidete. Ma decidete di comprarlo e giocarlo fino ad amarlo profondamente e totalizzare 15.
da 4 a 0 punti - Siete delle strane creature. Sicuramente la vostra stretta di mano è molle e sudaticcia. Mah... provatelo su Vassal, và.
da -1 a -22 punti - Avete ampliato il mio concetto di "possibile". Ma perchè state leggendo questa pagina?!
-23 o meno - Ho qui i moduli affinchè diate il consenso a donare il vostro encefalo alla scienza...

"Do not infer or imagine more to a rule than is stated in it. When in doubt, interpret strictly."
Alan Emrich

Ritratto di Protos Protos Mer, 11 Mar 2015 - 10:59

sotto tutti i punti di vista MK è un gioco imponente, nel bene e nel male e sotto questa luce andrebbero filtrate la maggior parte delle valutazioni. è imponente nel regolamento e nella difficoltà nell'impararlo bene, anche a causa di una stesura del regolamento non del tutto impeccabile. è imponente nella durata di gioco, nella longevità, nella profondità; insomma quasi in tutti i suoi aspetti. impararlo è un processo lungo e faticoso, giocarlo bene è un'impresa non da poco, ma anche la soddisfazione che ne consegue ha una portata fuori misura. il gioco negli esiti può essere molto aleatorio, ma questo sebbene possa essere visto soggettivamente come un difetto, non lo è di sicuro in senso oggettivo; questo non sulla base del discorso che l'alea si può amare o meno, ma proprio perché in questo gioco è implementata benissimo e costituisce un valore aggiuntivo. è il tipo di alea che pur determinando alcuni esiti a favore o a sfavore, incrementa la profondità del gameplay, rinnovandone di volta in volta l'algoritmo e costringendo ad adattarsi alle situazioni. il difetto che può essere percepito maggiormente e sul quale mi trovo abbastanza d'accordo, è quello sulla tematicità/epicità del titolo. qui il sistema mostra il fianco e lascia intravedere una struttura a tratti fredda, alternando parti tematiche a meccanismi astratti. come tematico ha sicuramente dei tratti sbiaditi, ma il disegno finale è quello di un gioco estremamente profondo e avvincente. un capolavoro imperfetto.

krart Ven, 10 Ott 2014 - 16:23

Una delle migliori esperienze di gioco in solitario. Non credevo mi sarei potuto divertire tanto. Non raggiunge 10 perché la perfezione non è umana e il gioco richiede una grande applicazione per riuscire a padroneggiarlo (per alcuni può essere un difetto). Tuttavia basta poco per iniziare ad avere soddisfazioni: punteggio prima partita 74, seconda partita 123, terza partita 206! Da notare che, anche se tutti i personaggi iniziano con capacità simili, ognuno tende ad evolversi specializzandosi in uno stile di gioco preciso, che dovrebbe essere assecondato per ottenere il massimo.

miemer Mar, 07 Ott 2014 - 13:43

Giocato 5 o 6 partite in due e qualche partita da solo.
Decisamente troppo complicato per i miei gusti. Troppe regole/regolette. L'ambientazione di per sé è carina ma non tutto il casino che si ha in testa mentre di gioca è come se non ci fosse e di sicuro non aiutano i nemici in formato "dama".
Ho tentato invano di farmelo piacere ma ho trovato un contro che mi ha fatto decidere di disfarmene: il sistema di assegnazione dei punti è totalmente ridicolo, la possibilità di recuperare sul giocatore in testa è inesistente.
Gli scenari sono tutti uguali, sempre lo stesso sistema di gioco.
VOTO: 4

Ritratto di Redazione Redazione Mar, 07 Gen 2014 - 14:36

[voto 9] - Veramente intrigante e accattivante! Ottima e sentita l'ambientazione.
Veramente strategico, unica alea nella pesca delle carte dal proprio mazzo e dei dadi mana, effetti comunque attenuati da una gestione corretta delle carte e delle risorse.
Combattimenti complessi ma fattibili, soprattutto se si gioca in cooperativo.
Gioco molto complesso e duro da vincere, comunque sempre molto avvincente e coinvolgente. - [Autore del commento: Vibrissa]

Ritratto di Redazione Redazione Mar, 24 Lug 2012 - 14:10

[voto 7] - Impegnativo; è questo il commento sintetico del nuovo giocone di Vlaada Chvátil. Grande l'aspettativa che probabilmente genera questa sensazione di insoddisfazione dopo la prima partita. Le regole non sono di per sé molto complesse ma è complicato il processo di valutazione su cosa conviene fare; questo rende il gioco soggetto lunghe pause di riflessione per la pianificazione. Logicamente è un titolo da provare più volte perché molto vario e le strategie sono molteplici. - [Autore del commento: ottobre31]

Nalim Mer, 29 Gen 2014 - 21:50

[voto 9] - Complicato, ottimi materiali, buona ambientazione. vincere spremendosi le meningi é altamente soddisfacente.

Boba Gio, 23 Gen 2014 - 17:03

[voto 8] - Vlaada colpisce ancora.
Corposo, macchinoso se non lo si gioca costantemente, profondo, strategia e gdr in simbiosi, convengo ricordi molto la serie di vidogiochi HoMM.
Bella meccanica pseudo deckbuilding, così come la gestione del dummy player e del round diurno/notturno con carte turno.
Ottimo in solo, forse dà il meglio di sè in 3 giocatori, di più si rischiano downtime pesanti. E da pensare ce ne è. Questo è un gran pregio, considerando che il titolo, probabilmente, costituisce genere a sè.
La mappa modulare consente ottima rigiocabilità e desiderio di esplorazione-azione sempre vivo.
Il gioco mi piace molto, amo i cooperativi, ma trovo che sia eccessivamente difficile, causa round di gioco troppo ristretti per completare gli scenari proposti, in primis. Bisogna agire troppo rapidamente e operare delle scelte spesso in contrasto con un titolo che, apparentemente, fa della libertà d'azione in mappa un suo pregio.
Ottimi materiali, atmosfera ben resa.
Regolamento, smistato in due libretti, da imprecazione costante.
Interazione di fatto indiretta, (deludentemente) relegata forse ai soli assalti delle città, escludendo gli scenari full pvp.
Gioco che, comunque, può dare assuefazione e soddisfazione, anche fallendo lo scenario.
Nel complesso, un gioiello dell'autore. Gran gioco.

Voto 8 per i "difetti" citati, alzate a 9 se utilizzate house rules.

Smau87 Ven, 10 Gen 2014 - 02:07

[voto 10] - Gioco molto complesso ma affascinante.
Ho avuto la fortuna di poterlo provare più volte prima di poter decidere se prenderlo o meno.
Colpisce il fatto che il Pg può essere personalizzato in maniera differente ad ogni partita, l'esplorazione è una trovata geniale e il vario impiego delle varie abilità, magie, artefatti e unità lo rende un gioco completo ed unico nel suo genere.
Ho personalmente apprezzato la grande varietà degli scenari messi a disposizione e dopo una decina di partite decido di assegnarli il voto massimo.
Gioco unico nel suo genere.

arnus Gio, 09 Gen 2014 - 17:49

[voto 10] - Gioco perfetto e FAVOLOSO per chi ama il genere... ed io adoro questo genere! :)
Interazione, sfida variabile creata da un gioco mai troppo semplice, varietà nell'uso delle strategie, meccaniche complesse ma mai banali, originalità tutto ma proprio TUTTO quello che mi aspetto in un gioco.

Posso solo evidenziare 2 pecche ma che non influiscono sul titolo in se ma sulla difficoltà eventuale di trovare altri giocatori:

1) regolamento MOLTO complesso e con molte regolette particolari che necessitano di tempo per essere apprese e ricordate. Tuttavia tutte queste regolette sono in verità logiche e aiutano a rendere il gioco così profondo
2) il gioco secondo me rende il meglio in 2 massimo 3 giocatori. I tempi morti in 4 o più (con l'espansione) giocatori sono ingestibili e farebbero precipitare il voto da 10 a 5!

Gioco meraviglioso ma, ahimè, solo per 'giocatori hardcore'.

Drinko Gio, 02 Gen 2014 - 12:05

[voto 10] - IL GIOCO DEFINITIVO.

-Primo voto dato era 9. Lo porto a 10.

-Un consiglio a giocatori alle prime armi: investite del tempo in questo gioco. All'inizio può sembrare
ostico, ma, con la pratica, le regole si assimilano e il ritmo di gioco diventa più veloce! Ne sarete soddisfatti.

-Bellissimo vedere crescere il proprio Mage Knight: livellerà la fama e reputazione, fino a guadagnare azioni avanzate e abilità speciali.

-Possibilità di interagire (risparmiare/assediare/saccheggiare/bruciare e non solo...) con l'ambientazione circostante (villaggi, città, monasteri etc. etc.) definendo la propria reputazione e la conseguente influenza sulla gente.

-Cooperare con gli altri giocatori per riuscire nella missione o dimostrare la propria superiorità in un duello PvP? Che cosa conviene fare?

-DA RICORDARE: è un gioco che dà molto se si è disposti ad investire del tempo, specie all'inizio.

Bellissimo anche in solitario.

Complimenti a Vlaada!!!

E' la nave che ha fatto la rotta di Kessel in meno di dodici Parsec...

Pino75 Sab, 28 Dic 2013 - 10:07

[voto 9] - Più che un gioco è un'esperienza ludica. Vedere crescere il proprio personaggio attraverso il suo equipaggiamento, le sue abilità ed artefatti rende grande soddisfazione. Sicuramente è un fantasy atipico molto stile "german" ma nelle meccaniche è veramente riuscito. La longevità è impressionante vista la "rigiocabilità" degli scenari che ogni volta sono sempre diversi a seconda delle strategie, della pesca delle tessere e delle carte. Attendo soltanto altre espansioni per dargli un 10 netto; peraltro quasi raggiunto se non si sentisse la mancanza di altri personaggi...Voto:9

Mzungu Mer, 04 Dic 2013 - 15:25

[voto 8] - Questo gioco ha delle peculiarità che, sebbene non siano da considerare dei difetti oggettivi (io considero difetti, errori veri e propri, tipo giochi risolti, meccaniche che non funzionano o che vanno in stallo etc.), devono essere tenute comunque in conto sia per farci una partita, sia per un eventuale acquisto.

La prima tra tutte è il tempo. Una partita dura sulle tre ore, in solitario (ok, il tempo si può ridurre quando conosci alla perfezione le regole, ma scendere sotto le 2 ore la vedo comunque dura). Il setup non è veloce. Si basa sulla gestione di una mano di carte a turno ed è estremamente calcoloso e matematico. Dato che devi gestire delle carte pescate a caso da un mazzo (anche se conosci tutte le carte del mazzo, la pesca è sempre casuale), la fortuna è presente, è necessario gestire pure quella.

Detto questo, il voto al gioco per me è 8.

E' invece 5 per le mie esigenze, la mia esperienza e per quello che cerco solitamente in un gioco.

Falcon Mer, 13 Nov 2013 - 14:40

[voto 8] - Bello, bello, bello! Interessante, strategico e abbastanza vario, grazie agli scenari e alla quantità di carte (non alta, ma sufficiente). Forse avrei messo un po' più di varietà nei mostri.
Voto tra l'8 e il 9, che non raggiunge solo perché si gioca un po' troppo in solitario.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

Jonsnow76 Lun, 11 Nov 2013 - 14:11

[voto 9] - Cercavo un solitario che mi riempisse la giornata e l'ho trovato. Superbamente tattico, longevissimo, curato nei minimi dettagli e per essere un german ottimamente ambientato. Per ora il miglior titolo che io abbia mai posseduto. No gli do 10 solo per il regolamento orribile

juan Ven, 08 Nov 2013 - 17:13

[voto 7] - Giocato la versione in italiano (con 2 carte in più per un'errata corrige).
Voto dopo: una partita da solo 4 in 2 una in 3.

Guardando prima il video tutorial non ci si mette troppo a imparare a giocare anche se è a tratti macchinoso..
Divertente, strategicamente vario ed equilibrato (anche se forse non profondissimo).
La fortuna non è eccessiva ma comunque a parità di giocatori è decisiva e chi parte prima può essere fortemente avvantaggiato -->meglio giocare lo scenario cooperativo e vista la lunghezza quello veloce.
L'ambientazione è bella ma non eccezionale...

LONG 1,75
REG 1
DIV 1,5
MATER 1,5
ORIG 1,75

SAREBBE 7,5

Ritratto di Miki76 Miki76 Mar, 08 Ott 2013 - 14:43

[voto 8] - Sono solo agli inizi. Sembra che il gioco dia molte possibilità e questo mi intriga. E' stata dura col regolamento, poteva essere scritto in migliaia di modi diversi, tutti più semplici.

Gioco sempre in due.
Vendo: Martinique, Khet:the laser game, Chicago Express, LaGuerraDell'Anello.

goron Sab, 23 Nov 2013 - 02:13

[voto 10] - Gioco bellissimo! Più si gioca e più si capisce quanto le meccaniche si incastrino tutte perfettamente... Altamente strategico! Bisogna pianificare tutto con la massima cura! Purtroppo anche se i componenti sono esteticamente belli la loro fattura è pessima... Carte che si sfaldano(necessitano di bustine per forza), tiles non allineati, scatola con scompartimenti per carte in cui... NON ENTRANO LE CARTE! Queste piccole carenze mi hanno moooolto rattristato... Anche se la bellezza del gioco rimane invariata sia chiaro!

OliverHardy Lun, 23 Set 2013 - 10:40

[voto 8] - Se non fosse per dei manuali a dir poco cervellotici, sarebbe da 9. Troppo tempo per impararlo bene, per le troppe regoline ed eccezioni, ma davvero un bel gioco.

Anche in solitario vale la pena di essere giocato.

Ritratto di JackBurton JackBurton Mer, 04 Set 2013 - 10:02

[voto 8] - Fantastica trasposizione di un gioco di ruolo in boardgame, pecca solo nella trasposizione troppo fedele delle complicate meccaniche di una partita dal vivo, cosa che appesantisce e allunga partite che avrebbero potuto essere più snelle e godibili.

rockgi Lun, 02 Set 2013 - 12:23

[voto 9] - Bello bello. Riesce a donarmi delle emozioni uniche, compresi gli altri giocatori al tavolo.
L'ho fatto provare a dei profani dei GdT e si sono enfatizzati! E' una vittoria riuscire ad abbattere un drago o conquistare un oggetto leggendario, per non parlaredell'espugnare le città.. difficile ma appagante.
Una nota negativa (che non permette di arrivare alla perfezione) è il troppo scervellarsi verso le ultime fasi del gioco, dove ogni combattimento richiede troppo tempo e ragionamento per ogni giocatore, quindi i tempi si allungano troppo.

Peppe74 Mer, 07 Ago 2013 - 23:27

[voto 8] - Il gioco fantasy che cercavo, pur riconoscendo i limiti che (al momento) fermano il voto ad un "8". Troppo faticoso ricordare i dettagli del regolamento se non si gioca in maniera costante. Al momento non ho provato gli scenari con il combattimento giocatore vs giocatore, diciamo non ci sono riuscito per la difficolta' di trovare giocatori costanti con cui progredire nella curva di apprendimento del gioco.

Goblin Magnifico
http://www.goblins.net/articoli/notizie-goblin-magnifico-2015

ILSA-Informazione Ludica a Scatola Aperta
http://www.ilsa-magazine.it

Mucillagine Ven, 02 Ago 2013 - 05:13

[voto 10] - Gioco estremamente complesso ed interessante.
Visibilmente ispirato alla saga di Heroes of Might And Magic, non può non appassionare i fan della saga.

Essendo un gioco che richiede almeno una 20 di partite per essere padroneggiato in tutte le sue finezze, penso che chiunque sia interessato a comprarlo dovrebbbe comunque prima valutare se dispone del tempo e della compagnia adeguata.

Scrivo questo, perchè compagni di gioco impazienti e faciloni ne potrebbero rovinare l'esperienza di gioco; e altrettanto farebbe l'impossibilità di dedicare un tempo adeguato, quando occorre, per sciogliere i dubbi nelle eccezioni che frequenti nelle prime partite possono risultare poco comprensibili e se non risolte, togliere parte del sapore dell'esperienza di gioco.

Rotilio Mar, 16 Lug 2013 - 15:39

[voto 6] - Al momento ho alle spalle un paio di partite con lo scenario introduttivo e devo dire che mi è piaciuto...ma non cosi tanto da giustificare la spesa troppo alta per quello che regala....

Ritratto di mario75 mario75 Dom, 14 Lug 2013 - 01:32

[voto 10] - veramente completo, ci vogliono un pò di partite per capire bene come muoversi, il miglior solitario a cui abbia giocato

Ritratto di randallmcmurphy randallmcmurphy Dom, 14 Lug 2013 - 00:53

[voto 6] - Fondamentalmente il gioco, come spesso accade per quelli di Vlaada, che in generale apprezzo molto, si basa su meccaniche interessanti, richiede una certa dose di calcolo, e premia i giocatori dotati di buone capacità di adattamento.

Detto questo però, manca di un elemento fondamentale per questo tipo di ambientazione, e cioè l'epicità, l'avventura.

Troppo freddo, poche caratterizzazioni, infinitesimali descrizioni. Ovvio..Vlaada è un programmatore, non un poeta :P

Se proprio volete il voto, premettendo che per un titolo del genere trovo esagerati sia gli "1-2-3" che gli "8-9-10", direi un bel 6,56 periodico! :P

Questo perchè il gioco ha una struttura meritevole, da non punire con tale astio numerico, ma altresì presenta diverse problematiche da non farlo eccellere nè nel genere dove si colloca (avventura) nè nelle meccaniche che presenta (costruzione e gestione del mazzo, mappa modulare, crescita del personaggio).

Non commento la sua valenza di cooperativo, perchè come molti sanno io evito tali giochi, e ancor più evito il gioco di società in solitario, che mi sembra una contraddizione in termini, magari invece questo titolo eccelle proprio in questo ma non lo saprò MAI! :P

« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)

Zot Ven, 12 Lug 2013 - 18:26

[voto 5] - Dopo poche partite avevo votato 8, ma alla lunga mi sono saltati fuori alcuni difetti:
- Lunghezza veramente eccessiva! Si gioca sempre solo l'introduttivo che si riesce a finire in serata.
- Troppo caso nella pesca delle carte. Un paio di pescate sbagliate (es. carte combattimento quando ti serve muovere o viceversa) rovinano la partita, oltre ad essere parecchio frustranti.
- Giocando di rado, se dimentichi qualcosa è faticosissimo trovarlo nei 2 regolamenti.

Rimangono belle meccaniche, ma nel complesso il gioco non vale la candela.

"Flagelliamoci perché non abbiamo ascoltato Zot.
L'oracolo aveva ragione su tutto, dal principio."

LupoSolitario

Ritratto di kanaglia kanaglia Ven, 12 Lug 2013 - 15:55

[voto 6] - Dopo 5 partite tutte in solitario faccio qualche considerazione:

- per durata e basso livello di iterazione lo considero un solitario, non lo proporrei mai a qualcuno per giocarci in due o più

- il divertimento per me è discreto ma nulla più, più che altro da soddisfazione capire qualcosa in più del gioco via via che lo si gioca

- il fattore alea è complesso stabilirlo ma in alcuni match rischia di rovinare anche i migliori piani, non lo considero un difetto per forza ma esiste e alle volte è determinante, potrebbe infastidire alcuni

- i due regolamenti sono ben fatti, lunghi ma chiari ed esaurienti su quasi tutto

- prezzo troppo elevato vista la qualità dei componenti, le carte se confrontate con quelle di Bohnanza sono scarse e mi chiedo come possa essere visti i prezzi dei due giochi...

In generale il titolo ha un impianto e delle soluzioni geniali, chi riesce a divertirsi giocandolo apprezzerà moltissimo questi fattori vero marchio di fabbrica dell'autore, per me rimane quasi un esercizio di stile in quanto il tutto non genera divertimento...

gixx Ven, 12 Lug 2013 - 15:15

[voto 6] - Ulteriore revisione del voto: passo da 7 a 6.

E' un gioco che fa spremere le meningi: più vai avanti, più gli scontri che affronti sono epici e richiedono un uso oculato delle carte che hai in mano e delle unità che hai in campo.
La fortuna è però pesantemente presente, e in un modo che per alcuni può essere molto più frustrante che un singolo tiro di dado sfortunato. Ti possono capitare infatti eventi che generano, per sfortuna, conseguenze disastrose nei tuoi turni successivi, e non è da escludere che un evento sfortunato di quel genere pregiudichi le tue possibilità di vittoria o le chances di portare a termine uno scenario in solitario. Esempi in tal senso:

- esplori convinto di poterti muovere, ma elementi di terreno o nemici nella tessera che hai pescato fanno da barriera architettonica, obbligandoti a perdere preziosi turni di gioco

- vai a scornarti contro una locazione, in cui 10 tra i possibili avversari su 12 puoi affrontarli, mentre 2 non potrai affrontarli, e guarda caso becchi propio uno di quei due, che ti sconfigge, ti fa pescare secchiate di carte ferita e ti obbliga a bloccarti per almeno due turni, mentre gli altri vanno avanti e ti staccano, livellando meglio di te (e quando i tuoi avversari livellano meglio di te, in questo gioco, faranno prima le locazioni più avanzate, lasciandoti in seguito le briciole, se ti va bene, o non lasciandoti nulla e quindi condannando, de facto, al fallimento la tua partita)

- sei in una buona posizione per attaccare un nemico, ma guarda caso hai pescato solo carte movimento o influenza (che magari non puoi usare perché fortezze e villaggi sono lontani da dove sei) e non hai pescato nemmeno un misero attacco o blocco

- sei ben messo con le carte, ma i dadi mana nella Source ti sono completamente inutili

... e altri eventi simili.

Purtroppo, inoltre, quando ti si verifica qualcosa di questo tipo, si genera quasi sempre un altro enorme difetto di questo gioco, ovvero il downtime. Avevi pianificato qualcosa che non puoi più fare? Fermi tutti! Bisogna pensare attentamente a fare qualcosa di alternativo, ma questa alternativa deve essere quella che mi conviene maggiormente, quindi Analysis Paralysis come se piovesse, e non è nemmeno tanto colpa del giocatore, se vuole un minimo competere con gli altri. Il problema del downtime è parzialmente generato da ciò, ma l'essere colpiti dalla sfortuna o l'avere una mano di gioco subottimale non sono necessariamente gli unici motivi che generano downtime: basta giocare in 4 per rendersi conto dei tempi di attesa biblici.

Non va inoltre ignorato il fatto che è un gioco "alla Agricola", ovvero in cui ognuno tende a coltivarsi il suo orticello (in questo caso metaforicamente parlando, ovviamente!), e al massimo a mettere un filo i bastoni tra le ruote agli altri negli scenari leggermente o pesantemente competitivi (il PvP si sente poco, anche negli scenari progettati per il PvP). Non concordo con il recensore, quando sostiene che l'interazione qui è più presente che in titoli come Talisman o Runebound: già lì non abbonda, ma qui si sente proprio poco... anzi, dopo averlo provato un po' devo dire che il gioco sembra sia stato progettato come un solitario a cui, in seguito, sono state aggiunte regole per giocare in multiplayer.

Altro difetto per me non trascurabile è la carenza di ambientazione. Hai sicuramente l'idea di controllare un'"entità" che diventa sempre più potente con il passare del tempo, ma l'ambientazione è poco sentita: questo principalmente perché non c'è una trama che si sviluppa con il tempo. In Descent senti la trama sia nello scenario perché hai un obiettivo contingente, sia nella campagna perché hai un obiettivo di ampio respiro. In Runebound, l'ambientazione la fanno le carte e gli eventi descritti in esse, che creano una trama. In Arkham Horror anche la trama la fanno gli eventi scatenati dalle locazioni che visiti. In Earth Reborn l'ambientazione la fanno sia gli obiettivi dello scenario che le molteplici azioni dei giocatori. Qui hai obiettivi un po' scialbi che non ti fanno sentire calato nell'ambientazione.

In conclusione: gli dò 6 perché in solitario è una sfida impegnativa, anche se a volte frustrante. Anche in solitario, però, a mio avviso ci sono alternative preferibili, che offrono profondità di gioco soddisfacenti in tempi minori.
Se però per voi il gioco da tavolo è prima di tutto gioco "di società", allora vi consiglio di puntare su altro: vi piace l'ambientazione fantasy e l'idea di far crescere dei personaggi? Fate una bella campagna di Descent!

Ritratto di ZeroCool_ITA ZeroCool_ITA Ven, 12 Lug 2013 - 11:55

[voto 5] - Odio i giochi di Vlaada Chvátil, non ci posso fare niente... per un motivo o un'altro c'è sempre qualcosa che non mi piace.... sicuramente sarà colpa mia.

Flisya Ven, 12 Lug 2013 - 00:20

[voto 1] - Parto da una semplice domanda, che chiunque vorrebbe comprarlo dovrebbe farsi...

"Quanto è noioso questo gioco?"...
Noi l'abbiamo giocato in 3, e almeno 2 di noi non vedevano l'ora che finisse... non c'è nulla che ti fa sentire di vivere un avventura "fantasy"... ma proprio nulla... volete sapere il gioco? Ecco:

1) Mischia e prendi carte
2) Usa Carte
3) Ritorna alla 1)

Il problema che tutte quelle carte non sono ambientate nemmeno sforzandosi...

Longevità 1
Regolamento 0
Divertimento 0 (anche negativo)
Materiali 0 (Materiali davvero pochi, fattore prezzo/materiali forse peggiore sul mercato)
Originalità 0 (Pesca e Gioca e FORTUNA)

Ritratto di ninja ninja Mer, 10 Lug 2013 - 14:57

[voto 4] - Rimango sorpreso dai voti di questo gioco, tutti esageratamente positivi!!! Ho giocato a Mage Knight, un pò dubbioso sulla validità del gioco e i miei timori sono stati confermati. Prima di tutto è un gioco che meno si è meglio gira, in 4 è un suicidio! Il gioco non è un deck building perchè inizi la partica con 16 carte e al massimo la finisci con 24/25, aggiungere 9 carte per voi è deck building? Materiali appena sufficenti, ma insufficenti se rapportati al prezzo, ben 79 euro?! Per quella cifra prendo la casa della follia che dentro ha il triplo di miniature e segnalini e cartoncini. Gioco in preda ala caso, muoversi è un casino con esagoni che costano 5 punti movimento!!! Tu esplori e gli altri uccidono mostri al posto tuo, senza contare che magari ti infili in caselle ostiche per il movimento e il tutto rallenta all'infinito!!! I dadi per i cristalli, più piccoli non esistevano??!! I termini, ok cristallo di mana, ma il "segnalino" di mana?? Mi prendi in giro?! Boccio assolutamente il titolo e pensare che sono un fan degli american come talisman e runebound, che fanno parte della stessa famiglia di Mage Knight.

http://www.sirchestercobblepot.com/fabio-bianchetti/

fepss Mar, 09 Lug 2013 - 14:57

[voto 8] - giudico solo il gioco in solitario e mi piace moltissimo, molto meno in 2 o piu player, mi sembra sempre un solitario in piu di uno......stessa sensazione di WOW da tavolo, 2 team che si facevano i fatti propri con rarissimi e non indispensabili pvp( sarebbe 10 in solo e 6 in compagnia, nella finestra scrivo la media)

Bambolotto Mer, 03 Lug 2013 - 23:01

[voto 9] - Una volta padroneggiate le regole (esperienza non facile) ed ancor più le eccezioni, Mage Knight regala un'esperienza di gioco meravigliosa per gli appassionati del genere fantasy: infatti, come nel buon e vecchio D&D, non risulta affatto difficile affezionarsi al proprio personaggio che guadagna abilità e caratteristiche al crescere della propria esperienza. Insomma per ha tempo da dedicargli (siamo sull'ora e mezza a testa) e voglia di cimentarsi con un regolamento denso denso denso, consiglio vivamente di investire i quasi 80 euro necessari per portarsi a casa una scatola piena di ottimo materiale. Io, assieme alla scatola base ho contestualmente acquistato anche l'espansione, pensando - ingenuamente - di poterlo giocare in 5, eh si...perchè se le regole in effetti lo consentono poi si deve mettere in conto che si deve avere un lustro a disposizione per terminare la partita. Ad ogni modo l'espansione adegua alcune regole ed aggiunge nuovi scenari, mostri e carte personaggio e bilanciandone altre. Fico fico fico (sarebbe da dieci se la durata fosse più contenuta).

alrotundo Dom, 08 Set 2013 - 12:23

[voto 8] - Bellissimo. Risulta complicato la prima volta, dalla seconda in poi è un crescendo di spasso.
Il deckbuilding è limitato, ma non è da considerarsi un difetto, semmai permette di gustare ancora di più l'uso delle carte appena acquisite.
Non c'è una partita uguale a un'altra, anche la scelta del personaggio cambia parecchio l'approccio al gioco. Longevità incommensurabile, con gli scenari che si adattano benissimo alla creazione di una serie di partite in fila, e con diverse varianti alle regole suggerite in fondo al manuale. Il problema è legarle insieme con una trama che abbia un senso: davvero povero il background, e questa è forse la mancanza più evidente del gioco.
Altri difetti comunque ce ne sono: le carte non sono le più solide, prevedere assolutamente l'acquisto delle bustine... e quindi una spesa totale davvero alta, visto il prezzo del gioco. Per 80 euro si poteva far uscire un gioco con queste regole ma con una licenza su una franchigia un po' più affermata rispetto al semisconosciuto Mage Knight, penso a Warhammer Fantasy, LOTR, probabilmente ancora meglio D&D, o perchè no, Elder Scrolls.
Altro piccolo bug lo trovo nel bilanciamento delle abilità dei quattro personaggi: i giocatori esperti dopo due partite sanno già quale dei quattro personaggi scegliere per vincere facile, e quale evitare. La regoletta facoltativa dell'asta per la scelta del personaggio all'inizio è stata aggiunta chiaramente in fase di playtest proprio per ovviare a questo problema, ma consiglierei piuttosto a chi conosce il gioco di assegnare i personaggi all'inizio dando il più forte al giocatore meno esperto e così via, per non complicarsi troppo la vita.
In ogni caso voto 8 per un gioco davvero ben fatto, finalmente un RPG da tavolo, dove in 3 ore si può esplorare, pugnare, livellare, reclutare contadini, assediare castelli e bruciare monasteri.
Le finezze regolistiche sono tante, direi la migliore è quella del livellamento durante il turno degli altri giocatori, così da riempire i tempi tra un turno e l'altro. Davvero una chicca.

Pregi
-Finalmente un vero RPG da tavolo, e molto meno complesso di quanto sembri
-Regolamento e meccaniche di una pulizia sopraffina
-Longevità eterna e customizzazione eccezionale

Difetti
-Il prezzo, 80 euro sono troppi per 20 esagoni di cartone, 8 pezzi di plastica (non chiamatele miniature!) e 240 carte non certo solidissime (anche se ormai pare che dovremo abituarci a queste cifre).
-Il background, debole, dovuto anche a una franchigia fantasy insignificante, retrò e su cui si trova davvero poco materiale per costruire una trama sensata per una serie di partite.
-Personaggi non perfettamente bilanciati

AGGIORNAMENTO VOTO: da 9 a 8, dopo un po' di partite il difetto più grosso del gioco, ovvero la mancanza di un vero background, comincia a farsi sentire.

orangecomeon Ven, 28 Giu 2013 - 11:16

[voto 10] - Gioco spettacolare per i materiali. Richiede un breve ma metodico studio iniziale, ma vi garantisco che ne super_vale la pena, in quanto alla fine dell'apprendistato avrete fra le mani una bomba di deck building fantasy game le cui possibili varianti operative vi intripperanno letteralmente. Wow, what a wonderful game!

Ritratto di Shooock Shooock Mer, 18 Set 2013 - 14:09

[voto 5] - Troppo troppo troppo sopravalutato questo gioco... è un gioco di carte con deckbuilding, e un gioco che vince chi uccide più mostri senza se e senza ma, e penso che dopo le prime 3 partite già viene a noia... troppo solitario per la tipologia di gioco... E per favore non infangate il nome di Heroes of Magic con questo... un buon gioco ma leggendo i commenti sembra il gioco fantasy finale e il voto non aiuta nemmeno.

Dopo aver giocato ad Eldritch Horror, mi è difficile non credere in forze esterne che regolano il destino di questo mondo.

Ritratto di Sveltolampo Sveltolampo Mar, 11 Giu 2013 - 12:26

[voto 9] - Purtroppo non riesco a dedicarci molto tempo così ogni volta riprendere le regole è un caos...ma ne vale la pena!!!

In solitario è spettacolare!!!

cisco13877 Ven, 10 Mag 2013 - 10:41

[voto 9] - Bellissimo, davvero avvincente e completo, soprattutto per la gran quantità di regole, all'inizio un po' ostico da padroneggiare.

Harlan Gio, 09 Mag 2013 - 17:27

[voto 9] - Un capolavoro di tattica, la migliore esperienza in solitario per gli amanti del fantasy. Duro da digerire nelle prime sessioni, diventa un piacere ed una sfida continua una volta padroneggiate le regole e le numerose eccezioni.

Meloku Sab, 04 Mag 2013 - 03:21

[voto 10] - IL GIOCO! E già questo la dice lunga...
Fatto sta che comunque non ho mai giocato a nulla di simile in quanto questo CAPOLAVORO riesce ad amalgamare meccaniche come esplorazione, combattimento, livellamento, incantesimi e "deckbuilding" in maniera perfetta e in piu è resa alla stragrande l'ambientazione in quanto oltre al semplice combattimento con mostri nei paraggi, si possono assaltare torri e castelli, tane e sotterranei, tombe e rovine e allo stesso tempo influenzare abitanti di villaggi, monasteri e quant'altro. Anche il sistema delle ferite è un'altra genialata dell'autore, perchè anch'esse riescono a farti percepire che sei effettivamente ferito in quanto la mano diventa sempre più difficoltosa da gestire proprio a causa delle ferite che sono carte che vanno ad intasare la mano del giocatore. Praticamente tutto quello che fai ti fa sentire realizzato sempre di più proprio grazie allo sviluppo del pg che ad alternarsi dei livelli pari e dispari guadagna nuove abilità, nuove carte da aggiungere al mazzo e aumenta la capacità di arruolare truppe. Che dire... STUPENDO! ;)

kekko Mar, 23 Apr 2013 - 10:14

[voto 9] - é un gioco molto vasto e complesso.
Nelle prime 2-3 partite si resta molto disorientati, facendo ricorso al manuale spesso, e il tempo di gioco è molto lungo.
La mia Prima partita è durata 4 ore e mezzo, la seconda 2 ore e mezzo la terza 2 ore.. il tempo per un partita solitaria con uno scenario breve si aggira intorno alle 2 ore, quando si è esperti anche 1 ora e 40.
Fin dall'inizio si ha la sensazione che sia un bel gioco vasto pieno di poteri abilità nemici, tante cose da fare e molti modi di farle, e questa sensazione da la voglia di giocarci a ripetizione per esplorare e assaggiare tutto.
Dopo 2-3 partite si incomincia a percepire la meccanica base del gioco, e però ci si accorge che il personaggio cresce lentamente e arrivare a combattere il nemico finale è assai improbabile, si sente la necessità di velocizzare il livelling del personaggio, il deckbulding è limitato. Questa Fase è la più critica molti giocatori lasceranno qui il gioco.
Ma se si insiste si cercano guide e strategie online, si capisce che è un problema di strategia e tattica, dopo altre 2 partite a fine partita sarete molto più forti e vi sarete divertiti molto di più, avendo giocato meglio avrete un mazzo più forte e più vario.
Alla 6° partita sarete riusciti a raggiungere un'obbiettivo importante che prima vi sembrava impossibile.
A Questo punto avrete voglia di sfida, e conoscete perfettamente le regole, quindi coinvolgete amici, e affronterete scenari competitivi e cooperativi, il divertimento è assicurato la sfida è alta, dopo qualche altra partita passerete subito a scenari più complessi con regole speciale, ben presto non vi basteranno e cercherete scenari custom su BGG.
A questo punto vi piacerà talmente tanto il gioco che comprerete l'espansione in inglese, inventerete nuovi scenari e continuerete a giocare a ripetizione.
Il Grande Vantaggio è il tempo di gioco ridotto, in 2 ore si gioca, mentre altri giochi fantasy come Descent o Wow hanno tempi di gioco molto più lunghi, e quindi anche se migliori (e cmq non lo sono secondo me) sono poco giocabili per il tempo richiesto.
Io riesco a giocare una media di 3 partite alla settimana, 2 in solitario e 1 in gruppo. Cosa improponibile con altri giochi fantasy come Runewars,Wow,Descent o simili.
Per Quanto riguarda i difetti secondo me ne ha 1 solo:
Puoi trovarti davanti ad un mostro con le carte per muoverti e puoi trovarti armato fino ai denti ma senza mostri nei paraggi, in tal caso bisogna saper giocare bene per ottimizzare le carte.
ALtra soluzione al problema sono varie Varianti, su bgg ce ne sono almeno una ventina, e dopo aver appreso bene le regole vi verrà spontaneo crearne di nuove per ovviare a mancanze di contenuti o limiti fortunosi del gioco.
Su Bgg un utente ha fatto una house rule che prevedere l'uso di punti azione invece della pesca delle carte ad esempio.
Oppure altre varianti che prevedono l'uso dell'intero mazzo in mano, rendendo il gioco molto più deterministico.
Secondo me L'autore ha creato una piattaforma di gioco, il gioco poi può essere creato intorno alla piattaforma.

Non si smette di giocare quando si diventa vecchi, ma si invecchia quando si smette di giocare.
Solo gli stolti non hanno dubbi ! Ne sei sicuro ? Non ho alcun dubbio!
I miei giochi preferiti:
Bloodrage
Arcadia Quest
Kemet

Ephel Mer, 17 Apr 2013 - 21:13

[voto 9] - Nessun commento

Solo nel gioco è possibile per l'uomo essere veramente libero. Il gioco costringe alla parità perché tutti i giocatori hanno le stesse istruzioni, e mette in pratica la certezza del diritto, perché un gioco può esistere solo nel rispetto delle regole.

Gerald Mar, 16 Apr 2013 - 19:13

[voto 10] - Curva di apprendimento livello Everest dopo due partite totalmente in balia di regole, regolette miriade di carte tokens senza nessun orientamento ti accorgi che tutto magicamente si combina e che il gioco e' geniale e coinvolgente. Meccaniche complesse e perfette gioco vasto, epico quasi monumentale. Il problema e' come diavolo si fara' a fare un fantasy game migliore?

Izio Mar, 20 Ago 2013 - 17:29

[voto 9] - Mescola egragiamente diverse meccaniche... Miglior gioco di esplorazione sicuramente. Bisogna avere il tempo giusto da dedicargli, specialmente se si è in 3 o 4...

blackholexan Mer, 13 Feb 2013 - 14:30

[voto 10] - Ho sempre ritenuto di dare il massimo (10) ai giochi che nella mia esperienza sono il meglio nella loro categoria. Senza se e senza ma MK si colloca la vertice dei giochi di questo tipo per originalità, meccaniche, voglia di giocarci, componentistica, coinvolgimento. Un'esperienza ludica piena e unica, con l'unica (possibile) pecca nella durata, non alla portata di tutti.

Si può scoprire di più su una persona in un'ora di gioco, che in un anno di conversazione. [[b]Platone[/b]]

J_McReady Gio, 17 Gen 2013 - 01:30

[voto 7] - Provato con una copia in italiano della GU in anteprima questi giorni ;) un'esperienza fantasy di tutto rispetto e fascino. Ottimo oltretutto l'aspetto in solitario... 7.5

vittogol Lun, 14 Gen 2013 - 16:59

[voto 7] - E' più un puzzle game che un gioco fantasy. Si gioca praticamente in solitario cercandi di volta in volta la migliore compbinazione di carte con le soluzioni che offre il terreno circostante. Richiede molta dedizione le prime partite perchè il regolamento è un pochino ostico da digerire. E' solo per gli appassionati del genere.

La luce che vedi in fondo al tunnel non è la tua salvezza, ma il mio fanalino di coda!

The_Sorrow Ven, 04 Gen 2013 - 21:36

[voto 9] - Bello, bello, bello... un gioco che diverte e ti tiene incollato per tutta la durata. felicissimo dell'acquisto.

Concluse transazioni con : Slade - Mhyklos - Alfredo - tika - Erik_Von_Jackal - gensclaudio - dagor84 - AnomanderRake - bestiaestinta - eberron - smazzybubble - crismomode - Erikthedark - rolli

linx Mar, 13 Nov 2012 - 10:18

[voto 8] - Questo è decisamente il mio genere di gioco: un fantasy ben ambientato, molto vario, con una crescita dei personaggi ben differenziata e con poteri realistici (nel senso che la descrizione dell'effetto del potere segue esattamente quello che ti aspetteresti dal nome invece che essere un bonus a quello o questo giustificato da un nome evocativo). Perdipiù incrociato con un deck building.
Il mio 8 ha quindi un sapore un poco amaro perchè mi aspettavo ben di più da questo (comunque) bel gioco.
Il problemi non risolti sono a mio parere fondamentalmente 2.
1) la troppa "calcolosità" del gioco, che richiede diversi tentativi di incroci fra le varie carte, stando ben attenti a non sbagliare i conti fra energie, carte e poteri disponibili, leva al titolo un poco dell'adrenalina che in genere i giochi fantasy fanno rilasciare durante la partita; impedisce insomma di lasciarsi andare al divertimento senza pensare TROPPO all'esito. Qui si DEVE pensare all'esito fin nei minimi dettagli, pena il difetto numero due.
2) Se fai qualche cavolata o se non la fai e sei estremamente sfortunato (un mio amico aveva carte per bloccare fino a 12 in mano e ha affrontato un evocatore... che ha tirato fuori dal cappello un mostro sgusciante con 7 di forza che ne richiedeva ben 14!!!) rischi di rovinarti la partita senza possibilità reale di recupero. A questo va aggiunto che quando non hai ancora passato un livello le tue possibilità di combinare qualcosa di buono sono molto scarse.. e ulteriormente ridotte dai compagni di gioco che muovono prima di te. Fosse stato un mio gioco avrei fatto passare un livello in automatico alla fine del primo turno.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

LordDrachen Mer, 10 Ott 2012 - 09:47

[voto 8] - Come fare un fantasy game senza cadere nel dungeon-crawling, mettendo a discreta prova la strategia e costringendo i giocatori a collaborare e competere al medesimo tempo.
Regolamento scritto coi piedi, ma gioco splendido.
Longevità buona, gli scenari sono ostici, ed è potenzialmente sviluppabile.
Materiali eccellenti e l'originalità non manca di sicuro (combinazione di meccaniche come si deve).
Peccato per il tempo che si mette a fare il setup che può ridurre un pochino le opportunità di giocarci
ad ogni occasione.

Mi trovate anche su BGG. ^_^
[b][u]Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball[/u][/b]

Ritratto di eurek eurek Dom, 02 Set 2012 - 17:00

[voto 9] - Il top dei giochi di avventura fantasy. Pregevoli meccaniche (mana, gestione delle ferite per citarne alcune) si integrano nel tema; c'è dell'epico nel vedere il proprio eroe crescere fino a compiere imprese memorabili. Raccomandato.

-Eurek-
[vendo / scambio]: [glow=red]Dojo Kun (30 euri)[/glow]
[cerco]: Il nome della Rosa

eric_thegate Gio, 23 Ago 2012 - 11:47

[voto 10] - uno dei giochi più belli di sempre anche se necessita di diverse ore libere...Va via l'intera serata, quindi da gustare con con comodo con whisky e sigaro.

Un piccola pecca il bilanciamento non proprio perfetto tra i vari personaggi e le loro abilità, così come alcuni spell ed artefatti, ma penso sarebbe impossibile trovare la perfezione

galletto Lun, 20 Ago 2012 - 16:54

[voto 10] - Dopo più di 20 partite sono pronto a votare...gioco immenso per la sua rigiocabilità, sempre vario anche grazie alla sempre differente conformazione della mappa. Permettetemi però, di fare un accenno dedicato alla (oserei) perfetta cura del bilanciamento tra le potenzialità degli Eroi, considerando anche l'importanza (e apparentemente la poca flessibilità) di avere 15 carte di base identiche per ciascun giocatore (e le carte sono tutte fondamentali, ad ogni turno vi troverete nell'indecisione di se e quali carte scartare per magari arrivare alla carta decisiva)... Insomma, dopo almeno 20 partite non solo non mi sono annoiato mai, ma la voglia di rigiocarlo è alle stelle!Inoltre, e questa è il fatto degno di nota. gli Eroi sono sviluppabili in maniere differenti, seppure di base siano più orientati a diventare picchiatori/usare magie/etc.
Direi che nel genere Fantasy non teme rivali, detto da uno che non ama molto nemmeno il singolo tiro di dado o la pesca casuale delle carte!
Galletto

Izraphael Mar, 07 Ago 2012 - 21:38

[voto 9] - commento basato su poche (da 2 a 5) partite

Epico.
Impegnativo al punto giusto, assai longevo, decisamente innovativo all'interno del genere.
Motore euro per un gioco estremamente vario.
Uno dei top games del 2011.

iovannino Gio, 28 Giu 2012 - 15:17

[voto 10] - Longevità: 2
Regolamento: 2
Divertimeto: 2
Materiali: 2
Originalità: 2

Capolavoro assoluto! Bisogna giocarlo fino allo sfinimento e innamorarsene sempre di più a ogni partita!

Ritratto di pennuto77 pennuto77 Ven, 22 Giu 2012 - 09:34

[voto 9] - Difficile dare un voto a questo titolo. Ha sicuramente enormi pregi primo fra tutti il sistema di azioni e di evoluzione del personaggio davvero ben congeniato e interessante da giocare.......
Nel suo genere penso sia un capolavoro ma che non riesce a scalfire la prima posizione a Descent per il fatto che è anche più complicato di quest'ultimo, dura di più ed è meno controllabile e più aleatorio. Peccato, forse poteva essere fatto meglio. Rimane un giocone e l'ennesimo centro di quel maledetto genio di Vlaada.......però non è scattata la vera dipendenza, direi che alla fine un 9 se lo merita ma il dieci non mi sento di darglielo.

Mik Mer, 30 Mag 2012 - 21:33

[voto 10] - Grandissimo gioco, uno spettacolo.
C'è tutto. Esplorazione, combo con le carte, ottimi materiali. Faccio fatica a trovare difetti... Ed infatti non ne vedo, se non che può creare dipendenza. :-)
Stupendo anche in solitario.
Seppur possa sembrare, non è assolutamente un gioco facile e prima di padroneggiarlo decentemente servono diverse partite.
Il rischio nelle prime partite è trovarsi il mazzo intasato, non riuscire a muoversi o attaccare. Può divemtare frustrante. Ma non è colpa del gioco, ma del giocatore che non ha ancora imparato come essere un vero Mage Knight ;-)
Da considerare che è un gioco molto lungo e che, se i giocatori non sono esperti e non pensano in anticipo alle proprie mosse, può soffrire fortemente di ap.

mattnik Lun, 28 Mag 2012 - 09:02

[voto 8] - Forse anche piu' di 8, quasi nove, non di piu' per una questione di tempi. In ogni caso, giocone! Veramente bello, componentistica di pregio, scatola ricca, regolamento lungo ma esaustivo, meccanica molto articolata ma x gli amanti del genere un must.

Il fattore "K" è...Bandito!

Favalix Mer, 23 Mag 2012 - 03:54

[voto 4] - Troppe regole, gioco troppo lungo e limitazione a 2 azioni per round...secondo me è da alleggerire....si fà prima a giocare a D&D. E' comunque totalmente dipendente dalla lingua....forse l'edizione italiana darà un pò più di leggerezza a questo potpourrid di generi

Un vincente trova sempre una strada, un perdente trova sempre una scusa

zerro73 Ven, 11 Mag 2012 - 11:47

[voto 10] - Sono restio a dare 10 ma questo gioco se lo merita.
Ha tutto quello che serve per godersi la partita. E' vero che può durare tanto ma paradossalmente per me questo è un pregio. Se una bella esperienza dura di più è meglio, no?
Rigiocabilità altissima, possibilità di espansioni infinite!
Bravo Vlaada, sei un dannato genio, c'è poco da dire...

kroq-gar Ven, 27 Apr 2012 - 20:23

[voto 8] - Uhm un'ottima prima partita ed una seconda molto differente sempre al gioco base...che dire...il gioco sembra bello,ma ha alcuni limiti,il movimento con poche carte a disposizione prende un pò troppo tempo forse il buon Vlaada avrebbe dovuto bilanciare con qualche carta movimento in più essendo di fatto non un'azione che da qualche utile...inoltre il deck building è molto limitato si parla di 5-6 carte nella partita base....qualcuna in più in quella avanzata probabilmente....
Inoltre forse è un pò troppo penalizzante il -2 per ogni ferita subita e l'ulteriore -3 per chi ne ha subite di più,nella partita base che è in pratica una corsa a fare più punti si sente un pò troppo...
Probabilmente tutto questo in partite avanzate si sente di meno...tuttavia avrei gradito una mappa un pò più limitata....qui si da l'impressione che si può andare sempre avanti ad esplorare e trovare nuove cose da fare,il che non da la sensazione"mi devo prendere prima degli altri qualcosa sulla mappa"se non all'inizio nella partita base appunto...Mi riservo di giudicarlo appieno quando e se riusciremo a fare una partita completa,anche se quella base in 4 già è durata intorno alle 4 ore(la prima a 3 ne durò 3)quindi suppongo i tempi per la partita completa siano abbastanza maggiori....

Pro Diffusione Ludica!http://gdtvideogames.forumfree.it/

roy68 Gio, 29 Mar 2012 - 16:54

[voto 10] - Una buona notizia per i non anglofoni, Giochi Uniti ha annunciato la localizzazione in italiano senza tuttavia sbilanciarsi su date di uscita.

Madazam Mer, 28 Mar 2012 - 14:30

[voto 10] - Il gioco "Fantasy definitivo? Forse. Sistema di carte innovativo, completo nella miriadi di cose da fare ed inoltre il gioco in solo e' abbastanza appagante, cosa non sempre riscontrata in giochi che offrono questa modalità che di solito danno una sensazione fittizia.
Ha solo un paio di difetti, bisogna digerire le regole con un paio di partite di rodaggio; le prime partite risultato un po' lunghe, specialmente con il massimo numero di giocatori. Ma chi ama questo tipo di giochi sa che questa e' la durata standard.

Ritratto di Richard Richard Mer, 21 Mar 2012 - 11:25

[voto 9] - M'ero ripromesso di votare in modo pacato, ma poi ho ragionato sul contesto: nel genere, MK non teme rivali. Certo, è un gioco lungo, impegnativo e con un certo regolamento, il downtime in 3 e 4 può essere fastidioso e troverai sempre qualcuno a cui non piace, però cavolo è un dannato spettacolo!
A mio avviso è davvero un'esperienza completa, che tutti dovrebbero provare almeno una volta.

Tutti i GIOVEDI', birra&giochi a Roma Ovest: 

baldaus Lun, 05 Mar 2012 - 12:15

[voto 9] - Giocato 2 volte (entrambe con lo scenario base) e devo dire che mi e' piaciuto molto!
Divertente, complesso e ben ambientato.
Non mi azzardo a dargli un 10 a causa delle poche partite giocate fin ora e dei tempi morti eccessivi se si gioca in piu' di due giocatori.

Ryvin Mar, 28 Feb 2012 - 11:50

[voto 9] - Le opportunità che offre questo gioco sono senza pari, esplorazione arruolamento, conquiste, passaggi di livello quindi crescita del personaggio tramite azioni, incantesimi ed artefatti! L'unica cosa che mi limita nel dargli 10 è la sua lunghezza ed il fatto che secondo me è da proporre a gamers che non si scoraggiano con regole e regolette!

dav5010 Mer, 22 Feb 2012 - 11:03

[voto 10] - Aggiorno la votazione dopo varie partite in solitario a 2 ed a 3 giocatori.
Per giustificare il 10 a chi ancora non l'ha provato: mia moglie odia i giochi complicati, pieni di regolette, lunghi e soprattutto fantasy... bhe dopo tre partite in 2, ieri sera l'ho trovata che, dopo aver messo a letto la bimba, ci giocava in solitario!!!! E m'è toccato cucinare!
10 senza se e senza ma.

polloviparo Sab, 04 Feb 2012 - 13:33

[voto 10] - Anche io solitamente sono contrario a dare 10 ai giochi. Ad oggi penso di avere assegnato il punteggio pieno a solo un gioco ossia Age of empire III.
Mi sa tanto che però questa volta mi tocca replicare.
In un unica parola S P E T T A C O L O!
Il gioco funziona molto bene in 2-3 giocatori, in 4 il downtime e la durata della partita si fanno sentire.
Normalmente non prendo in considerazione il gioco in solitario quando si parla di giochi da tavolo, ma devo riconoscere che in questo caso è una modalità degna di nota.
Non a caso siamo probabilmente di fronte a quanto di più vicino ad un videogame.
Un'evoluzione del sistema di deckbuilding introdotta da Dominion & co.
Le carte trovano applicazione pratica nello svolgimento dell'avventura e possono essere impiegate in un sacco di modi, dal muovere l'eroe, al combattere ad influenzare gli abitanti dei villaggi, ecc...
Gli elementi classici dei giochi fantasy ci sono tutti: esplorazione, aumento di livello, incantesimi, truppe, mostri da sconfiggere.
Potrei quasi azzardare una reinterpretazione in chiave moderna di Magic realm.
Il materiale di gioco è fantastico, le miniature pre dipinte, le carte splendidamente illustrate, i segnalini mostro.
Per chi conosce Dungeon Lords, i combattimenti ricordano molto la parte di risoluzione dell'attacco degli eroi.
Il regolamento è piuttosto articolato, non particolarmente difficile in senso assoluto, ma pieno di regole ed eccezioni che necessitano di qualche partita di rodaggio per essere metabolizzate al meglio.
Il prezzo è un po' elevato, ma se avete una buona padronanza dell'inglese e vi piace il genere fantasy, vi consiglio di non lasciarvelo scappare.

redbairon Gio, 26 Gen 2012 - 00:39

[voto 9] - Non do mai 10 ma Mage Knight è una perla di gioco e lo meriterebbe! Esplorazione, combattimenti, deckbuilding (seppur limitato), gestione del movimento e del mana, danni subiti che intasano la mano, giorno e notte che differenziano il turno di gioco, e tanto tanto altro, insomma un fantasy game diverso dai soliti canoni. Vlaada ci regala uno dei suoi giochi più riusciti di sempre. Complesso? All'inizio sì ma non per le meccaniche quanto per le micro-regole di ogni locazione e del combattimento, ma una volta assimilate il gioco esprime tutto il suo splendore! Scenari e obiettivi diversi oltre alla mappa random rendono il gioco mai uguale ma anzi sempre con sfide differenti! Materiali buoni e artwork ispirato! Splendido in solo e 2-3 giocatori, in 4 i tempi morti diventano esagerati....
9,5 alla grande!