The Scepter of Zavandor

Anno di pubblicazione: 
2004
Min giocatori: 
2
Famiglia: 
Game designers: 
Categoria: 
Sottocategoria: 
Durata del gioco: 
90
Max giocatori: 
6

Commenti

duccio Dom, 12 Gen 2014 - 23:03

[voto 5] - Lungo, noioso, ripetitivo e pieno di calcoli da fare: ma si deve essere maghi o ragionieri?
Secondo me è pure affetto dal problema del runeaway leader. Una serata ludica buttata, che brutto gioco

[FI] Vendo: Mount Everest(indip), Zanzibar(indip)

galletto Mar, 01 Gen 2013 - 22:06

[voto 7] - È un gioco non esente da difetti, incredibilmente lungo, le carte non sono perfettamente bilanciate, poche le strategie da intraprendere...però è un gioco in cui si può prevedere le mosse degli avversari, in cui la gestione dell'asta e la chiave del gioco: sopra ogni considerazione, e un gioco che lascia una bella sensazione, e che dispone di un rush finale molto interessante (è facile che il gioco di decida in uno o due turni)! In definitiva, un buon gioco che ama essere rigiocato!
Galletto

Ritratto di pennuto77 pennuto77 Lun, 25 Lug 2011 - 13:36

[voto 8] - Un ottimo gioco che però ha alcuni piccoli difetti che mi impediscono di dargli più di 8:
- componenti che aiutano poco il giocatore durante la partita
- chi rimane indietro difficilmente recupera
- alcune carte sbilanciate rispetto ad altre

vittogol Mer, 05 Gen 2011 - 12:02

[voto 7] - Ottimo gioco di genere tedesco, assolutamente astratto. Meccaniche semplici con scarsa interazione con gli avversari. Nel genere lo apprezzo per la facilità e per il tipo di divertimento che propone. Mi lascia seri dubbi sulla longevità a causa del set up iniziale con minime variazioni tra due partite.

La luce che vedi in fondo al tunnel non è la tua salvezza, ma il mio fanalino di coda!

SARGON Ven, 11 Giu 2010 - 21:41

[voto 4] - Il gioco in se non sarebbe neanche male, ma pecca davvero in troppi punti per poter ottenre una sufficienza. e' lunghissimo e senza poi una giustificazione. E' noioso e ripetitivo e ci si sente come topi in gabbia in un circolo vizioso che non vedere soluzione di conitnuità, sempre compresso tra ciò che si vuole fare e ciò che si può fare. Mai una vera scelta, tutto già stabilito da una strategia iniziale di cui si è perlopiù inconsapevoli o involontari. Il gioco continua a svilupparsi tedioso e i giocatori non fanno altro che le solite cose e nei limti delle loro possibilità, niente che aiuti a rimediare uno sbgalio o peggio un deficit iniziale (come i poteri dei personaggi), niente che permetta un recupero di terreno o che dia un vantaggio per ricominciare. Questo non è un gioco spietato come tanti altri (belli!), questo è solo un sistema fallato. Insomma un gioco di altri tempi che oggi non dice nulla. Carina la grafica e la componetistica.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

Mugnaio Gio, 10 Set 2009 - 11:33

[voto 8] - Molto bello una volta capito che i rubini non sono l'unico modo per vincere ma ogni pietra (opali a parte) permette di farsi una strategia vincente diventa anche longevo, volendo sempre tentare la vittoria usando diverse soluzioni.

frarobertooo Mer, 18 Feb 2009 - 19:48

[voto 2] - Uno dei giochi più noiosi che abbia giocato negli ultimi anni. Non c'e' nulla che possa essere considerato buono od interessante. Come titolo che viene dal passato può avere un certo fascino ma è il suo solo valore aggiunto. Il gioco si svolge così: parti con le gemme A che generano "soldi" con cui comprerai le gemme B che danno più "soldi" che ti serviranno a comprare le gemme C. Un compitino tedioso.
Si passano le ORE a fare sempre le stesse cose: pesca le carte associate alle gemme, compra gemme, metti all'asta un artefatto. Gli artefatti potevano fornire un qualche stimolo, ed invece si limitano a dare dei bonus alle pietre che si possono usare, alle carte che si possono tenere, all'acquisto degli altri artefatti. Ed in più sono pure pochi, gli artefatti. Lineare come una retta. Stessa cosa per i campi di specializzazione.
Forse l'unica cosa interessante sono le sentinelle che ricordano i big building di Puerto Rico.
Lunghissima perdita di tempo di 3 e più ore.
Commento basato su una partita in 4 giocatori... non oso pensare in 6 quanto saremmo stati li.

trilobit Mar, 03 Feb 2009 - 17:26

[voto 9] - Amo i giochi di gestione delle risorse e, seppur con tutti i suoi difetti, amo questo gioco. Strategico, complesso, articolato. Molto più semplice di quanto si potrebbe pensare leggendo per la prima volta il pessimo regolamento. Non esente da difetti: in primis l'eccessiva lunghezza per un german-game che, smussando alcune grossolanità delle meccaniche, poteva essere evitata. Giudizio basato solo su due partite, ma non vedo l'ora di rigiocarci!

Edit
Dopo innumerevoli parti rivedo ulteriormente in positivo il mio giudizio. Del commento precedente confermo la netta solidità e profondità strategica del gioco, a cui aggiungo anche un'ottima longevità. Nonostante continui a ritenere la durata del gioco un po' eccessiva, con un po' di pratica le partite risultano molto più fluide, veloci e godibili.

"La vita è troppo breve, per bere del vino cattivo" (G. E. Lessing)
[url=http://sorsidivino.splinder.com/]Sorsi Di Vino - Il mio blog sul mondo del vino[/url]

aledrugo1977 Lun, 10 Nov 2008 - 00:41

[voto 4] - Un gestionale astrattissimo travestito da fantasy.
Eccessivamente astruso, monotono e dalle scelte alla fine obbligate.
Decisamente deludente.

Longevità: 0
Regolamento: 2
Divertimento: 0
Materiali: 1
Originalità: 1

Ritratto di biso biso Dom, 13 Apr 2008 - 03:08

[voto 8] - Che bello! Un profondo gioco di gestione delle risorse.
L'ambientazione, pur essendo irrilevante (va da se che deriva dalla prima versione ambientata nello spazio!!), è carina.
Ci gioco troppo poco: ha il difetto di essere un po' lunghino e diverse volte mi è capitato di spiegarlo a persone che non hanno gradito la lentezza iniziale con cui si sviluppa. Sapendoci giocare si velocizza al quanto

Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima
Albert Einstein

Peppe74 Dom, 17 Feb 2008 - 22:21

[voto 8] - Grande scoperta questo gioco, peccato che queste chicche restino un po' nascoste. Sarà che lo standard degli eurogame si sta ormai assestando su un target "massimo un'ora e mezza a partita, altrimenti è lungo", per questo gioco in effetti ci vuole un po' di tempo in più, soprattutto se si è in tanti.

Goblin Magnifico
http://www.goblins.net/articoli/notizie-goblin-magnifico-2015

ILSA-Informazione Ludica a Scatola Aperta
http://www.ilsa-magazine.it

El-DoX Lun, 12 Nov 2007 - 00:20

[voto 5] - Penso che logorroico sia l'aggetivo più azzeccato per Zavandor. Non finisce mai e ripeti sempre le stesse cose, in effetti mi hanno svegliato quando era finita la partita. Interazione limata alle sole aste e generalmente chi conosce bene le carte e sa quando astarle avrà sempre la meglio, rendendo di fatto irrecuperabile il minimo errore. Addirittura per andare avanti devi comprare degli artefatti specifici per produrre pietre e se queste te le astano gli altri sei fottuto e non vai più avanti: assurdo! I personaggi sono diversi a seconda del setup ma francamente fatico a capire una mossa del genere se ogni scelta si svolge al millimetro, alcuni personaggi partono avvantaggiati. Il ventaglio di scelte strategiche sembra limitato e poco aperto. Graficamente e come componentistica negli standard medi tedeschi. Mi ha lasciato il sapore di un piattume devastante.

[url=http://multiplayer.it/forum/music-zone/]Moderatore del Musik Zone on Mplayer.it[/url]
[url=http://dreamachine.altervista.org/blog/]"Akumajo Dorakyura Lords of Shadow"[/url]

lolth Lun, 11 Set 2006 - 01:12

[voto 9] - Debbo dire che anche la ristampa in formato bilingue mi ha stupito soprattutto per le migliorie grafiche, dove ora è più comprensibile senza avere sottomano le regole tradotte.
Le immagini stampigliate sia sugli artefatti che sulle sentinelli rendono migliore l'intuibilità da parte del giocatore. La modifica del regolamento per alcuni personaggi lo rende a mio avviso ulteriormente più bilanciato, anche se la pista delle Carte Extra l'abbiamo ulteriormente modificata per il personaggio abbinato altrimenti in svantaggio rispetto agli altri percorsi.

Davvero bello e soprattutto rigiocabile più volte.

maniachouse Mer, 15 Feb 2006 - 10:39

[voto 9] - Nessun commento

Il pessiminsta è colui che trova sempre delle difficolta nelle opportunità.L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.

Deiv Mar, 23 Mar 2010 - 13:49

[voto 8] - Fondamentalmente è un bel gioco, però deve essere giocato con giocatori di pari livello. Il problema è che l'interazione è data da una corposa fase d'asta e si rischia di veder regalata la vittoria a qualcun altro per l'errore dei coastanti... Le tattiche non sono moltissime, l'importante è capire con precisione quando il gioco sta finendo. In genere questo accade nel giro di un turno piuttosto concitato. Preferirei un meccanismo per il quale la fine non fosse così subitanea... un po' noioso

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

fireandice Lun, 28 Nov 2005 - 12:12

[voto 8] - Dopo averci giocato almeno una ventina di volte mi sento pronta per dare un commento su questo gioco che trovo molto bello....C'è stato chi ha detto che c'è troppo da contare....Non credo che questo sia un difetto,d'altronde in tutti i giochi gestionali e commerciali bisogna comperare e vendere...Provatelo...

"Non ti curar di loro, ma guarda e passa"

bjlee Mer, 23 Nov 2005 - 15:40

[voto 2] - ma che scherziamo??!! questo gioco è assolutamente brutto. Si tratta di fare delle somme. Il più bravo a fare le somme vince.
Assolutamente da evitare perchè non provoca nessun tipo di divertimento.

Dominex Gio, 22 Dic 2005 - 19:25

[voto 8] - Gioco non complesso con meccaniche German stile. L'atmosfera funge soltanto da contorno, ma è comunque azzeccatissima.
Molti definiscono questo un gioco d'aste, ma ciò è del tutto veritiero poiché le aste riguardano soltanto una minima parte del gioco, e purtroppo e anche l'unica interazioni fra i giocatori. Il punto più negativo che riesco a trovare è probabilmente il fatto che occorre contare i punti vittoria continuamente, questo è un po' fastidioso, ma non più di tanto. La longevità è abbastanza buona, ed i materiali sono veramente bellissimi.

Commento basato su più di 15 partite.

[i]The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.[/i]

Stef Lun, 16 Apr 2007 - 12:38

[voto 7] - Un tipico gioco tedesco caratterizzato da una valida ambientazione e da materiali di buona qualità. L'interazione tra giocatori appare limitata ma ben presto ci si rende conto di come la "corsa" ai Guardiani condizioni le strategie di ogni partecipante. Probabilmente avrebbe bisogno di qualche piccolo bilanciamento qui e li, ma già così risulta un gioco equilibrato e stimolante. Le prime partite tendono ad andare parecchio per le lunghe (anche quattro ore...), ma con la pratica si possono portare a termine in due sole orette.

AGGIORNAMENTO dopo molte partite: non regge sulla lunga distanza. Risulta un pò troppo sbilanciato e la voglia di puntare unicamente a quel paio di strrategie vincenti lo rende noioso. Abbasso il voto a 7 perché rimane comunque piacevole, ma andrebbe bilanciato meglio. Forse una piccola espansione correttiva aiuterebbe.

pulsar Mer, 23 Mag 2007 - 23:25

[voto 10] - attualmente il mio gioco preferito. Strategia al massimo con la giusta interazione tra i partecipanti. Alla lunga forse le trategie dei giocatori tendono a ripetersi e a standardizzarsi ma resta sempre una lotta aperta vista la variabilità delle condizioni di gioco.

inzivro Mar, 08 Nov 2005 - 02:40

[voto 8] - bel gioco di ottimizzazione del rendimento delle risorse, ma non piacerà a tutti!

"...vince chi fa più punti vittoria..."

Lobo Gio, 29 Nov 2007 - 17:56

[voto 6] - Il gioco è molto interessante, ma dopo varie partite la strada per la vittoria sembra una sola, quindi...
Giocato: molto
Grafica/Materiali: 3
Longevità: 2
Divertimento: 2
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Athafil Gio, 30 Giu 2005 - 15:34

[voto 10] - Si il voto pieno se lo merita Alta longevità (almeno per me), ben bilanciato molto entusiasmante, materiali SPETTACOLARI ed è un gioco molto bello Poi l'ambientazione Fantasy è meravigliosa
Uno dei pochi giochi che acquisterò di sicuro Certo è MOLTO lungo soprattutto in 6 ma io ADORO collezionare Gemme e Gemmine
Inoltre trovo che ci sia un'ottimo bilanciamento delle risorse(ENERGIA ), costo delle gemme e di tutti gli artefatti e sentinelle

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...