The One Ring: Adventures over the Edge of the Wild

Categoria: 

Commenti

Fefostuta Mar, 10 Dic 2013 - 08:22

[voto 8] - Per il momento do' un 8 per l'approccio generale e il sistema... non so' se giocando alla lunga migliorerà o peggiorerà... vedremo!

Per il momento ci piace :)

Tonfa Mer, 21 Ago 2013 - 18:35

[voto 10] - Il Gioco di Ruolo della Terra di Mezzo!!!
Il regolamento si fonde benissimo con l'ambientazione.
Trovo ottimo anche il "Novero degli Anni" ad ogni nuova uscita (manuali) passano anni e viene introdotta una nuova parte di ambientazione con relativi nuovi PG e PNG.
Io sinceramente non ci trovo difetti.

Beld Sab, 08 Giu 2013 - 15:24

[voto 9] - Attualmente il miglior gioco di ruolo ambientato nella Terra di Mezzo, meccaniche eleganti e completamente in tema con l'atmosfera dei romanzi, il tutto condito con una grafica accezionale.

Ephel Mer, 17 Apr 2013 - 21:09

[voto 8] - Nessun commento

Solo nel gioco è possibile per l'uomo essere veramente libero. Il gioco costringe alla parità perché tutti i giocatori hanno le stesse istruzioni, e mette in pratica la certezza del diritto, perché un gioco può esistere solo nel rispetto delle regole.

Felix Sab, 30 Mar 2013 - 16:43

[voto 7] - su gran parte della recensione concordo e spero che serva a fare pubblcità al gioco, ma credo che siano rimasti fuori alcuni interessanti fattori di criticità.

La divisione in fase di avventura e di compagnia ha un suo illustre e famoso precedente in Mouseguard dove è strutturata, per altro, come un meccanismo a orologeria: forse c'era anche in Pendragon ma non mi pronuncio di più non avendolo letto o giocato. Non è un ideona nuova insomma ma concordo sul fatto che sia molto interessante.

La regola sul fatto che il giocatore descriva l'esito dell'azione è una regola chiara (simile anche in burning wheel); secondo me non applicarla implica aver giocato esclusivamente a gdr tradizionali. Va applicata e basta: punto. E va collegata a come devono essere scritte le avventure per One Ring (e qui casca davveor l'asino....).

Infine non si evidenzia la grossa contraddizione che c'è fra la parte di regolamento che spiega come preparare le avventure (che tende più verso i giochi cosiddetti moderni) e il brutto esempio di avventura iniziale (reiterato nel brutto supplemento "racconti dalle terre selvagge") che invece ci fa ripiombare nella solita avventura tradizionale. Su questo tema ho già chiesto all'autore ottenendo una risposta abbastanza soddisfacente, ma vanno visti i futuri moduli.

E' un gioco valido anche secondo me, ma da aggiustare in fieri e tende troppo facilmente a farsi piegare a una mentalità tradizionale (invalidando così gli elementi buoni che contiene).

Un ultima perplessità: davvero sono così poche 6 culture eroiche?

El_Rethic Sab, 30 Mar 2013 - 14:56

[voto 8] - In buona parte concordo con il recensore.

A mio parere è il miglior sistema di gioco per giocare nel mondo dipinto da Tolkien, dai suoi romanzi e dai film di Jackson.

In particolare il gioco riesce davvero con le sue meccaniche a replicare lo stile dei racconti, l'importanza degli incontri con vari personaggi, mette al centro i viaggi e il combattimento.
Soprattutto fa incentrare tutte le caratteristiche (e l'evoluzione) del personaggio sulla sua personalità, sulla sua storia e sulle sue relazioni. Per questo oso dire che il gioco è molto raffinato.

In discordanza col recensore, noto alcuni difetti, che mi sembra giusto rimettere a voi. Il manuale in taluni casi non è del tutto chiaro, sia perché spiega la regola ma non spiega la procedura (es. le regole del viaggio, quando fare i tiri, fosse spiegato tutto in dettagli sarebbe stato molto più chiaro) sia perché dividere la spiegazione delle meccaniche tra giocatori e GM costringe troppo spesso a balzellare tra i due manuali (o a scriversi uno specchietto).
Il combattimento (tatticamente ben fatto) è però narrativamente noioso, non spienge davvero a raccontare cosa accade (che è anomalo rispetto al tono che manitene per tutte le altre meccaniche) se non per gli occasionali dadi bonus di battaglia.
inoltre sono convinto che alcune meccaniche (il viaggio in testa) con ancora un po' più di tempo avrebbero potuto essere ancora più innovative e coinvolgenti.

Rimane comunque un bellissimo manuale, una gemma di design italiano.

goron Sab, 14 Set 2013 - 12:55

[voto 8] - Gioco magnifico! L' ambientazione è ricreata benissimo, le meccaniche sono semplice e ben inserite nel contesto. Divertente e appassionante!

imbrattabit Ven, 29 Mar 2013 - 20:34

[voto 8] - Non male, sicuramente l'incarnazione tolkeniana più al passo con i tempi a livello d'ingrazione tra meccaniche ed ambientazione.
Non ho apprezzato molto il piano dell'opera che prevede l'uscita successiva delle altre aree geografiche, i giochi concerrenti contengono (da Girsa a Terza Era, passando per il gdrSdA) tutte le culture sin dall'inizio.

imbrattabit.wordpress.com

Keevan Ven, 29 Mar 2013 - 07:38

[voto 8] - Probabilmente il miglior gdr di ambientazione tolkeniana di sempre.
Alcune regole minori non sono chiarissime e l'organizzazione delle stesse poteva essere migliore, ma per il resto è più che ottimo. Stupendo dal punto di vista estetico.
Molto buono anche il modulo "Racconti delle Terre Selvagge".

Drizzt Mar, 26 Mar 2013 - 16:48

[voto 8] - È un buon gioco, ma alcune regole sono un po' lasciate al caso! Il "viaggio" ha un ottimo sistema di risoluzione ma un po' limitato, dovrebbe essere ampliato e curato, mentre sono un po' deboli sia la crezione sia l'evoluzione del PG. Le abilità, che traspaiono un'assoluta voglia di semplicità, lasciano a volte un dubbio feroce sul loro campo di azione. Molto carina la dinamica dei dadi con le rune, il combattimento originale ed il coinvolgimento dei giocatori in parti che un tempo erano esclusive del master! MOLTO.... Veramente molto curata l'ambientazione tolkeniana che rende il gioco una spanna superiore a tutti i GdR della stessa estrazione. Non sempre il testo è chiaro (forse anche a colpa di una traduzione a volte un po'... dura? - ma non poteva dradurlo lo stesso autore?) e l'avventura introduttiva è veramente banale! Spero che le future uscite, di cui lo stesso Nepitello ne ha garantito la costanza e la periodicità, elevino questo bel Gdr ai vertici della categoria. Lo sto giocando e lo continuerò a giocare cercando anche di colmare le lacune che, come ho detto, lo limitano un po'.

verna Mar, 26 Mar 2013 - 09:55

[voto 10] - ho giocato a Merp e Girsa quando ero un ragazzo, quindi come Master al temendo gdr uscito dopo i film (quello della decipher), praticamente riscrivendone da capo le regole inapplicabili. Quando mi sono trovato far le mani questo volume avevo le lacrime agli occhi. E' il gioco dalle meccaniche, ambientazione, crescita e sviluppo dei personaggi più eleganti che abbia mai visto. Il materiale è moltissimo, le promesse di sviluppo futuro grandiose. Davvero fantastico. Ho apprezzato particolarmente lo spostamento di molte decisioni e intenzioni dal master al gruppo di avventurieri, le fasi intermedie di viaggio e compagnia sono davvero ben fatte e finalmente anche delle codifiche chiare e importanti per gli incontri sociali. Insomma fuori da qualsiasi scala di valutazione, per me il massimo.

Ron1n Ven, 22 Mar 2013 - 22:26

[voto 9] - Basterebbe dare una sbirciata a qualche regola per capire che è un gioco ambientato nella terra di mezzo.
Un piccolo/grande capolavoro.

MrMagu Gio, 14 Mar 2013 - 08:57

[voto 10] - la poca scelta di personaggi è discutibile secondo me sono piu' che sufficienti perchè si possono avere diverse sfacettature e soprattutto sono in linea con l ambientazione.
è un gioco a mio parere privo di difetti
ho veramente le lacrime di gioia per un capolavoro come questo

mornon Mer, 13 Mar 2013 - 19:43

[voto 9] - Bellissimo. avrei sistemato meglio l'impaginazione del manuale, disposto più chiaramente certe parti e sistemato meglio l'indice, poco funzionale. Per il resto è un gioco eccellente in ogni sua parte.

Mauro Longo

Curo il Blog Caponata Meccanica e collaboro con Savage Worlds Italia

https://www.facebook.com/SavageWorldsItalia

http://www.caponatameccanica.com/

redmorgan Mer, 13 Mar 2013 - 00:43

[voto 10] - Gioco eccellente . Consente ai giocatori di sperimentare davvero l'avventura in stile Tolkien, ricreando al meglio suggestioni, epica e caratteristiche della Terra di Mezzo.
Consigliatissimo a chiunque cerchi un gioco divertente, non macchinoso e con meccaniche innovative e di facile apprendimento

"Ogni strada porta sempre ad un campo di battaglia.."